Home AMBIENTE Roma – tornano le domeniche ecologiche e le targhe alterne?

Roma – tornano le domeniche ecologiche e le targhe alterne?

targhe.JPGContrariamente a quanto affermato un anno fa dall’assessore capitolino all’ambiente, Fabio De Lillo, per il Sindaco di Roma non è escluso che nella capitale tornino le giornate a targhe alterne e le domeniche ecologiche. “Non sono escluse, se le condizioni di inquinamento saranno di un certo tipo e se si supereranno certe soglie”.

E’ quanto detto dal sindaco Gianni Alemanno a margine del convegno in Campidoglio “Impatto dell’inquinamento ambientale sulle malattie respiratorie: emergenza influenza”, nonostante che l’assessore Fabio De Lillo, presentando a settembre 2008 la due giorni di convegno “Roma per Kyoto”con 27 capitali europee, ebbe a dire categoricamente: mai più domeniche ecologiche perchè “erano un modo per buttare via 180 mila euro per gli straordinari dei vigili urbani”.
Riguardo alle targhe alterne, sempre nella stessa occasione, venne addirittura coniata la teoria del fumatore. “Sarebbe come dire ad un fumatore di non toccare le sigarette solo il giovedì – disse De Lillo – le targhe alterne sono un provvedimento completamente inutile ed antidemocratico” (leggi qui)

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Dato per assunto che le targhe alterne sono assolutamente inutili (o meglio servono solo ad invogliare le persone a comprare macchine nuove che non subiscono tali provvedimenti), mi fa ridere che quando le faceva Veltroni gli esponenti del centrodestra capitolino si stracciava le vesti; oggi che tocca a loro fare qualcosa non sono in grado di trovare qualcosa di diverso.
    Michele G.

  2. E tre. De Lillo comincia a diventare imbarazzante anche per Alemanno.
    Uno dei peggiori assessori all’ambiente che il comune di Roma abbia mai avuto.

  3. alemanno fingeva di non sapere che il blocco delle auto non è una scelta ma uno stratagemma inderogabile per riportare l’inquinamento ai livelli obbligatori.
    l’ignoranza dei romani ha fatto il resto. complimenti ai suoi tanti elettori che si arrampicano sugli specchi su questo blog.

  4. Sarebbe da farci una bella targa con le dichiarazioni di questo Di Lillo e appenderla in bella mostra all’ingresso del Campidoglio. Così tutti avrebbero modo di rendersi conto di come può cadere in basso un’Istituzione.
    Basta con i ciarlatani improvvisati!! Avremmo bisogno di gente più seria e preparata.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome