Home ATTUALITÀ Roma Nord: pusher in manette a Monte Mario e sulla Cassia

Roma Nord: pusher in manette a Monte Mario e sulla Cassia

Durante il week-end gli intensi controlli di Polizia e Carabinieri per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, che trova nella movida notturna facile mercato, hanno dato i loro frutti. Oltre 300 persone finite nel mirino dei controlli, così come un centinaio di autovetture. A Roma Nord due pusher sono finiti in manette, a Monte Mario e sulla Cassia, in zona Tomba di Nerone. Il primo è un 19enne romano, il secondo un biologo di 31 anni.

Il 19enne deve tutto alla sua sbadataggine. Fermato infatti per un controllo in via delle Medaglie d’Oro dagli agenti di Polizia, ha estratto il portafoglio per consegnare il documento di identità facendone uscire distrattamente alcuni involucri che ovviamente non sono sfuggiti all’occhio dei poliziotti.

Inutili i suoi tentativi di giustificare la presenza di quelle bustine contenenti dosi di droga. Altre dosi di marijuana ed hashish sono state sequestrate nella sua abitazione dove la Polizia ha trovato anche un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi.

Gli agenti hanno rilevato che nonostante la giovane età, il pusher aveva messo in piedi una fiorente attività, infatti, nel corso della sua permanenza in Commissariato per gli accertamenti, il ragazzo continuava a ricevere sul cellulare richieste dei clienti per la fornitura di dosi.

Sulla Cassia, invece, a finire in manette un biologo romano arrestato dai Carabinieri della Stazione La Storta che gli hanno sequestrato 20 piantine di cannabis che coltivava nella sua abitazione. Nella casa sono state sequestrate anche diverse dosi di marijuana, già confezionate e pronte per essere smerciate, oltre a bilancini di precisione.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome