Home ATTUALITÀ Ponte Milvio – arrestati due scippatori grazie all’iPhone

Ponte Milvio – arrestati due scippatori grazie all’iPhone

Nella mattinata di ieri, giovedì 10 febbraio, una signora, mentre è alla guida della sua auto in una delle traverse di Corso Francia, nota che due ragazzi, a bordo di uno scooter, la stanno seguendo. Memore di una rapina già subita, la donna inizia a fare alcuni giri “a vuoto” e notando che i ragazzi ancora le sono dietro ha la netta conferma che i due stanno proprio seguendo lei. Nel frattempo giunge nei pressi di Ponte Milvio e con il proprio iPhone, sempre guidando in mezzo al traffico, chiama il 113.

 L’operatore, mentre allerta le pattuglie in zona, la invita ad indirizzarsi verso il Commissariato Ponte Milvio. La donna, giunta però su piazzale Ponte Milvio, vede un Vigile Urbano e decide di chiedergli aiuto raggiungendolo a piedi. Ferma la sua auto, vorrebbe scendere ma nello stesso momento si vede affiancare dallo scooter mentre il ragazzo seduto dietro tenta di strapparle il rolex dal polso.

L’intrepida signora non si perde d’animo. Con una mossa fulminea riesce a sottrarre il polso dalla morsa dello scippatore e con freddezza, usando l’iPhone che ancora tiene nella mano destra, scatta una foto da far invidia al miglior reporter di cronaca: con un solo clic blocca l’immagine della targa dello scooter ed il volto del passeggero che, per sua disgrazia, aveva anche alzato la visiera del casco. La neo-fotografa trova quindi rifugio nel vicino Commissariato Ponte Milvio. Qui gli investigatori, diretti dal Primo Dirigente Dott. Buonocore, si attivano dividendosi in due squadre; una analizza la foto e l’altra, a bordo di una macchina “civetta” inizia a pattugliare la zona con l’ormai celebre fotografia ben visibile sul cruscotto.

E non c’è scampo per i due scippatori che, nel giro di pochi minuti, vengono intercettati a largo di Vigna Stelluti mentre, sempre con la stessa tecnica, stanno cercando un’altra vittima. Con un azione rapida ed efficace i due investigatori, con l’aiuto di Agenti in divisa dello stesso Commissariato, li bloccano sul fatto.

I due, P.G e C.M. sono romani, rispettivamente di 37 e 26 anni, già noti alle forze dell’ordine. Dopo gli accertamenti di rito, con l’accordo del Magistrato di turno, sono stati tratti in arresto. Verranno processati per direttissima questa mattina. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Fantastica , assolutamente fantastica !
    Sfido chiunque a dire che avrebbe potuto fare altrettando o meglio.
    Eppoi dicono delle donne …
    Complimenti.

  2. Un sacco di belle cose Rosanna , credimi.

    Comunque sia quel “Eppoi dicono delle donne …” l’ho volutamente inserito.
    Sapevo che qualcuno/a non avrebbe resistito a chiederlo .. un po’ come Roger Rabbit non riesce a resistere al tamburellare sul muro del ritmo de “mazza la vecchia…..col flit” ! E curioso si fa scoprire.
    Ciao.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome