Home ATTUALITÀ Campidoglio – d’ora in poi obbligatorio concordare coi Municipi interventi sulla disabilità

Campidoglio – d’ora in poi obbligatorio concordare coi Municipi interventi sulla disabilità

disabili.jpgVia libera a un’importante modifica del regolamento della Consulta Cittadina Permanente sulla Disabilità che d’ora in poi sarà obbligata a condividere con le consulte dei 19 Municipi romani iniziative e progetti per i cittadini disabili. Si potranno così meglio identificare le reali necessità e i bisogni fondamentali delle persone con disabilità presenti nei singoli territori di ciascun municipio.

A dare l’annuncio è stato l’assessore capitolino alle Politiche Sociali, Sveva Belviso, tramite il sito web del Comune. La giunta ha approvato infatti una delibera che stabilisce un nuovo modo di operare: in pratica il provvedimento introduce una modifica nella vecchia delibera istitutiva della Consulta prevedendo che l’organismo centrale agisca sempre d’intesa con le consulte municipali.

Stop, dunque, alle decisioni prese esclusivamente dall’alto su una materia così complessa, fatta di innumerevoli aspetti e implicazioni concrete, spiega il sito.

Per i Municipi, l’impegno di “un occhio sempre più attento alle problematicità del territorio” e il compito di “rappresentare a livello centrale, tramite la Consulta Cittadina, le istanze delle associazioni di categoria, del Terzo Settore e delle famiglie. Un esempio di proficua sussidiarietà – conclude Belviso – grazie al quale le esigenze dei disabili saranno recepite non più in modo decontestualizzato ma con una visione a 360 gradi, calata nella realtà quotidiana e in grado di generare politiche di sostegno realmente efficaci”.

Condivisione di scelte e strategie col territorio dunque.
Ma la domanda è: cosa accadrà in quei Municipi dove la consulta nei fatti non c’è o se c’è è congelata da tempo come pare sia nel XX Municipio? L’abbiamo posta al consigliere Giorgio Mori, presidente della commissione per le Politiche Sociali del XX Municipio, che così risponde a VignaClaraBlog.it: “Accade che l’amministrazione comunale si trova a non ricevere risposte sufficienti ed idonee per poter effettuare scelte politiche sugli investimenti. Credo sia opportuno portare al voto del Consiglio municipale, entro un mese, una proposta di delibera ad iniziativa consiliare sulla riattivazione della consulta con relativo regolamento. Analogamente confermo quanto anticipato sulla volontà espressa dalla commissione di riattivare, a breve, anche i tavoli dei bisogni sociali, in collaborazione tra uffici sociali municipali e ASL“.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome