Home ATTUALITÀ Dove fa colazione Babbo Natale?

Dove fa colazione Babbo Natale?

Al termine dell’articolo, per voi la ricetta del Panettone di Babbo Natale

Babbo NataleVe lo confessiamo: sapete dove farà colazione dopo aver consegnato i regali Babbo Natale? No? Ovvio, non lo sa quasi nessuno. A noi l’ha sussurrato per sbaglio una delle sue renne: al “Caffè Fleming”. Scelta inevitabile per il panciuto signore vestito di rosso: lì, al “Caffè Fleming”, le feste sono un rito e un serio impegno e si possono trovare – anzi, si trovano! – qualità, bellezza e sobrietà.

Esposizione NataliziaFra l’altro Babbo Natale quest’anno troverà oltre alla tradizionale e rinnovata produzione artigianale  di dolci natalizi, vere e proprie novità , prodotti della casa, regionali e provenienti dal mondo, dolciumi e caramelle, cioccolata, vini e spumanti oltre a champagne delle migliori marche. Il tutto in collaborazione con il gruppo  per una sinergia pronta a proporre perfino champagne francesi.

Moet HennessyNeanche a dirlo, al “Caffè Fleming” esiste una selezione di vini e spumanti delle migliori cantine che si sposano a meraviglia con i dolci. Un esempio? Il moscato “senza nome”della storica cantina piemontese Braida, il barolo chinato (da abbinare al cioccolato), il moscato della cantina Ceretto, piemontese doc, senza trascurare i prodotti del Lazio che ha raggiunto ottimi livelli qualitativi.

Del resto è cosa nota, uno come Babbo Natale sa il fatto suo. Forse è per questo che i cesti natalizi se li è fatti confezionare al “Caffè Fleming, visto e considerato che rappresentano una consuetudine del locale.

Panettone di Babbo NataleE non ha disdegnato i panettoni, produzione “propria” talmente prelibata che il buon Babbo Natale ha chiesto perfino la ricetta. Noi, d’accordo con quelli del “Caffè Fleming”, abbiamo deciso di passarla anche a voi.

Preparazione per 7 panettoni:

Primo Impasto
Lievito naturale: Grammi   500
Zucchero: Grammi  550
Tuorli: Grammi   400
Acqua tiepida: Grammi   800
Farina Manitoba: Grammi  2000
Burro o Margarina: Grammi    500

Primo procedimento

Sciogliere lo zucchero in metà dell’acqua, ammorbidire la margarina, impastare il lievito con lo zucchero aggiungere le uova, la farina e la rimanente acqua un po’ alla volta fin quando l’impasto non diventi liscio ed omogeneo-

Secondo Impasto
Farina Manitoba: Grammi 500
Zucchero : Grammi 375
Burro o Margarina: Grammi  250
Tuorli: Grammi 200
Sale: Grammi 21
Uva Sultanina: Grammi  1000
Arancia candita: Grammi     500

Secondo procedimento

Prendere il primo impasto ed aggiungere la farina, lo zucchero e dopo qualche minuto che avete iniziato ad impastare aggiungere a poco a poco le uova.
Dopo circa venti minuti che impastate aggiungere la margarina precedentemente ammorbidita e l’acqua un po’ per volta.
Quando l’impasto e diventato liscio ed omogeneo tagliate a pezzi di circa 1050 gr. mettere nello stampo ed aspettare che lieviti triplicando la sua massa, infornare a 180° -190° per un’ora.

I suggerimenti di VignaClaraBlog.it

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Cosa si aspetta a ripristinare la segnalettica orizzontale ( striscie, segnali di stop e quant’altro) nella Piazza Giuochi Delfici? Ad esempio l’attraversamento della piazza al liimite con la Cassia è veramente pericoloso … Auguri da tutti!

  2. infatti, d’accordo che sulle strisce avvengono tanti investimenti di pedoni, ma attraversare Piazza dei Giuochi Delfci dove le strisce sono completamente scomparse è quasi come puntarsi alla tempia ina pistola a tamburo carica

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome