Home ARTE E CULTURA Cassia – Pennello, scalpello e arte “altra” al Museo Crocetti

Cassia – Pennello, scalpello e arte “altra” al Museo Crocetti

Si inaugura alle 18.30 del prossimo lunedì 16 maggio al Museo Venanzo Crocetti, in Via Cassia 492, la 19ma edizione della “Primaverile Romana” organizzata dall’Associazione Romana Gallerie d’Arte Moderna con la Fondazione Venanzo Crocetti. 50 gli artisti coinvolti. La mostra sarà visitabile fino a venerdì 10 giugno.

La Primaverile 2011 si ricollega al tema dell’edizione dello scorso anno “i maestri e le margherite” con due maestri , un pittore ed uno scultore, Giuseppe Modica e Alfio Mongelli, affiancati a due allievi, “le margherite”, che studiano rispettivamente all’Accademia di Belle Arti di Roma ed alla Rome University of Fine Arts (RUFA), il serbo Nikola Prsendic e l’iracheno Ammar Al-Hameedi.

La sezione dedicata alla scultura, sempre presente anche nelle passate edizioni, ha nella Primaverile di quest’anno un ruolo dominante: 20 artisti che con la loro presenza rendono il dovuto omaggio al Museo che ospita in permanenza le opere più significative di Venanzo Crocetti, uno dei maggiori scultori del Novecento italiano, le cui sculture sono il simbolo di una tradizione artistica ad alto livello che nelle iniziative dell’Associazione sempre si accompagna ai valori dell’innovazione e della ricerca.

In esposizione un Diario di Viaggio, libro composto da opere su carta di formato cm. 30×40, realizzate dai 10 artisti inviati dall’ Associazione Romana Gallerie d’Arte Moderna, in collaborazione con l’Assoartisti, in Cina, ad Hangzhou, su invito della Hangzhou Cultural Brand Promotion Organization , nel contesto dell’iniziativa “seguendo il cammino di Marco Polo”.

Le opere che hanno vinto ex aequo il primo premio del concorso “Il Giocattolo” indetto dall’Istituzione Palazzo Rospigliosi di Zagarolo, sono presentate in questa occasione confermando l’interesse dell’Associazione a promuovere l’arte emergente.

La presentazione su manichini di tre modelli di tre giovani stiliste (Ilaria Avallone, Chiara Aversano e Valeria Onnis), realizzata in collaborazione con l’Accademia di Costume e Moda di Roma, segna l’apertura dell’A.R.G.A.M. al mondo della moda con particolare attenzione alle giovani generazioni.

Un video ed una installazione completano l’esposizione: il primo è opera di Isabella Tirelli, un video inedito dal titolo “love is our skin” della durata di 10 minuti, e la seconda, “sete : di acqua, di luce e di mistero”, è stata espressamente realizzata da Stefania Lubrani .

Saranno a disposizione degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma e della RUFA due “libri neri” destinati a raccogliere le osservazioni degli studenti su due temi scelti dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti Gerardo Lo Russo e dal Presidente della RUFA Alfio Mongelli. E’ infatti desiderio dell’A.R.G.A.M. dare la possibilità ai giovani di esprimere le loro idee ed i loro desiderata con riferimento ai problemi che possono condizionarne l’affermazione e la crescita.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome