Home ARTE E CULTURA Cassia – Una farfalla sull’asfalto al Museo Crocetti

Cassia – Una farfalla sull’asfalto al Museo Crocetti

Alle 18 di oggi, venerdì 28 gennaio, presso il Museo Crocetti, via Cassia 492, l’Associazione Culturale HERMES 2000 rende omaggio alla socia Gabriella Valli, scrittrice e poetessa scomparsa nell’agosto dello scorso anno, e lo fa presentando il suo ultimo libro pubblicato dopo la sua morte: “Una farfalla sull’asfalto”, edito dalla Casa editrice Pagine. L’opera è una raccolta di riflessioni che Gabriella Valli ha scritto, come in una sorta di diario, su una serie di avvenimenti personali e di attualità.

Il libro copre un arco temporale di 365 giorni, dal 1990 al 1991, e mostra uno spaccato della vita interiore, delle emozioni più intime e dei pensieri più profondi della scrittrice romana, mettendone a nudo le contraddizioni fra gli impulsi della donna forte e volitiva con le tenerezze e le apprensioni di una madre.

“Perché questo era Gabriella Valli – sottolineano da Hermes 2000 a VignaClaraBlog.it -: una scrittrice appassionata e impegnata in mille battaglie contro il disgregamento dei valori veri e autentici ma anche una donna fragile e ferita nei suoi sentimenti e nelle sue aspettative. Già dal titolo del libro si percepisce il suo dibattersi nella sofferenza di vivere in una società troppo materialista e superficiale, dove la famiglia si vede ormai privata della legittima funzione di perno fondante del vivere insieme e i sani principi sono divenuti l’eccezione e non più la regola.
È lei la farfalla che sbatte le ali convulsamente sull’asfalto freddo e ruvido della vita moderna, così ricca di tecnologia e di progresso scientifico ma altrettanto povera di spiritualità.”

La presentazione del libro di Gabriella Valli vuole essere una ulteriore testimonianza da parte di HERMES 2000 del costante ricordo di questa scrittrice, che tante energie ha speso per affermare i suoi credo e le sue convinzioni.
L’incontro sarà condotto da Luisa Cocci dè Rossi e avrà come relatori il critico letterario Plinio Perilli, e gli scrittori Aldo Bello e Ruggero Marino.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome