Home ARTE E CULTURA Sapori Colti – Da oggi al Vittoriano Passaggi di cultura tra osterie,...

Sapori Colti – Da oggi al Vittoriano Passaggi di cultura tra osterie, ristoranti e trattorie di Roma

Sapori Colti - Da oggi al Vittoriano Passaggi di cultura tra osterie, ristoranti e trattorie di RomaSi inaugura oggi 20 Ottobre alla presenza del presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo la mostra “Sapori Colti. Passaggi di cultura tra osterie, ristoranti e trattorie di Roma” a cura di Paolo Di Giannantonio famoso giornalista della RAI.

La mostra, ospitata dal 21 ottobre al 15 novembre 2009, presso il Complesso del Vittoriano, vuole raccontare Roma attraverso le tracce che personaggi illustri hanno lasciato in osterie, taverne e ristoranti della città.

[GALLERY=552]

“L’idea  – dice Paolo di Giannantonio – curatore con Alessandro Nicosia della mostra – mi  è venuta un po’ per volta, a cominciare dalla sera di una decina di fa, quando in una nota pizzeria chiesero a me – giornalista televisivo – di scrivere un pensiero a ricordo del mio passaggio, su una paletta di legno di quelle utilizzate, appunto, per servire le pizze a tavola. Mi chiesi come si erano comportati coloro che mi avevano preceduto. E andai a vedere. Anzi ad osservare: c’erano anche pensieri e disegni gustosi, stimolanti, divertenti.”

[GALLERY=553]

Evidente il valore storico di queste testimonianze che attraversano oltre un secolo di vita italiana. Nei libri di alcuni ristoranti si ritrovano i “sapori” e le atmosfere della Roma capitale di una Italia che usciva, piena di acciacchi ma anche di speranze, dalla Grande Guerra e che poi iniziava il cammino del Ventennio. Ci sono le illusioni del Fascismo e poi l’amaro epilogo della Seconda Guerra Mondiale. Poi l’arrivo degli americani, la ripresa, il boom degli anni ’60.

[GALLERY=554]

Tra gli oltre 500 pezzi esposti in mostra tra documenti, lettere, libri degli ospiti, fotografie, dediche, firme autografe, dipinti, disegni, illustrazioni, cartoline, caricature e memorabilia, alcuni più di altri meritano una particolare considerazione.

  • Uno specchio donato all’oste Angelino dalla Principessa Jolanda di Savoia, contessa Calvi di Bergolo come ringraziamento per i ripetuti invii di carciofini.
  • Le posate d’oro, donate al ‘Re delle fettuccine’ Alfredo dai divi del cinema Mary Pickford e Douglas Fairbanks per le sue famose fettuccine al doppio burro.
  • I disegni su tovagliolo di Federico Fellini.
  • Il bicchiere di Trilussa.
  • Versi autografi del poeta Sandro Penna
  • Le pale per la pizza con le dediche dei vips della musica e della televisione.
  • Decine di libri per gli ospiti contenenti disegni e dediche di personaggi illustri tra cui Jean Cocteau, Guglielmo Marconi, Benito Mussolini, Margherita Sarfatti, Ettore Petrolini, Filippo Tommaso Marinetti, Giovanni Gentile, Tazio Nuvolari, Primo Carnera, Indro Montanelli, Alberto Sordi, Adolfo Celi, Delia Scala, Enrico de Nicola, Thomas Mann, Giuseppe Ungaretti, Orson Welles, Anthony Quinn, Palmiro Togliatti, Roberto Benigni, Massimo Troisi, Aldo Fabrizi, Ugo Tognazzi, Oreste Lionello, Paolo Panelli, Dario Fo, Macario, Mike Bongiorno, Corrado, Fiorello, Anna Magnani, Michelangelo Antonioni, Claudia Cardinale, Charles Schultz, George Clooney, Matt Dillon, Gwyneth Paltrow, Whoopi Goldberg, Juliette Binoche, Mickey Rourke, i Beatles, i Rolling Stones, solo per citarne alcuni.

L’ingresso alla mostra è gratuito.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome