Home ARTE E CULTURA Roma – Al via N.AU.IT, rassegna di Nuovi Autori Italiani del cinema

Roma – Al via N.AU.IT, rassegna di Nuovi Autori Italiani del cinema

Il Cineporto, che da ventitré anni allieta le serate estive di Ponte Milvio, e LazioDisu (l’Ente pubblico per il diritto allo studio universitario del Lazio) a partire da oggi, lunedì 2 maggio, e per le prossime due settimane daranno vita alla terza edizione di “N.AUT.IT”, Nuovi Autori Italiani”, la rassegna che porta alla Casa dello Studente di Roma, in via Cesare De Lollis i film e gli autori del giovane cinema italiano. L’edizione 2011, dopo il successo delle due precedenti, prevede le proiezioni di otto film tra il 2 e il 12 maggio, seguite da incontri con i rispettivi registi.

L’iniziativa, da una parte riflette l’impegno sempre più forte di LazioDiSu in campo culturale e dall’altra si inserisce nell’opera ultraventennale di Cineporto nella promozione del giovane cinema italiano, in particolare quello più penalizzato dai circuiti tradizionali.

Nel corso della rassegna, dunque, il pubblico degli studenti e non (proiezioni ed incontri sono aperti a tutti) potranno incontrare Edoardo Leo, Marco Carlucci, Giovanni Galletta, Valerio Mieli, Esmeralda Calabria e Peppe Ruggiero, Francesco Dominedò, Alessandro Aronadio e Aureliano Amadei, tutti alla loro opera prima o seconda, al termine della proiezione dei loro film.

La prima settimana

Si comincia lunedì 2 maggio con “18 anni dopo” di Edoardo Leo, “road movie” in equilibrio tra dramma e commedia, opera prima vincitrice di ben cinque premi (miglior film, migliore regia, migliore sceneggiatura, migliore attrice a Sabrina Impacciatore e miglior attore allo stesso Edoardo Leo) alla 4° edizione dell’Ibiza International Film Festival, oltre a vari altri riconoscimenti.

Si prosegue, martedì 3, con un’altra opera prima, “Il punto rosso” di Marco Carlucci (presente all’incontro insieme ai protagonisti Fabrizio Sabatucci e Francesco Venditti), giovane filmmaker romano più volte premiato per la realizzazione di cortometraggi e documentari che qui racconta la storia di un cabarettista che si presenta alle elezioni politiche.

Mercoledì 3 sarà quindi il turno di “Dopo quella notte” di Giovanni Galletta, anch’essa un’opera prima, che affronta il fenomeno delle “stragi del sabato sera” all’interno di una storia di amori ed amicizia a sfondo dichiaratamente autobiografico.

La prima settimana di programmazione si concluderà quindi, giovedì 5, con “Dieci inverni” di Valerio Mieli, opera prima già presentata con successo alla Mostra del Cinema di Venezia 2009 e poi vincitrice di prestigiosi riconoscimenti tra i quali il David di Donatello 2010 per il miglior esordio e il Nastro d’argento come miglior opera prima.

La seconda settimana

La seconda settimana di programmazione di “N.AUT.IT” si aprirà, lunedì 9, con un documentario che ha fatto molto scrivere e discutere, “Biutiful cauntri” di Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio e Peppe Ruggiero (all’incontro saranno presenti Calabria e Ruggiero), raro esempio di documentario italiano che ha avuto una regolare distribuzione in sala e che affronta in modo ancora molto attuale (il film è del 2007 e nel 2008 ha ricevuto sia il Nastro d’Argento che il Globo d’Oro) il tema dell'”emergenza rifiuti” e dell’inquinamento in Campania.

Seguirà, martedì 10, una anteprima: già film di apertura dell’ultima edizione del Rome Independent Film Festival, “Cinque” di Francesco Dominedò uscirà infatti nelle sale alla fine di maggio.

“Due vite per caso” di Alessandro Aronadio è il film in programma per mercoledì 11, opera prima apprezzata sia dalla critica che dal pubblico alla sua uscita, con due bravi protagonisti come Lorenzo Balducci e Isabella Ragonese e il prestigio di essere stato selezionato al Festival di Berlino 2010, dove è stato presentato nella sezione “Panorama”.

A concludere l’edizione 2011 di “N.AUT.IT”, l’opera prima più premiata della stagione, “20 sigarette” di Aureliano Amadei, la sconvolgente ricostruzione della strage di Nassirija da parte dell’unico civile sopravvissuto, candidato a ben 8 David di Donatello dopo essere stato, tra l’altro, premiato a Venezia come miglior film della sezione “Controcampo Italiano”.

Tutte le proiezioni verranno brevemente introdotte da Alberto M. Castagna, che sarà anche moderatore degli incontri a seguire.

↓seppe Guernica Reitano

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome