Home ATTUALITÀ Cassia – arrestati due rapinatori

Cassia – arrestati due rapinatori

polizia.JPGQuesta notte agenti della Polizia di Stato, transitando in via Cassia nei pressi dell’ospedale Villa San Pietro, hanno notato due uomini che stavano fuggendo e che, alla loro vista, hanno nascosto alcuni oggetti nelle tasche.

I poliziotti li hanno subito bloccati, rinvenendo un portafogli ed una catenina d’oro appena rapinata. Dopo un breve giro di perlustrazione hanno individuato anche l’aggredito, un cittadino italiano abitante a poca distanza. Soccorso presso il vicino ospedale, l’uomo è stato medicato ed il referto è di alcuni giorni di prognosi per le contusioni riportate. I due fermati, identificati per S.I., rumeno di 47 anni e T.G., italiano di 28, sono stati tratti in arresto per rapina.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Il quartiere ha subito un netto peggioramento sotto il punto di vista della sicurezza.
    Non voglio dare patenti di responsabilità nè mi interessa, ma questa è la situazione attuale. Scippi, spaccio e rapine in casa sono ormai quasi all’ordine del giorno.

  2. Purtoppo la zona Cassia e’ frequentata da popolazione benestante e quindi questi episodi sebbene molto poco frequenti rispetto ad altre zone sono inevitabili ,per quanto riguarda i furti in appartamento la maggiorparte di giorno sono ad opera di nomadi minorenni che per buon volere degli scorsi governi sono protetti da sindacati e continueranno sempre a colpire in quanto non sono punibili e rimangono ancora a bivaccare con i campi ad un passo dalle abitazioni a spese nostre e sfornando figli(nuova manovalanza) usufruendo delle cure gratuite di Villa S.Pietro ,per quanto riguarda i furti notturni se ne occupano per lo piu’ rumeni ,moldavi e albanesi con la complicita’ della zona che da un lato si presenta piena di villini isolati e contornati da verde facili prede per questi lestofanti ,dall’altro residenze di milionari non protette da antifurto per la pigrizia di inserirlo di notte ,nonche’ finestre lasciate aperte ai piani bassi ,per lo spaccio e la prostituzione in gran parte e’ colpa e’ degli acquirenti piu’ la domanda cresce e piu il fenomeno dilaga ,al giorno d’oggi gia un ragazzo di 14-16 anni con la microcar circola tutta la notte senza vincoli di orario e con svariati euro in tasca e a questa eta’ il fine settimana si puo facilmente procurare anche stupefacenti ma sicuramente alcolici mentre 15-20 anni fa i minorenni la notte erano piu’ controllati e i genitori facevano ancora il loro mestiere tutto questo determina quindi un aumento di episodi sopraelencati ma dei quali non si puo colpevolizzare nessuno se non tutta la societa’ odierna ,le forze dell’ordine continuano a riepire i quotidiani con notizie di arresti e maxi sequestri ,sarebbe bello poi pubblicare anche il quotidiano del giorno dopo ,quando i magistrati dall’alto delle loro toghe rimettono in circolo il 90 % degli arrestati e gli restituiscono dopo semplici richieste poco motivate il materiale sequestrato alimentando ulteriormente il malcontento degli Agenti operanti e la poca credibilita’ della giustizia inducendo anche i “bravi” a delinquere .—

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome