Home ATTUALITÀ XX Municipio – Antoniozzi (PdL): PD contro tutto e contro tutti, anche...

XX Municipio – Antoniozzi (PdL): PD contro tutto e contro tutti, anche contro gli animali

“Il gruppo del PdL prende atto della conferenza stampa indetta da PD e da SEL a seguito di un presunto blocco delle attività amministrative del XX Municipio. Si tratta della consueta speculazione demagogica che siamo ormai abituati a riscontrare quotidianamente a tutti i livelli, per di più senza fare alcuna seria proposta.” Così Dario Antoniozzi, capogruppo PdL del XX Municipio , in un comunicato di questa sera.

“L’opposizione di sinistra si ostina a denunciare, ormai da anni e con forza, che il governo del Municipio XX sarebbe “paralizzato” nelle sue attività, affermazione questa smentita dalle numerose conferme elettorali del centrodestra. Desidero invece evidenziare – sottolinea Dario Antoniozzi – che nelle stesse ore in cui la sinistra era impegnatissima in una ennesima conferenza stampa di “disinformazione”, il Pdl si trovava impegnato, a bocciare una risoluzione presentata dal Pd che richiedeva la soppressione dello sportello dei diritti degli animali”.

“Il Pd è dunque contro tutti e contro tutto, anche contro gli animali.” chiosa Antoniozzi  che così conclude: “Chissà se il dono di una bussola ai consiglieri di opposizione potrà essere utile per ritrovare la giusta via delle proposte concrete senza inutilmente “perdersi” in conferenze stampa che nulla di concreto aggiungono alla qualità di vita dei cittadini del nostro territorio”.

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. caro dario,
    discutere, confrontarsi o anche litigare è accettabile in un confronto politico, inventarsi una propria realtà no.
    1) “presunto blocco delle attività amministrative”: presunto vuol dire che non c’è certezza di quello che si presume. qui non solo la certezza c’è, ma la vostra mancanza in consiglio oltre essere certificata dagli appelli dei consigli mai aperti ha causato inevitabilmente anche il blocco, parziale questo si, delle attività amministrative;
    2) “senza fare alcuna seria proposta”: progetto viabilità alternativo ponte milvio, consulta della scuola, metropolitana c, regolamento vendite piazzale ponte milvio….vuoi che vada avanti??
    3) “ostina a denunciare, ormai da anni e con forza, che il governo del Municipio XX sarebbe “paralizzato”: fortuna vostra è che lo denunciamo solo da qualche mese, se fosse paralizzato da anni (e forse lo è davvero) sarebbe un bel problema;
    4) “il Pdl si trovava impegnato, a bocciare una risoluzione”: per dovere di cronaca in commissione ero presente anche io e finche è stato possibile discutere civilmente ho partecipato, poi vi ho lasciato. La proposta di risoluzione non è assolutamente contro lo sportello dei diritti degli animali, ma bensì su come questo servizio stia funzionando. Sono convinto che il servizio non sia inutile ma a patto che venga svolto diversamente, perchè ad oggi non possiamo che constatare il poco interesse verso il servizio e il suo mal funzionamento. Se municipio e gestori non sono in grado di far funzionare diversamente lo sportello, si deve valutare la possibilità di revocare il servizio e trovare delle soluzioni alternative.
    In ogni caso ho inviato il documento alla redazione di vignaclarablog chiedendo la cortesia di renderlo pubblico.
    Se vuoi regalarmi una bussola fai pure, ma ti prego di controllare che sia diversa da quella che usi tu!
    Alessandro Cozza
    cons. Pd

    NdR: ecco il documento inviatoci dal consigliere Cozza: cliccare qui

  2. Glielo dico io sig Antoniozzi perchè agli occhi dei cittadini se non il municipio almeno lei da l’idea di essere immobilizzato. Non è stato lei a dirci più di un anno fa che nel giro di un mese ci avrebbe risolto il problema della viabilità della Farnesina ? Beh, i negozianti no, ma noi cittadini la stiamo ancora aspettando !

  3. Cons. Cozza, dalla risoluzione proposta da lei, sin dall’oggetto : ” revoca servizio sportello tutela dei diritti degli animali ” appare con molta chiarezza la sua volonta’ di abolire un servizio cosi tanto utile per noi cittadini che amiamo molto gli animali . Le ricordo Cons. Cozza che siamo in molti e che non dimenticheremo questa  posizione del Pd. Ringrazio il  gruppo del Pdl che ha bocciato tale assurda proposta.

  4. @ Franco, sono un proprietario di 3 bellissimi cani e, ammetto, avevo accolto l’iniziativa del Municipio con entusiasmo e grandi aspettative.
    Mi sono recato perlomeno 5 volte presso la struttura di via del Podismo ma l’ho SEMPRE trovata GHISA.
    Ho provato a chiedere all’URP del Municipio gli orari e non hanno saputo dirmeli.
    Tramite conoscienze sono riuscito a sapere che la società affidataria lavora 2 ore al giorno…. non c’è un telefono per contattarli, non c’è un indirizzo mail nè un sito ufficiale, senza tenere conto dello stato di abbandono e incuria con cui gestiscono l’area esterna (e già questo la dice lunga…)
    Ho saputo inoltre che non si tratta di una associazione di “tutela degli animali” ma di una Società che si occupa di: “(tratto dal sito ufficiale): Dog sitting giornaliero, Servizio navetta a domicilio, Toelettatura e Veterinario (fuori sede), Pensioni brevi e lunghi periodi (fuori sede).
    Nulla a che vedere con uno “sportello di tutela dei diritti degli animali” ma, forse, solo un modo per acquisire clienti.
    @ Antoniozzi: Consigliere, senza polemica, si può informare su quale servizio ALLA CITTADINANZA e ai suoi amici a 4 (o 2) zampe si sia svolto in questi 2 anni?
    Quanti utenti hanno usufruito del servizio, quanti affidamenti di animali abbandonati abbiano risolto, che tipo di servizio svolgano, quali orari di pubblico siano previsti….insomma a cosa e a chi serve????
    Senno dovrò necessariamente convenire con il Consigliere Cozza sulla INUTILITA’ TOTALE di un servizio organizzato e gestito malissimo!!!!

  5. Gent. Le Decio Meridio , dal bel  nome di fantasia, quel che afferna lei e’ squisitamente soggettivo . Quel che  affermo io e’ oggettivo . Se legge bene la risoluzine del Cons.Cozza ( che lui stesso ha trasmesso a vignaclarablog) si evince con chiarezza la sua volonta’ di abolire il servizio dedicato a gli animali per bandire un concorso di idee .  Mi dispiace Decio Meridio ma se non converra’ con me inizieremo a pensare che il suo bel nome sia voluto appositamente per difendere,con pessimi risultati, se stesso o chi gli dice di farlo.

  6. @ Franco.. (che bel nome di POCA fantasia che ha….)
    Le confermo che quello che ho affermato è ASSOLUTAMENTE soggettivo…. e come potrei, altrimenti, affermare qualcosa di NON personale? E’ soggettivo che abbia SEMPRE trovato chiuso, è soggettivo che l’area circostante sia tenuta nel DEGRADO, è soggettivo che la società che gestisce (o dovrebbe…) si occupi di pensionato per cani, è soggettivo che 2 ore al giorno siano un pò pochine per gestire tale servizio, è soggettivo che NESSUNO conosca le attività svolte all’interno del sito, è soggettivo che non ci siano recapiti per contattarli, è soggettivo che non si sappia QUANTI utenti abbiano usufruito del “servizio”..ecc.ecc…
    Non penso che si debba abolire IL servizio, ma solo che andrebbe affidato a persone PIU’ COMPETENTI, PIU’ ORGANIZZATE, PIU’ PRESENTI e PIU’ AFFIDABILI…
    Se poi Lei (o VOI…,non capisco perchè usa il plurale…) inizierà a pensare che debba difendere il BUONSENSO faccia come crede…
    Le (o vi…) chiedo SOLO di dimostrare la Sua (o vostra) verità oggettiva, e cioè, fornisca dati OGGETTIVI su come è strutturato il servizio, su come ha funzionato finora, e se, onestamente, ritenga che funzioni tutto come dovrebbe…..
    Un saluto,

  7. Ma perchè litigare così quando i numeri sono nel documento di Cozza.
    Allora, lì si dice che lo sportello in 14 mesi di vita ha gestito 213 pratiche, cioè meno di 4 a settimana e che di queste 213 una settantina sono state risolte dallo sportello e tutte le altre sono state smistate su altri uffici.
    Quindi in pratica ha fatto poco o niente, magari nemmeno per colpa dell’associazione, forse perchè non c’è prorpio richiesta.
    E infatti nel documento di Cozza si dice pure che dovevano fare iniziative nelle scuole e delle pubblicazioni, mai fatte, che dovevano stare aperti tutti i giorni ed invece erano chiusi e via dicendo.
    Allora Franco, questi sono fatti e numeri oggettivi, non le sembra un po’ pochino per definirlo un servizio così tanto utile a noi cittadini ?
    Il mio punto di vista è che per fare un servizio così limitato negli orari e nei risultati bastava dare all’assocazione una scrivania e un telefono due ore al giorno dentro il municipio anzichè mettere a loro disposizione un manufatto ristrutturato con i soldi nostri ! quindi anche i suoi Franco !
    E sa chi paga luce telefono acqua e manutenzione ? Sempre noi Franco, lei, io e tutti gli altri cittadini. E’ contento che i suoi soldi vengono buttati al vento ?
    Mi sa tanto che lei nemmeno sa dove sta questo sportello! ahi ahi Franco, prima di parlare sempre meglio documentarsi.
    Diciamo una cosa: o questo servizio viene dato con tutti i crismi per 6 ore al giorno come tutti i servizi pubblici e chi lo gestisce fa tutto ciò che deve fare o allora meglio chiuderlo (anche perchè 213 pratiche in 14 mesi questo suggerirebbero) e usare quella casa per un servizio più utile ai cittadini.

  8. @ Roberto (e “Franco..”) Non avevo, e non ho, nessuna intenzione di litigare, ma volevo solo evidenziare come un servizio ai cittadini poco pubblicizzato, poco (anzi pochissimo) presente, con personale poco qualificato ecc.. non abbia senso di continuare ad essere gestito in questo modo.
    Roberto evidenzia come in 420 giorni ( facciamo 350 escludendo ferie e sabati e domeniche ) ci siano stati 200 ” accessi” (cioè quasi 1 ogni 2 giorni…!!!), che, chiaramente sempre “soggettivamente” così come è “soggettiva” la matematica…., mi sembra veramente , ma veramente poco… o no?
    Saluti soggettivi….. D.M.

  9. Franco, perchè insiste su posizioni così poco difendibili… ci induce in sospetti che non vorremmo avere.
    Vorrei, al di là dei numeri (che sono oggettivi e veramente IRRISORI), chiedere : le 213 pratiche quali argomenti riguardano?? E’ questa, a mio modesto parere, la questione più importante.
    Uno sportello di tutela degli amimali avrebbe dovuto, ad esempio, promuovere campagne di sensiìbilizzazione contro l’abbandono, sulla sterilizzazione, incrociare “domanda” e “offerta” sull’adozione, oppure contro i maltrattamenti sugli animali ecc…
    TUTTO QUELLO CHE NON E’ STATO MAI FATTO..!!
    Se i 213 utenti hanno fatto semplici richieste di informazioni o di servizi forniti da altri e lo sportello ha solo indirizzato l’utenza sul dove fare una pratica (o peggio, su quale pensione mandare il proprio cane..), allora concordo pienamente con Cozza, o è un servizio “nato male”, cioè senza prevedere esattamente di cosa avrebbe dovuto occuparsi, oppure è gestito male, ed in entrambi i casi ritengo vada rivista la “formula” che, è sotto gli occhi di tutti, è fallita.

  10. sì allo sportello ma gestito in maniera differente da persone differenti dalle attuali e magari senza assegnare in maniera esclusiva il locale di via del podismo.
    perchè , infatti, non metterci più attività??

  11. Gianno Mercante ha dato un ottimo suggerimento da inoltrare ai Consiglieri Cozza, Antoniozzi e Franco, (e a tutti gli altri)
    1) sostituire la società che avrebbe dovuto offrire il servizio ed affidarlo a soggetti in grado di gestirlo meglio;
    2) nei giorni e le fasce orarie rimaste disponibili, individuare un qualsiasi altr tipo di servizio per i cittadini.
    Mi sembra giusto!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome