Home ATTUALITÀ Campidoglio – ecco il bilancio 2010

Campidoglio – ecco il bilancio 2010

alemanno2.jpgDi circa 5 miliardi sarà il bilancio complessivo del Comune di Roma. Parola del Sindaco Alemanno che ieri, all’Auditorium , alla presenza dell’intera giunta, lo ha presentato ad una platea di imprenditori e rappresentanti di istituzioni e associazioni romane. “Sarà un bilancio duro e serio ma che servirà per uno scatto morale da dare alla città, una città che non deve apparire cinica, rassegnata o addirittura beffarda ma deve avere la forza per guardare al futuro” ha dichiarato il Sindaco snocciolando le cifre.

La lunga relazione del Sindaco, riferisce l’agenzia ASCA, e’ iniziata partendo dalle cifre dell’attuale debito comunale, accertato nei giorni scorsi sulla cifra di 12,2 miliardi di euro. La manovra del 2010, ha detto Alemanno, sara’ di 210 milioni a fronte di un bilancio di circa 5 miliardi. Di questi, il Comune ne spendera’ 120 per partire con il waterfront di Ostia, 22 milioni per l’allargamento della via Tiburtina, 35 per la metro B1 nel tratto Conca D’oro-Jonio, 20 per la linea C, 40 per il Ponte sulla Scafa, 13 per l’Asse viario parallelo a viale di San Basilio, 5 per l’acquisto di nuovi treni per la linea A. Altri grandi investimenti saranno quelli dedicati alla metro leggera Anagnina-Torre Angela, per il finanziamento dell’entrata in pre-esercizio della linea C, per le infrastrutture digitali come la banda larga e la fibra ottica, il piano fogne e quello luce .

Sul fronte spese sociali, scuola e sicurezza il sindaco è stato categorico: ”La spesa sociale non si tocca” ha assicurato Alemanno spiegando che questa restera’ inalterata rispetto al 2009. Per il 2010 tuttavia e’ prevista una rimodulazione delle tariffe per gli asili nido che portera’ nelle casse comunali un maggior gettito di 3,7 milioni di euro che servira’ a creare 427 nuovi posti nido e 525 nuovi posti della scuola dell’infanzia. Per quanto riguarda la sicurezza il Sindaco ha assicurato l’assunzione di 391 agenti di Polizia Municipale già in graduatoria ed investimenti per circa 15 milioni, di cui 3,6 per mezzi ed attrezzature ed 11 per le spese correnti. Sul fronte decoro, sarà finanziata l’implementazione di venti squadre di pronto intervento per cancellare scritte e curare la manutenzione urbana, una “cabina di regia” per controllare il degrado in città e l’attività degli operatori Ama.

Come preannunciato da Alemanno, i sacrifici cominceranno dal Campidoglio, in particolare con la razionalizzazione delle spese: un recupero di circa 69,2 avverrà tramite l’istituzione della centrale unica acquisti, gli accorpamenti di aziende partecipate e dei relativi consigli di amministrazione ed un taglio del 10 per cento sugli stipendi di Sindaco, Assessori, Consiglieri comunali, dirigenti e manager.
Un ”no” deciso il Sindaco lo ha pronunciato contro una ulteriore riduzione dell’indennita’ dei consiglieri comunali e contro l cancellazione dell’indennita’ dei consiglieri municipali. ”Come si sa gia’ – ha ribadito – non sono favorevole”. Infine una richiesta all’Esecutivo: ”Chiediamo al Governo che, con un emendamento parlamentare per il piano di rientro conceda 50 milioni in piu’ al contributo strutturale che il Governo deve versare a Roma”.

Ora il bilancio proseguirà il suo iter, spiega il sito del Campidoglio: da martedì 22 la manovra economica sarà oggetto di confronto con il tavolo di concertazione per Roma Capitale, che coinvolge tutte le parti sociali. Mercoledì 23, poi, sarà la volta dell’assemblea dei presidenti di Municipio.
La manovra arriverà all’approvazione in Giunta il 25 giugno. Da quel momento i Municipi e il Consiglio Comunale avranno più di un mese per approvare definitivamente il bilancio del Comune entro il 31 luglio, termine previsto per legge. In corso di iter istituzionale potranno essere presi in esame e approvati gli emendamenti presentati dai partiti, dai Municipi e dalle forze sociali.
Per il dettaglio dei dati e delle voce d’intervento è sufficiente cliccare qui. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome