Home ARTE E CULTURA Grande successo in Brasile per il Teatro Patologico di via Cassia

Grande successo in Brasile per il Teatro Patologico di via Cassia

Nella gremita sala congressi di Folha de S.Paulo (una delle maggiori testate giornalistiche del Brasile) Dario D’Ambrosi, fondatore del movimento teatrale Teatro Patologico che a Roma ha sede in via Cassia 472, ha partecipato al convegno “Psichiatria e Arte”, insieme ai più importanti esponenti della psichiatria brasiliana, tra cui Luiz Carlos Illafont Coronel (presidente psichiatri brasiliani) e Paulo Amarante (psichiatra e direttore del dipartimento di salute mentale del governo brasiliano).

Il Convegno è stata l’occasione per il regista e attore italiano Dario D’Ambrosi di poter raccontare il suo lavoro trentennale tra teatro e malattia mentale ed in particolare esporre il metodo di lavoro che svolge presso la sede del Teatro Patologico di via Cassia, luogo che sta diventando un punto di riferimento in tutto il mondo per il rivoluzionario percorso di teratro-terapia, che ha riscosso particolare interesse e apprezzamento in Brasile. Il Dott. Amarante ha definito D’Ambrosi il nuovo Basaglia (che lo psichiatra ha conosciuto personalmente nei suoi studi in Italia).

Il Teatro Patologico, come luogo e come metodo, è la reale e corretta prosecuzione della Legge 180, che non ha mai trovato un’attuazione degna delle idee originali del Dott. Basaglia. Nel teatro Patologico di Roma invece il malato e la sua famiglia hanno trovato un luogo in cui poter esprimersi senza condizionamenti, in cui essere finalmente protagonisti.

D’Ambrosi e gli eminenti psichiatri presenti al convegno si sono trovati concordi sul concetto di arte (il teatro in particolare) come altra forma di terapia, una terapia non clinica né chimica ma il teatro come stimolo all’espressione personale ed emotiva, solo il teatro può concretamente trasformare il paziente, il malato, in persona, proprio come teorizzava Franco Basaglia.

Il convegno è stato solo il primo appuntamento della tournè Brasiliana di D’Ambrosi che proseguirà con una settimana di lezioni (teoriche e pratiche) alla Oficina Cultural de Sao Paulo (il più importante centro culturale della città) e con la rappresentazione di due spettacoli storici del repertorio di D’Ambrosi (“Tutti Non Ci Sono” e “Frusta-azioni”) in due importantissimi teatri di San Paolo e Rio de Jainero.

Inoltre verrà presentata a studenti, attori e operatori del settore sanitario e sociale brasiliano l’ultima fatica cinematografica di D’Ambrosi “L’Uomo Gallo” (leggi qui la sinopsi) film che in Italia sta trovando difficoltà di distribuzione fino ad arrivare alla censura, avvenuta a Roma i primi di maggio (leggi qui).

Appuntamento a Roma il 5 giugno

Proprio per questo Domenica 5 Giugno, alle 19.30, presso la sede del Teatro Patologico di via Cassia 472 si terrà una raccolta fondi attraverso una particolare asta, in cui i vari componenti del cast del film (Dario D’ambrosi, Luca Lionello, Celeste Moratti) metteranno a disposizione alcuni particolari oggetti, come il preziosissimo story-board del film The Passion di Mel Gibson.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome