Home ATTUALITÀ XX Municipio: corso gratuito di comunicazione televisiva

XX Municipio: corso gratuito di comunicazione televisiva

tg.jpgIl XX Municipio informa i residenti che, in collaborazione con Italia Sera, organizza un corso gratuito di comunicazione televisiva della durata di 3 mesi, dal 7 aprile al 7 luglio 2009 nelle giornate di martedi’ e giovedi’, dalle 20 alle 22 presso i locali del Centro Anziani di V.le delle Galline Bianche 81, nel quartiere Labaro.

Rivolto in particolare ai giovani da 18 anni in sù, il corso, stante le intenzioni del Municipio, dovrebbe permettere agli allievi di apprendere le tecniche di conduzione e d’impaginazione di un TG, nonché quelle di realizzazione di un reportage, inchiesta, conduzione di un dibattito e molte altre inerenti la comunicazione televisiva.

Il XX Municipio precisa inoltre che la partecipazione e’ riservata ai cittadini residenti nel suo territorio e che le domande di iscrizione potranno essere consegnate direttamente presso l’Ufficio Presidenza del Municipio, al terzo piano di Via Carlo Poma 9 oppure inviate tramite posta al Municipio Roma XX Via Carlo Poma 9, 00195 Roma. Per chiarimenti e informazioni contattare i seguenti numeri: 06.69620204/203/206. Per scaricare il modulo di iscrizione cliccare qui

Non possiamo pero’ non rilevare che nell’avviso pubblicato sul sito del Municipio non viene indicato il numero massimo di partecipanti e quali criteri di selezione verranno adottati qualora il numero di domande sia superiore ai posti disponibili. Pe una corretta e trasparente informazione riteniamo che queste informazioni debbano essere rese palesi nel piu’ breve tempo possibile.   (Red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Anni fa il XX Municpio organizzò proprio nell’aula del COnsiglio un analogo corso gratuito ma più generico in giornalismo.
    Occorreva, come in questo caso, iscriversi se non altro per assumersi ufficialmente l’impegno a parteciapre agli incontri e per ricevere l’attestato di partecipazione.
    Non era indicata e infatti non era prevista nessuna selezione.

    Immaginerei,quindi, che non essendo scritto da nessuna parte che si effettuerà una selezione questa di fatto non è prevista.
    Del resto anche le informazioni richieste nel modulo di iscrizione, non andando oltre i dati anagrafici (indispensabili perchè la partecipazione è legata al fatto di essere cittadini dle XX Muncipio e preferibilmente – ma non necessariamente – maggiorenti) e il titolo di studio, mi pare confermi proprio lche la selezione non è prevista.

    Stesso ragionamento per il numero di partecipanti che molto più semplicemente risulta essere libero.

    Modalità scelte anche da molti altri incontri formativi di qualità. Per restare nell’ambito giornalistici, quelli dell’UCSI ad esempio.

    Saluti

    Emanuela

  2. Ciò vuol dire che si iscrivono in 300 partecipano tutti e 300 ? Sia che uno abbia 80 anni piuttosto che 18 ? Che munifico municipio che abbiamo, corro ad iscrivermi anch’io, tanto è gratis……
    Ma relatori, strumenti, documentazione e apparecchiature sono gratis pure per il Municipio, cioè il soggetto che li fornisce lo fa per beneficenza o viene pagato dal Municipio ? E se viene pagato, perchè la scelta del fornitore non è stata oggetto di una gara pubblica come regola vorrebbe ? Controllate pure gente, non è stato mai messo a gara… è lecita la mia curiosità ?

  3. …E se si alzasse la cornetta del telefono per telefonare al XX Muncipio e magari anche a Italia Sera che organizza il corso per chiedere le dovue informazioni e fare le opportune verifiche prima di sollevare nuovi “casi”?

    Cosa che, immagino, tra l’altro farà la maggior parte delle persone interessate al corso?

    Sul numero dei partecipanti poi non sarei così ottimista. Anzi, credo che la maggior parte delle persone ne veranno a conoscenza non tanto attraverso il sito del XX Municipio ma proprio grazie a VCB.

    State bene

    Angela

  4. ….E se fosse il Presidente del Municipio a fare le cose con maggiore trasparenza nei riguardi dei cittadini come, per esempio, bandire delle gare pubbliche per le sue iniziative ? Ricordo che per tutte le attività culturali e sportive del 2009, anche per piccoli di importi da 4000/5000 euro a Dicembre è stato giustamnte emesso dall’assessore Perina un bando di gara che è l’unico strumento che garantisce la trasparenza. Il presidente è forse esentato da questa regola ? Sarebbe interessante saperlo, così si spiegherebbe non solo la scelta dell’organizzatore di questo corso per i giovani ma anche i 15000 euro pagati a una certa associazione Iride per organizzare due settimane fa per il presidente una convegno + cena. Anche in questo caso senza fare una gara per la scelta dell’organizzatore. Sarà pure giusto, basta saperlo, la curiosità di Pasquino mi sembra proprio lecita. Saluti. Carlo.

  5. la verità è che:
    1 – è assurdo che ogni cosa che venga fatta dal Municipio venga attaccata… rasentate il ridicolo…
    2 – cara redazione proprio non ce l’hai fatta a non commentare negativamente questa novità eh? “non possiamo non rilevare”…. ma va là….
    3 – scusate ma se si presenta in Municipio qualcuno con un bel progetto e il Presidente lo vuole finanziare (non so se questo progetto è costato soldi…) che c’è di male? che bisogna fare un bando pure su singole cose mirate? non esageriamo… e smettiamola di fare i diffidenti a prescindere….

    p.s. il popolo ha deciso chi lo deve governare. ora lasciate fare e se non vi piace cambieremo la prossima volta…. ma sentendo in giro piace e molto….

  6. Non voglio entrare nel merito politico di questa discussione però è corretto che tu sappia caro la verità che la pubblica amministrazione non ha la facoltà di acquistare beni e acquisire servizi da chi vuole, solo perchè quel prodotto è bello o quel servizio si presenta interessante. Una volta deciso che quel prodotto o quel servizio è ciò che serve, deve obbligatoriamente effettuare un bando di gara esplicitanto le caratteristiche, il prezzo massimo (= tetto d’asta), le condizioni di fornitura e quali saranno i criteri di selezione delle offerte che saranno usati dalla commissione valutatrice. E’ la legge, tutte le pubbliche amministrazioni devono applicarla, dal ministero al municipio, proprio per garantire i cittadini sul corretto e trasparente uso del denaro pubblico. Per il resto, ripeto, non entro nel merito. Ciao.
    Silvia Careddu

  7. Tutto questo dibattito mi sembra si basi sulla notizia apparsa sul sito del XX Muncipio dove si legge che

    “Il XX Municipio, in collaborazione con Italia Sera, organizza corsi gratuiti di comunicazione televisiva”.

    E’ una notizia non un bando o un documento ufficiale. Prendiamola come tale.
    Tra l’altro può molto semplicemente voler dire che il corso lo organizza Italia Sera e il Muncipio gli dà una sorta di “patrocinio” che nulla costa.

    E poi, riepto, se a qualcuno la cosa non è chiara basta alzare il telefono e chiamare XX Muncipio e Italia Sera. O forse, basta anche solo acquistare il giornale dove mi sembra plausibile che il corso venga pubblicizzato o che se ne parli.

    Angela

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome