Home ATTUALITÀ Cassia – Occupato per qualche ora uno stabile abbandonato. Giacomini (PdL): finchè...

Cassia – Occupato per qualche ora uno stabile abbandonato. Giacomini (PdL): finchè ci sono io tolleranza zero

Nella giornata di sabato 30 aprile, uno stabile inagibile ed abbandonato sulla Cassia è stato occupato per alcune ore da un centinaio di senza tetto. Il resoconto nelle parole del presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, che in un comunicato riferisce l’accaduto. “Questa mattina, i consiglieri Calendino e Petrucci mi hanno informato circa l’occupazione dello stabile di Via Cassia n. 1036, operata dall’organizzazione di estrema sinistra denominata Coordinamento Cittadino di lotta per la Casa”.

“Non trovandomi a Roma, mi sono adoperato ugualmente per risolvere il problema. Ho chiamato subito l’Assessore Comunale alla Casa, Alfredo Antoniozzi, il quale mi ha garantito che sarebbe accorso immediatamente sul posto. Contemporaneamente – spiega Giacomini – ho preso contatti con il Dott. Sannino, Dirigente del Commissariato di Polizia di zona, al quale ho raccomandato di usare la massima attenzione nel garantire l’Ordine Pubblico.”

“Il sopraggiungere dell’Assessore Antoniozzi è servito a stemperare gli animi degli occupanti con i quali è stata avviata una lunga mediazione che ha portato all’allontanamento spontaneo degli occupanti, in cambio di un tavolo di trattativa con il Comune di Roma per trovare una giusta sistemazione ai senza tetto”.

“Alla fine di questa vicenda, non posso fare a meno di ringraziare l’Assessore Antoniozzi, le forze di Polizia e i Consiglieri Calendino e Petrucci per come hanno saputo gestire la vicenda, spegnendo ogni allarmismo e adoperandosi per una pacifica soluzione”.

“La situazione dei senza tetto mi sta a cuore, ma ribadisco la mia ferma condanna verso qualsiasi forma di occupazione. Ci tengo a tranquillizzare i residenti della zona – conclude Giacomini – ai quali garantisco che, fino a quando sarò Presidente del Municipio XX, nel territorio che rappresento non verranno tollerate occupazioni o insediamenti abusivi.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome