Home PONTE MILVIO Torna il mercato a Ponte Milvio

Torna il mercato a Ponte Milvio

[GALLERY=199]
Da ieri 11 Ottobre e fino all’11 Novembre torna il mercatino di Ponte Milvio. Nella piazzetta sotto alla torretta del Valadier sono state allestite tre strutture all’interno delle quali trovano spazio alcune bancarelle. Potrete trovare libri, sete indiane bigiotteria, essenze profumate, cineserie tecnologiche e borse.

Visita la nostra pagina di Facebook

11 COMMENTI

  1. stupendo ! sentivamo la mancanza di un mercato di chincagliere e cineserie varie, che per un mese ostruirà la piazza, nasconderà la torretta alla vista e ci porterà tante di quelle auto parcheggiate ovunque. Chi dobbiamo ringraziare di questa iniziativa ? ditecelo per favore, muoio dalla voglia di conoscere il nome di colui o colei che ritiene Ponte Milvio degno solo di ospitare mercati, a quando la fiera dei polli e dei conigli ?
    Martina

  2. In effetti il mercato, ci sono stato oggi, è una accozzaglia di bancarelle una differente dall’altra senza nessun filo comune.

    Si passa senza soluzione di continuità da un banchetto della vodaphone ad un venditore di riproduzione di quadri.

    Quanto era bello il mercatino dell’antiquariato!!!

    Ma gli vogliamo proprio male a Ponte Milvio.

  3. ci sono passata, mi ci sono fermata e dopo 10 minuti sono andata via. ma che bisogno c’era di mettere in piedi tutto questo carrozzone stile porta portese proprio sulla piazzetta di ponte milvio ? se proprio dovevano farlo perchè non l’hanno fatto sull’area dell’ex mercato che è chiusa e inutilizzata ? Ma insomma è questo l’amore che hanno i nostri governanti del comune e del municipio per un monumento cosi’ importante ? è una vera vergogna. è cultura e spettacoli che dovrebbero fare sulla piazzetta no bancarelle da quattro soldi, per queste bastano e avanzano già i mercati rionali come quello di Prima Porta dove io abito. Anna Maria

  4. Concordo pienamente con voi, forse dovremmo chiedere ai nostri assessori al XX municipio che gli è saltato in mente.
    Ponte Milvio scoppia di giorno, di sera, di notte e tutti i giorni della settimana domenica compresa. Non si cammina più nenanche a piedi.
    Ho scritto al Presidente Giacomini in merito al parcheggio dell ‘ex mercato; ha risposto: CI VOGLIO TEMPI TECNICI GENTILE SIGNORA ( ormai 5 mesi) per disegnare le strisce per il parcheggio…………….

  5. E’ semplicemente inaccettabile che l’accesso al Ponte e’ ostruito anche da un punto di vista visiva da enormi tendoni. Non discuto sull’utilita’ di questo mercato, questo lo decideranno gli eventuali avventori e gli altri esercizi commerciali ma una domanda me la pongo. Quanto hanno pagato di tassa per l’occupazione di suolo pubblico ed a chi va (Municipio o Comune)?

  6. Sono stata al mercatino e due espositori mi dato rispsoste differenti circa la durata del mercatino:
    -fino alla fine settimana sicuramente, forse anche fino a fine mese
    -fino alla fine del mese poi forse anche dopo.

    Ma volevo porre due questioni a cui forse gli amministratori possono rispondere:
    1- l’autorizzazione chi l’ha data? Il XX Municipio o il Comune?
    2- La collocazione dei maxi gazebo copre completamente la visuale della Torretta Valadier. Non sarebbe stato meglio spostare l’allestimento verso la pista ciclabile come si faceva per il vecchio mercatino dell’antiquariato? Si criticò l’arrivo del Grande Fratello adducendo anche questa motivazione ma a conti fatti era meno invesivo degli attuali stand. Anche per il Carnevale a Ponte Milvio si cercò di evitare che i gonfiabili per i bambini occludessero lo scorcio. Questa volta niente? Chi ha definito la collocazione delle strutture e le loro dimensioni?

    Ringraziano per le rispsote, saluto cordialemnte.
    Angela

  7. io adoro mercati e mercatini ma questo è decisamente sottotono! senza nessuna offesa per gli espositori, ritengo che sia costato di più allestire il tutto (strutture mega rispetto al contenuto) che il ricavato di quel tipo di commercio. Il mercato sulle rive del Tevere era decisamente migliore e anche i banchi del vecchio mercato trasferito nel centro commerciale erano più allettanti.

  8. Tutto è già stato detto.
    Non rimane che un’amara osservazione: Valadier doveva pagare, in qualche modo.
    La storica vittoria del Pincio era da scontarsi: Valadier, salvo nel suo genio urbanistico e ambientale, è stato colpito nella sua creatività architettonica.
    Avete avuto salvo il Pincio, ora vi vedrete oscurata la Torretta. Questo è il concetto. Se Italia Nostra intervenisse, come già sta facendo su decine di fronti solo qui in città, verrebbe vieppiù accusata di oscurantismo, di conservatorismo, di fermare il progresso e le conquiste sociali. E poi, che sarà mai qualche tendone per qualche settimana? E a chi interessa che la Torretta del Valadier rimanga visibile con l’accesso al Ponte?
    Allora occorre contentarsi di questa bella conquista: un bel mercato sotto i tendoni che copre tutto il piazzale e la Torretta.
    Lamentatevi…

  9. concordo pienamente con quanto è stato detto sopra,non ricordo perchè non si è più fatto il mercato dell’antiquariato del primo week end del mese e perchè non può riprendere,stava diventando forse il più interessante tra i mercati romani e la posizione lungo le sponde del Tevere era fantastica e credo desse da lavorare ad un bel pò di persone

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome