Home ATTUALITÀ Flaminio – al Pala Tiziano grandi e piccoli si sono ‘schienati’ negli...

Flaminio – al Pala Tiziano grandi e piccoli si sono ‘schienati’ negli assoluti di lotta greco romana e nel II Trofeo Ludus Magnus

Sabato e domenica 13 e 14 marzo, al Pala Tiziano si è svolto il 107° Campionato Assoluto di Lotta greco-romana e il 2° Trofeo Ludus Magnus riservato ai giovanissimi che si affacciano alla pratica di questo sport. Sono state numerose le società e gli atleti che vi hanno partecipato da tutta Italia.

Con inizio alle ore nove, dopo le operazioni del peso, nella prima giornata hanno avuto inizio gli assoluti di greco-romana che hanno visto la partecipazione di oltre 140 atleti suddivisi in sette categorie di peso: gli incontri si sono tenuti sulle tre ‘materassine’ allestite all’interno del palazzetto. Tra i responsabili delle società e gli atleti numerose le presenze importanti: da Maenza, due volte medaglia d’oro olimpica nella categoria dei “mini-mosca”, al bravissimo Minguzzi oro nell’Olimpiade di Pechino e all’altrettanto bravo Magni atleta delle Fiamme Oro,dodici volte Campione d’ Italia.

[GALLERY=732]

La seconda giornata ha visto invece lo svolgimento del 2° Trofeo Ludus Magnus organizzato dalla Associazione Ubi Marjores coadiuvata dalla Società Borgo Prati di Roma: scopo della manifestazione è quello di promuovere e pubblicizzare questo sport considerato “minore”.  La partecipazione al Torneo è stata massiccia perché sulle materassine si sono incontrati circa 200 giovani provenienti da tutta Italia suddivisi nelle categorie fanciulli-ragazzi-esordienti-cadetti e cadetti juniores. La categoria di peso più bassa? Quella dei 30 chilogrammi! Bambini e ragazzi hanno dato vita ad una serie di incontri che nulla hanno da invidiare a quelli degli adulti: stessa determinazione e grinta hanno caratterizzato le prestazioni di questi giovanissimi atleti che sotto lo sguardo di allenatori e genitori, hanno dato il meglio di sé. Sorrisi di gioia, qualche lacrima e pochi infortuni, risolti nel giro di pochi minuti, sono stati gli ingredienti di una giornata dedicata ad uno sport di grande qualità.

[GALLERY=733]

L’elevato numero di ragazzi partecipanti è il frutto di un intenso lavoro delle Società sportive, poco conosciute ma molto attive. E’ il caso della Borgo Prati che oltre ad aver concorso all’organizzazione del Trofeo vanta nelle sue file un vero e proprio vivaio di giovanissimi: ragazzini dai 5 ai 12 anni che sotto la guida del giovane maestro Filippo si allenano tre volte la settimana nella palestra di Via Tommaso Campanella. Al Ludus Magnus la Società ha iscritto ben venticinque bambini, un record assoluto. La Società Sportiva Borgo Prati, attiva da oltre 100 anni, vanta nelle sue file campioni italiani ed europei non solo nella disciplina della lotta ma anche nel sollevamento pesi e nelle arti marziali.

[GALLERY=734]

A margine di questa manifestazione sportiva una sola nota stonata: l’assenza della grande stampa e televisione che evidentemente considerano la lotta uno sport “minore”. In effetti la lotta, sia libera che greco-romana, continua ad essere misconosciuta ed ignorata non solo dalle Istituzioni e sponsor ma anche dal pubblico “sportivo” che pur non conoscendola la considera una disciplina violenta e brutale. Nella realtà non c’è niente di più falso.
La lotta, sport antichissimo e tra i primi ad essere inserito nelle competizioni olimpiche, è uno disciplina che richiede spirito di sacrificio, coraggio e intraprendenza ma soprattutto rispetto per l’avversario che deve essere “schienato” applicando regole ferree. E’ inoltre uno sport che forma il carattere soprattutto quello dei più giovani perché come in tutti gli sport di combattimento, il contatto diretto con l’avversario, crea autostima e determinazione. Vedere due bambini (o bambine) di sei anni che pesano neppure 30 chilogrammi che si affrontano con lo spirito e la grinta di eroi omerici, classifica questa disciplina come il più nobile degli sport.

Francesco Gargaglia

*** riproduzione riservata ***
Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome