Home ATTUALITÀ La Storta – Distributore stakanovista in piazza della Visione

La Storta – Distributore stakanovista in piazza della Visione

Storia di una visione: si narra che un tale conosciuto come Ignazio di Loyola avrebbe visto apparire Gesù sulla Cassia, proprio a La Storta. Quell’avvenimento, diventato nei racconti popolari uno tra gli episodi più importanti capitati nella zona, è ancora oggi ricordato grazie alla presenza di una piccola chiesetta – di S.Ignazio, appunto – ospitata da una piazza che prende il nome di Piazza della Visione. Proprio di fronte è possibile osservare – si vede benissimo, le visioni non c’entrano – un distributore automatico che offre ai passanti la possibilità di acquistare diversi generi di prodotti: uno snack dolce o salato, una coca, fino ad arrivare a birre per tutti i gusti e cocktail già pronti a base di whisky o rum.

Un servizio offerto 24 ore al giorno alla luce del sole, ma il viavai di clienti cresce specialmente col calare della sera, quando – al chiaro di luna – chiunque, ma proprio chiunque, può facilmente accedere alla gamma di prodotti.

Perchè un distributore automatico di bevande alcoliche non vi chiede l’età. Un distributore automatico non vi nega la bottiglia se siete già brilli. Un distributore automatico non discerne il savio dal meno savio.
Lui fa il suo mestiere e basta: inghiotte monete ed espelle bottiglie.

Eppure sono diverse le norme che vietano la vendita di alcolici in questa maniera, basta citare la Legge Regionale n° 21 del 2006 e l’articolo 689 del codice penale. Così come pure è vietato svolgere attività commerciale 24 ore al giorno, esiste il limite massimo di 15 ore, quello che viene osservato da tutti gli altri esercizi di vendita al dettaglio della zona.

Sarà forse per questo che, per nascondere l’instancabile attività delle braccia meccaniche dello stakanovista distributore, viene adottato un metodo che di automatico ha ben poco: come si vede dalla fotografia, ogni tanto compare un foglio scritto a mano che dice “distributore non in funzione”.
Un foglio che va e viene, ma solo di giorno, mai la notte.

[GALLERY=1456]

Viste le numerose segnalazioni arrivate in redazione, visto che l’esercente è stato già diffidato dalla direzione del XX Municipio dal proseguire in tale attività, visto che lo stesso Municipio poco tempo fa, sulla base della risoluzione n.10 del 2011 votata all’unanimità dal Consiglio, sta predisponendo una direttiva con la quale si ribadisce “il divieto di vendita e/o somministrazione di bevande alcoliche tramite distributori automatici ovunque siano collocati”, oltre appunto al rispetto degli orari di attività, siamo certi che, nel caso in cui in un prossimo futuro qualcuno di voi dovesse avere una visione – e per ricorsi storici, proprio in Piazza della Visione – non sarà colpa dell’alcol prelevato senza limiti dal distributore automatico. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. …..E’ facile capire chi c’è dietro al distributore “fantasma”… E’ sempre il Monsignor Giacalone della Chiesa Ortodossa (quello dei cassonetti gialli) che ha cambiato attività…. 😀

  2. Vorrei segnalare che il consiglio del municipio xx ha già votato una risoluzione contro i distributori automatici che permettono di poter aquistare bevande alcoliche senza alcun controllo, la risoluzione è precisa e conforme a tutte le norme e grazie all’aiuto fornito dalla UOA municipale, il documento è stato votato all’unanimità da tutto il consiglio.
    in commissione commercio della quale sono vice presidente ho già chiesto di incontrare il gruppo di polizia municipale per conoscere quante sono le attivita che operano in questo settore e quanti controlli e multe sono state fatte nel nostro territorio.

  3. Come si può permettere questo ina zona già tristemente nota per fatti di grave criminalità? Ricordiamo anni fa la violenza alla ragazza che scendeva dalla stazione de La Storta!
    Per non parlare poi delle continue risse tra romeni ubriachi frequentatori della piazzetta e della zona!!
    Perchè la Polizia Municipale non interviene? Cosa aspetta?
    E I Carabinieri di zona che ben conoscono la situazione di microcriminalità non possono intervenire?

  4. Bravo Cons. Pica e bravo il Municipio Roma XX !
    …almeno ogni tanto!
    La Storta non può essere invasa da ubriachi che molestano le persone o litigano tra loro!
    La vendita incontrollata di alcolici è assurda!

  5. Roberto Di Marco
    Concordo con la sig.ra stefania ed il sig. Roberto nella richiesta di maggiori controlli sia della Polizia Municipale che delle forze dell’ordine nazionali, nella zona già tristemente nota. Auspico una maggiore attenzione degli uffici preposti alla verifica di tale incontrollata vendita ed una incisiva azione al fine di evitare il bivacco serale prodromo della microcriminalità. Presenterò una nota scritta al Vice Presidente della commissione sicurezza dell’Assemblea Capitolina On. Ludovico Todini, affinchè accerti le iniziative adottate dall’amministrazione locale e quella Comunale.
    Distinti saluti
    Roberto DI MARCO

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome