Home AMBIENTE Retake Roma a Ponte Milvio: domani la maratona di pulizia

Retake Roma a Ponte Milvio: domani la maratona di pulizia

Domani, sabato 12 giugno,  dalle 10:00 alle 14:00 presso il Piazzale di Ponte Milvio a Roma si svolgerà la maratona di pulizia organizzata da Retake Roma e dal Comune di Roma con l’obiettivo di restituire Ponte Milvio  nella sua originaria bellezza alla comunità locale.

Detergenti, spazzole, mascherine protettive e pennelli per i partecipanti saranno forniti da Comune di Roma e Ama che garantiranno anche l’assistenza tecnica dei propri addetti a garanzia della riuscita. In particolare i partecipanti saranno divisi in 4 squadre: 3 (rimozione erba, graffiti e riqualificazione aree) saranno attive sul Ponte coordinate dai Tecnici del Comune (in quanto interventi sui monumenti ed edifici storici)  la 4° coordinata da Retake Roma si occuperà della rimozione dei graffiti e dei manifesti abusivi presenti sul resto della piazza.

L’evento, che rientra nell’ambito di un’agenda di eventi dedicati al recupero urbano già svoltesi dall’inizio del 2010 a Trastevere, Prima Porta, l’Eur e sulla Cassia, vedrà la partecipazione di numerosi studenti delle scuole di Roma oltre alla partecipazione spontanea dei cittadini aderenti all’iniziativa.
L’iniziativa, che sta riscuotendo sempre maggiore favore sia da parte dei partecipanti, sempre più numerosi soprattutto tra i ragazzi, sia da parte dei residenti e i commercianti dei quartieri interessati, sarà replicata in diversi quartieri della città attraverso eventi in fase di pianificazione.
Retake Roma è un nuovo movimento no profit e apartitico di cittadini che operano volontariamente per recuperare gli spazi urbani dal degrado e ha l’obbiettivo di diffondere una nuova visione civica della città.

retakepm.JPG

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Sono felice per l’iniziativa di Retake Roma.Ma come si fa a restituire a Ponte Milvio ” la sua originaria bellezza”.Si dovrebbe cominciare a togliere ciò che i barbari che ci amministrano hanno permesso di mettere,e cioè, a cinque metri dallo storico ponte,un negozio ambulante di cibarie, illuminato a giorno, che pare voglia dire “in hoc signo…dissipamus”.Per non parlare dell’altra meraviglia: un’auto,dico UNA AUTOMOBILE, issata in alto a coprire la Torretta con orologio,altro gradevole angolo del piazzale,oggetto di attenzione da parte del Valadier.
    Inoltre,udite udite,addetti dell’Ama che istallano alle ore 23 circa panchine e porta rifiuti proprio davanti al succitato ristoro ambulante.
    E,da ultimo ma non meno beffardo,l’inizio alle 22,30,quando la “movida” devasta le strisce pedonali e i marciapiedi da almeno quattro ore,il timido tentativo di una improbabile ztl.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome