Home ATTUALITÀ Lavoravano al Policlinico Gemelli i due ricercatori che hanno scoperto un gene...

    Lavoravano al Policlinico Gemelli i due ricercatori che hanno scoperto un gene decisivo per i tumori

    ricerca.jpgAntonio Iavarone e Anna Lasorella, coniugi ed originari di un piccolo centro in provincia di Avellino, erano medici ricercatori presso l’Università Cattolica di Roma al Policlinico Gemelli di via Pineti Sacchetti quando nel 1999 l’abbandonarono fra le polemiche per il nepotismo imperante.

     Ieri Antonio Iavarone e la moglie Anna Lasorella, attualmente ricercatori alla Columbia University Medical Center di New York, hanno annunciato di aver scoperto un gene-chiave di uno dei più maligni tumori al cervello. Enorme il clamore, la notizia è rimbalzata sui media di tutto il mondo mettendo ancora una volta in luce l’arretratezza della ricerca in Italia.

    “Tutto nel sistema universitario italiano sembra fermo a dieci anni fa – ha dichiarato Antonio Iavarone – e l’Italia ha un sostanziale disinteresse nei confronti della scienza. Uno dei motivi per cui dopo le nostre proteste allora in Italia non si fece niente è perché quella situazione era generalizzata. E d’altro canto i governi che in Italia si sono succeduti in questi anni non hanno mai pensato di modificare il sistema della ricerca”.

    In cosa consiste la scoperta?  Lo spiega bene Il Salvagente.it  (red.)

    Visita la nostra pagina di Facebook

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome