Home ARTE E CULTURA Roma – Siti archeologici e musei aperti nel week-end di Pasqua

Roma – Siti archeologici e musei aperti nel week-end di Pasqua

foro-romano.jpgDomenica 4 aprile e lunedì 5 aprile gran parte dei musei, monumenti e siti archeologici statali rimarranno aperti a pubblico e turisti. Il ministero dei Beni Culturali comunica che a Roma sarà possibile visitare tutti i siti della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici, tra cui Colosseo, Foro Romano e Palatino, gli Scavi di Ostia Antica, le diverse sedi del Museo Nazionale Romano – Crypta Balbi, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo – le Terme di Caracalla, il Museo Nazionale dell`Alto Medioevo, il Museo della via Ostiense.

Tombe Latine, Villa dei Quintili e Villa Capo di Bove saranno visitabili invece nel solo giorno di Pasqua. Sempre a Roma, rimarranno aperte sia domenica che lunedì tutte le sedi del Polo Museale: Galleria Borghese, Castel Sant`Angelo, Galleria Corsini, Galleria Spada, Palazzo Barberini, Palazzo Venezia e il Museo degli Strumenti Musicali.  Nella Capitale sarà possibile visitare anche il Museo d`Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’, la Galleria Nazionale di Arte Moderna e, nella sola giornata di lunedì, il Museo Preistorico Etnografico ‘Luigi Pigorini.

Per ogni informazione su orari di apertura, prenotazioni ed eventuale costo del biglietto è attivo un call center nazionale che risponde al numero verde 800991199, gratuito per chiamate da telefonia fissa effettuate dal territorio italiano. Il servizio è accessibile tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Fa piacere che il Comune abbia predisposto aperture di siti archeologici e musei per offrire alternative a rimanere inscatolati nelle auto su strade intasate in giorni con bollini rosso.
    Peccato che le famiglie con bambini piccoli che già programmavano di recarsi nel parco attrezzato in via di Villa Lauclhi inaugurato sabato scorso lo troveranno chiuso a causa dei lavori in corso.
    E questa settimana in tanti sono rimasti delusi dopo aver scelto la stessa meta, dato che con asili e scuole chiuse di bambini in giro per Vigna Clara e dintorni, affidati soprattutto alle nonne e ai nonni, se ne sono visti molti.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome