Home ATTUALITÀ XX Municipio: un anno di lavoro nella relazione del Presidente Giacomini

XX Municipio: un anno di lavoro nella relazione del Presidente Giacomini

Come da premesse, è stata una seduta importante quella di oggi, lunedì 21 febbraio. Davanti ad un Consiglio al completo e ad una sala del pubblico gremita, il Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, ha fornito il resoconto di un anno di lavoro della sua Giunta. “La nostra amministrazione si appresta ad affrontare il 2011 con un approccio rispettoso e consapevole dell’ottimo percorso fin qui attuato e con la consapevolezza di poter fare sempre di più per il nostro territorio” ha così esordito.

La relazione

Dallo sgombero di insediamenti abusivi all’incremento dell’attività di controllo del territorio; dalla riqualificazione urbana e ambientale all’attivazione di servizi a livello socio-sanitario; dal completamento e avvio di una serie di opere pubbliche alla regolarizzazione di attività commerciali, questi sono gli ambiti, secondo Giacomini, nei quali nel corso del 2010 “si è sviluppata e concretizzata in atti, che l’hanno vista protagonista, l’azione politica e amministrativa” della Giunta Municipale.

Dando lettura di otto pagine fitte di dati e date il Presidente Giacomini ha poi elencato quanto accaduto sul territorio del XX Municipio e che, direttamente od indirettamente, lo ha visto coinvolto unitamente ad i suoi assessori. Certo, sarebbe stato corretto ed interessante ascoltare anche di fatti che, volente o nolente, non sono stati realizzati nel corso del 2010. Ma tant’è.

Chi fosse interessato alla lettura integrale della relazione potrà farlo cliccando qui.

Le conclusioni

“Questi sono solo alcuni degli interventi effettuati, ora lascio la parola agli Assessori, i quali potranno, nell’ambito delle proprie deleghe, illustrare in maniera più specifica le attività e le iniziative intraprese” ha concluso il Presidente dando la parola all’Assessore al Bilancio, Umberto Sacerdote, alla relazione del quale hanno fatto seguito quelle di Marco Perina, Scuole Cultura e Sport, di Giuseppe Mocci, Urbanistica e Patrimonio, e di Stefano Erbaggi, Lavori Pubblici.

Finale autocelebrativo: dopo circa due ore e dopo l’ultima relazione, il Presidente Giacomini ha avuto parole di elogio per i quattro assessori. “Li voglio ringraziare pubblicamente – ha detto – hanno fatto un grande lavoro con coscienza e con amore per il territorio. Tutti e cinque insieme siamo una grande squadra” ha concluso.

La parola all’opposizione

Davanti ad un’aula che comincia a svuotarsi – contiamo in quel momento solo 6 consiglieri PdL e 6 dell’opposizione – la parola viene data al capogruppo PD, Daniele Torquati, che lamenta come “la relazione annuale dell’attività della Giunta, voluta ed ottenuta dall’opposizione, è stata ridotta dal Presidente e dagli assessori ad un mero elenco della realizzazione di interventi di ordinaria amministrazione. Riparare buche, ordinare arredi scolastici, bonificare una discarica e predisporre il piano di derattizzazione degli ambienti scolastici sono attività di routine per un territorio di 150 mila abitanti e non conquiste da rivendicare.”

“Dove è finito il progetto della metro C? E’ ancora intenzione del XX Municipio aprire il tratto di Via Cassia Antica? Quali progetti in campo per le possibili olimpiadi del 2020? Quanto ancora rimarrà chiuso il passaggio del S.Andrea? Ci sarà un nuovo campo nomadi in XX Municipio?” sono le domande senza risposta di Torquati il quale denuncia l’immobilismo della Giunta con un dato inoppugnabile: ” oltre il 40% delle Risoluzioni approvate dal Consiglio nel 2010 sono rimaste lettera morta”.

Dello stesso parere Alessandro Pica, capogruppo SEL. “Mi aspettavo di ascoltare il consuntivo annuo di un progetto politico non una mera enunciazione di strade rifatte e di tombini riparati, di sgomberi e di telecamere installate. Poteva essere oggi l’occasione di un serio confronto ed invece per oltre tre ore abbiamo solo ascoltato l’elenco dei compitini ben fatti”.

Stop: manca il numero legale

Ma nel frattempo l’aula è sempre più grigia e vuota tanto da indurre il Presidente Ariola a contare i presenti. Si scopre quindi che, alla spicciolata, sono in tanti ad essersene andati e manca dunque il numero legale per proseguire. Si chiude così l’assemblea fra le proteste dell’opposizione.

“L’epilogo di questa seduta – afferma Daniele Torquati – è stato ancora più triste delle insufficienti relazioni presentateci dal Presidente e dagli assessori, ma soprattutto è stato la dimostrazione di un inesistente rispetto istituzionale, nonché la dimostrazione di un’inadeguatezza totale da parte di un una Giunta che, da ormai troppo tempo, poggia le sue fondamenta su un consenso fatto di chiacchiere.”

Gli fa eco Andrea Antonini, CPI, non senza un pizzico di polemica nei riguardi del PD. “Ancora una volta si fa cadere il numero legale per sottrarsi alla discussione, un comportamento  del PdL molto censurabile. Nondimeno – aggiunge – non capisco perchè ci si lamenti tanto della mancanza di dialogo con la maggioranza e poi si contribuisca ad impedirlo, visto che il numero legale è mancato anche a causa di assenze nei banchi del PD”.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. ancora buon lavoro e grazie presidenre giacomini per il lavoro che sta svolgento per il nostro quartiere LABARO. c’e’ ancora molto da fare, per esempio cosa fare della fontana monumentale, diventata ormai di un degrado assurdo e punto di incontro di tutti i bulli della zona. quindi pericolosa,. questo benedetto recinto per i cani, mai utilizzato dagli stessi, quindi noi costretti a non usufruire dei parchi e dei masrciapiedi come lei immagginera’ per cosa. i parchi lasciati, abbandonati con tutti i giochi e le reti rotte, devastano tutto, e i famosi controlli o multe non ci sono , erba alta er incolta ovunque. noi come sfogo per i bambini abbiamo solo i parchi ed ora che viene l’estate diventera’ un problema grande, come del resto tutti gli anni. i cestini dei parchi , se ci sono non vengono mai vuotati e regna l’indecenza ovunque. quindi io le dico ancora buon lavoro , sara’ dura ma la prego vigili su di noi. per quanto riguarda i rom, ci sono ancora , proprio a labaro sotto il ponte davanti al bar di ventricini, sulla rampa valchetta cartoni e sulla pista ciclabile. piano piano tornano tutti purtroppo.

  2. Ecco i punti che Domenico Angelini, presidente del Comitato Cittadino per il XX Municipio, ha sottoposto all’attenzione del Consiglio :
    Mobilità Via Cassia (strada Fondovalle, Metropolitana, Doppio senso Via Cassia, Navetta Stazione Tor di Quinto – Largo Sperlonga ecc.);

    – Mobilità Zona Via Flaminia (caos traffico, smog Corso Francia ecc.);

    – PUP: manca un piano condiviso dai Cittadini;

    – Parco Via Città di Castello;

    – Parco Inviolatella (completamento sistemazione, problema del divieto di parcheggio il sabato, percorsi, ecc.);

    – Cartelloni pubblicitari;

    – Cubatura Laghetto Tor di Quinto;

    – Sicurezza (furti, che fine ha fatto il poliziotto di quartiere? ecc.)

    – Villaggio Olimpico (a Tor di Quinto);

  3. Ho letto integralmente la relazione del Minisindaco Giacomini e francamente mi ha fatto ripensare alle elencazioni di berlusconiana memoria del Governo del fare!
    Io, che credo di essere “terra terra” e appunto per questo dotato di ” senso pratico”, desiderei che,sia il Minisindaco Giacomini che l’ Assessore Erbaggi – o chi per loro – (visto e considerato che non hanno nemmeno il tempo di rispondere alle richieste avanzate loro dal sottoscritto e da altri su questo Blog in data 2.11.2010 – Commenti su Mattoni e picconi – e 28.1.2011- Commenti sui Semafori sulla Cassia -) di farsi una passegiatina (in auto ) lungo via di Isola Farnese, Via Giacometti, Via Fratelli Durante ecc.ecc per constatare “de visu” quante belle BUCHE ci sono ed eventualmente porvi rimedio, ma non alle calende greche !
    La sicurezza delle strade dovrebbe essere una priorità, e non solo a parole come nella relazione, ma nei fatti concreti e rilevare anche,se del caso, le responsabilità come in Via Fratelli Durante dove la strada da tempo è degradata visibilmente e di parecchio a causa del passaggio di Autotreni con materiali edili per la costruzione di un immobile che è già alle rifiniture!
    Non credete che sia ora di darsi una svegliata o, come sempre, ci si sveglierà solo poco prima delle elezioni?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome