Home ATTUALITÀ XX Municipio – Torquati (PD): Vergognoso il comunicato dei 6 consiglieri PdL

XX Municipio – Torquati (PD): Vergognoso il comunicato dei 6 consiglieri PdL

“Le affermazioni dei sei Consiglieri del PDL, riguardo le mie fantomatiche dichiarazioni di offesa alle forze dell’ordine, sono un vergognoso tentativo di strumentalizzazione politica, che non varrebbe nemmeno la pena commentare.” Così in una nota Daniele Torquati, capogruppo PD del XX Municipio, in risposta all’accusa lanciatagli (leggi qui) da parte di sei consiglieri PdL di aver dato una falsa versione dei fatti in merito alla vicenda dei tunisini a Grottarossa.

E così continua Torquati.”In questi giorni più volte ho avuto modo di sottolineare la differenza di azione delle forze dell’ordine di Roma e quelle che hanno accompagnato i 120 tunisini a Grottarossa; questa differenza era, è ed è stata sotto gli occhi di tutti: non è pensabile scaricare 120 tunisini, con regolare permesso di soggiorno temporaneo, in un campo recitato neanche fossero bestie. Pertanto, vista l’incompetenza dimostrata dal XX Municipio e dal Comune di Roma, continuo a sostenere che tale situazione sarebbe sfuggita sicuramente di mano se le forze dell’ordine romane non fossero intervenute con solerzia ed attenzione”.

“Quindi – incalza Torquati – sono io che esprimo tutta la mia solidarietà alle forze dell’ordine che sono costrette a sopperire ad una chiara mancanza di coordinamento politico tra Governo ed enti locali, i quali oltre a non ergersi per capacità organizzative, si prendono anche il lusso di scrivere comunicati senza senso cercando di utilizzare il loro nome per una becera battaglia politica.”

“In ultimo, suggerisco ai sei Consiglieri, cinque dei quali oltretutto non erano presenti sul posto, di non perdere tempo scervellandosi a come attribuire responsabilità all’opposizione, ma piuttosto vengano a riferire in Consiglio su come questa situazione sia potuta accadere. In 15 giorni, gli stessi Consiglieri che oggi scrivono comunicati deliranti, hanno disertato le sedute del Consiglio municipale, segnale questo – conclude Torquati – ancora più tangibile di come la loro politica sia basata su chiacchiere, strumentalizzazioni e scarico di responsabilità.”

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. C’è un limite a tutto, ma non si può contraddire se stessi dando la colpa ad altri. Sul quotidiano “Cinque Giorni” di questa mattina, il Capogruppo del Pd, Daniele Torquati, ha dichiarato: ” “il comportamento della Polizia presente, sembrava teso più a creare la tensione che a placarla “. MI domando se questa frase non offenda il lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine. Oggi, il medesimo Consigliere, esprime solidarietà. Delle due l’una: o deve smentire la dichiarazione attribuitagli dal quotidiano Cinque, o deve confermarla senza esprimere solidarietà. In politica, come nella vita, ci vorrebbe chiarezza, coerenza e il coraggio di difendere le proprie posizioni. In virtù di questo, non ho problemi a dire che IO, quel giorno, ero a Grottarossa e ho lottato per far si che i Tunisini venissero trasferiti altrove. Insieme a me c’era tanta gente e mi è dispiaciuto vedere che qualcuno, il giorno dopo andava dicendo che sarebbe stato giusto accoglierli. Mi sembra ipocrita sostenere l’accoglienza purchè non avvenga vicino la propria casa. Nei nostri quartieri il problema della sicurezza e del degrado urbano non sono ancora risolti, pertanto, fino a quando non si conseguiranno situazioni ottimali, io non favorirò nessuna accoglienza per immigrati a cui non possa essere garantito un lavoro prima ancora che una casa. Se il Cons. Torquati la pensa diversamente, i prossimi Tunisini che arrivano a Grottarossa, glieli accompagnamo a Cesano.

  2. Scusi Cons. Calendino un giorno dichiara : “aiuti, viveri e bevande a quei poveri ragazzi Tunisini ” e l’indomani gli vorrebbe  dare tanti calci nel s…. 
    Le consiglio di chiarirsi prima un po le idee e poi fare delle dichiarazioni in quanto cosi perde solo di credibilita’

  3. Caro Sig. Franco, si schiarisca lei le idee. Io non ho mai detto che darei calci a nessun Tunisino, caso mai li darei a tanti ben pensanti come lei. In quanto agli aiuti lo ribadisco, perchè ero presente, i cittadini di Grottarossa, dopo lo spavento iniziale, hanno fornito viveri, bevande e soldi. Quel giorno c’era tanta gente comune e anche esponenti politici di destra e di sinistra, che hanno collaborato nel trovare una soluzione. Resta il fatto che, la giusta soluzione, è stata quella di allontanarli da Grottarossa, poichè trattasi di quartiere ad alto rischio sicurezza, senza strutture adeguate per questo tipo di accoglienze. Non pretendo che la mia posizione venga condivisa da tutti, ma spero che nessuno debba più rimproverarmi per mancanza di chiarezza.

  4. Cons. Calendino , lunge lontano da me entrare in polemica con lei , la mia era solo una constatazione in seguito alla sua morale . Le consiglio di non agitarsi troppo in quanto chi legge sa giudicare molto meglio di quanto lei puo immaginare.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome