Home ATTUALITÀ Comune di Roma condannato in Cassazione: multa errata se orario ZTL non...

Comune di Roma condannato in Cassazione: multa errata se orario ZTL non aggiornato

ztl.jpgIl Comune doveva darne idonea pubblicità’ modificando la segnaletica – In Cassazione il Comune di Roma ha perso una causa intentata da un  automobilista che ha contestato una multa  per essere entrato nella zona a traffico limitato in un orario da qualche giorno divenuto «non consentito» per effetto di una delibera della Giunta Comunale non pubblicizzata.

L’automobilista nonché avvocato, Bruno C., aveva contestato al Giudice di Pace la sanzione inflittagli per essere entrato nel varco alle 19 del 15.12.2004  facendo presente che l’orario consueto di chiusura dei varchi era dalle otto e trenta del mattino alle diciotto del pomeriggio, come scritto sul cartello d’accesso alla ztl.
Ma il Giudice di pace – spiega Leggonline.it – aveva confermato la sanzione ritenendo sufficiente, per convalidare la multa, la circostanza che il Comune, con una delibera del primo dicembre, avesse allungato – dal 9 al 23 dicembre, fino alle ore 20 – l’orario ‘off limits’ della ztl al fine di evitare che il centro si congestionasse per lo shopping natalizio.

Innanzi alla Suprema Corte, Bruno C. – con successo – si è difeso sostenendo che lui non poteva essere a conoscenza della delibera poichè nessuna segnaletica, in corrispondenza dei varchi, informava che l’orario d’accesso era stato modificato. Questa tesi è stata pienamente condivisa dai supremi giudici che hanno stracciato la multa e condannato il Campidoglio a rimborsare a Bruno C. i 520 euro spesi per il ricorso al Gdp, e a pagare 600 euro per il giudizio di Cassazione, di cui 400 come rimborso delle spese legali che andranno nelle tasche dell’avvocato multato che si è difeso da sè.

«Se con delibera si prolunga, in un determinato periodo dell’anno, l’orario della ztl – scrive la Cassazione nella sentenza 23661 – il Comune deve darne idonea pubblicità, modificando la segnaletica posta all’ingresso dei varchi o in altri modi che consentano all’utente di essere adeguatamente informato».

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome