Home ATTUALITÀ Vigna Clara – Quel posto auto è riservato o no?

Vigna Clara – Quel posto auto è riservato o no?

“Ore 11.00 di sabato 18 dicembre, mentre faccio gli ultimi regali di Natale in Via di Vigna Stelluti, dal negozio sento il fischietto dei Vigili. Il negozio si svuota, tutti corrono veloci a spostare le macchine ferme in doppia fila con le quattro frecce ‘diligentemente’accese”.
Inizia così il racconto di Enrico Argenziano, testimone casuale di un fatto curioso accaduto questa mattina a Vigna Clara.

“Dopo pochi minuti, attraversando per andare sul marciapiede opposto  – continua Enrico –  assisto alle lamentale di una signora che segnalava al Vigile una macchina ferma nel posto riservato ai diversamente abili senza l’apposito contrassegno. Mi avvicino per curiosare e noto che effettivamente ci sono due macchine parcheggiate, una con contrassegno e l’altra, piena di pacchi dono, senza nessun contrassegno”

“Ad un certo punto sento il Vigile che dice No signora, questo cartello non è piu’ valido; alzo la testa e controllo: il cartello appare del tutto regolare, come lo sono le strisce gialle a terra che delimitano lo spazio riservato.

“Allora mi sono chiesto: perché 5 minuti prima il nostro Vigile era infuriato con tutti e fischiava come un arbitro pronto ad assegnare un giusto rigore alle auto in doppia fila ed ora, quando è evidente l’infrazione, inventa una scusa per non multare l’autovettura e chiederne la rimozione ,  fatto che, come sappiamo, oltre ad una forte ammenda causa anche la perdita di due, purtroppo solo due punti sulla patente ?”

“Faccio una proposta – conclude Enrico – applichiamo anche a Roma quanto già accade in diverse cittadine di Italia dove sotto il cartello per diversamente abili ci sono anche due righe che dicono: se vuoi il mio posto prenditi anche il mio handicap.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO!!!
    Li ho visti a Salerno che è diventata una città CIVILISSIMA E VIVIBILISSIMA! Mentre qui a Roma ognuno fa come vuole e resta impunito perché ai vigili costa troppa fatica e troppe scartoffie fare delle multe e chiamare il carro attrezzi… e intanto la gente calpesta i diritti (pochi) di persone che sono state meno fortunate (ne so qualcosa…)!!! Che città incivile!

  2. Bisogna controllare sul retro del cartello se ci sono gli estremi della delibera municipale e se c’è un limite di validità. Può darsi che veramente il segnale fosse scaduto. Nel qual caso sarebbe bene ovviamente rimuoverlo per evitare equivoci.

  3. SULLA PASSIVITà (O AL CONTRARIO ECCESSIVA)ATTIVITà DEI NS.vIGILI CI SAREBBE TANTO DA DIRE.
    AD ESEMPIO I MARCIAPIEDI DI VIA DELLA FARNESINA NEL TRATTO CHE VA DALL’ASILO NIDO A PIAZZA MOIZZO ED OLTRE SONO PER LARGA PARTE INAGIBILI PER IL PROTENDERSI SUGLI STESSI DI EDERE, RAMPICANTI, ROBINIE, RAMI SECCHI O FRONZUTI DI ALBERI ECC.ECC. HO FATTO PRESENTE PIù VOLTE IL DISAGIO (E L’ENORME SPORCIZIA PER LE FOGLIE CADUTE) AI VIGILI di passaggio (RARI):MA CON ESITO ASSOLUTAMENTE NULLO. !!!!
    SO CHE IL REGOLAMENTO COMUNALE PRESCRIVE L’ALTEZZA E LE DIMENSIONI DELLE RECINZIONI A VERDE DA PARTE DEI CONDOMINI: OLTRETUTTO GLI AMMINISTRATORI DEGLI STABILI SONO TENUTI A PAGARE CON TEMPESTIVITà PER NON INCORRERE IN DEFATIGANTI CONTANZIOSI, CON BENEFICIO PER LE CASSE COMUNALI E DI….NOI POVERI PEDONI.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome