Home ARTE E CULTURA Teatro Cassia – 8 marzo – 40 anni e sono ancora miaaa

Teatro Cassia – 8 marzo – 40 anni e sono ancora miaaa

Maria Letizia GorgaL’8 Marzo alle ore 21 al Teatro Cassia in Via San Godenzo 69, Maria Letizia Gorga sarà la protagonista dello spettacolo musicale “40 anni e sono ancora miaaa!!!” di Pino Ammendola, direzione musicale e arrangiamenti di Stefano De Meo.

Abbiamo raggiunto la cantante e attrice durante le prove. «Racconto delle storie attraverso le parole e la musica perche’ per me la musica e’ un veicolo eccellente per traghettare i contenuti. La canzone per me è la prosecuzione naturale di un racconto, non è una cosa a parte, approfondisce in maniera piu’ dolce, piu’ fruibile anche da parte del pubblico la storia.

Maria Letizia GorgaQuesto e’ quello che fa l’autore di questo recital, Pino Ammendola, che ha montato questo spettacolo come i suoi precedenti, “Osceno Novecento”e “Avec le temps, Dalida”, sempre con questa logica: raccontare una storia attraverso la parola, il ricordo e la canzone che diventa memoria ed espressione stessa del racconto. Quarant’anni di storia dell’universo femminile in un momento storico importante quando la donna incomincia a dare dignita’ a se stessa, dopo il ’68 i movimenti femminili hanno preso vita e hanno combattuto per ottenere diritti fondamentali di tutti i generi, quali aborto e divorzio.

Per la prima volta la donna ha preso voce in maniera forte e determinata senza dover delegare la propria espressione a nessuno. Nello spettacolo una figlia ricorda la propria madre che ha occupato il convento di Via del Governo Vecchio insieme alle sue compagne alla fine degli anni sessanta ed e’ incinta di lei, quindi un confronto fra due generazioni».

Maria Letizia GorgaDomandiamo alla Signora Gorga se sia emozionante interpretare  contemporaneamente una madre ed una figlia «Lo e’ per ogni figlio che parli della propria madre, quindi conflitti, ma grande amore. Questa madre non c’e’ piu’». In un’ora e mezzo di spettacolo saranno circa 15 le canzoni che la cantante interpreterà dal vivo con 4 musicisti in versione pop – rock: da quelle sulla guerra di Joan Baez, fino a quella piu’ recente di Elisa, Luce, passando per pezzi cantati sempre da donne sulle donne: Fiorella Mannoia, Mia Martini, Ornella Vanoni, anche Rino Gaetano quando si parla delle “lucciole“, donne che hanno scelto un’altra via “Gianna” che parla ironicamente di loro con grande amore. “Credo che in questo momento storico in cui purtroppo c’e’ una recrudescenza della violenza sulle donne e anche la guerra e’ un argomento troppo presente, veicolare in maniera leggera dei contenuti validi sia importante”.

Prima di lasciarci Maria Letizia Gorga ci confida “desidero che il recital sia una festa collettiva come lo erano i primi momenti di associazione delle donne che si riunivano non solo per discutere ma per cantare e fare festa. L’8 Marzo inteso come memoria, ricordare i sacrifici fatti dalle donne per ottenere certi diritti, ma vorrei che ci fosse un 8 Marzo per tutti quanti, per una riappropriazione della persona piu’ che dell’universo maschile o femminile. Festa dell’individuo che assume su di se’ tutte le proprie scelte responsabilita’ e rischi”.
Alessandra Stoppini
Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Con tutto il rispetto per gli autori della produzione artistica penso che presentare la canzone di Rino Gaetano Gianna interpretandola per quello che appare solo in superficie non rende omaggio ad un artista che raccontava in quel testo ben altre cose. Vi ringrazio per la cortese attenzione e buon lavoro. 🙂

    nicodemo

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome