Home CESANO 45 giorni senza posta. Capita a Cesano.

45 giorni senza posta. Capita a Cesano.

Logo posteRiceviamo da un nostro lettore Michele Pacifici la sua esperienza di disservizi postali in quel di Cesano.

Ho visto sul Vostro sito che si parla dell’Ufficio Postale di Vigna Clara e allora visto che non voglio essere da meno Vi parlo dell’Ufficio Postale di Cesano. Il 9 Agosto del 2007, dopo aver effettuato quattro reclami, tre on line e una lettera spedita alla loro casella postale, ho sporto una denuncia ai Carabinieri della Stazione di Cesano per una serie di disservizi creati da Poste Italiane ( ricevute di ritorno delle raccomandate che non sono ritornate e a cui la vigente normativa da il valore di certificazione legale riguardo l’avvenuta spedizione e l’avviso di ricevimento la conferma dell’avvenuta consegna della spedizione, la consegna della posta da gennaio ad agosto 2007 avvenuta solo otto volte, in caso di consegna di posta raccomandata, viene lasciato l’avviso per assenza del destinatario senza che la portalettere provi a vedere se ci sia qualcuno in casa, piccoli pacchi che non vengono consegnati a casa e il cui avviso di giacenza viene lasciato 20 giorno dopo l’arrivo all’ufficio postale etc etc.)

Dopo un anno, per quanto riguarda la denuncia, lo scrivente non è ancora venuto a conoscenza dell’esito delle indagini, di certo nulla è cambiato nel servizio (?!?!?!?!) di Poste Italiane.
Il 23 luglio ultimo scorso ho inviato l’ennesimo reclamo a Poste Italiane significando loro che non ricevevo più posta dall’8 giugno 2008 e cioè da circa 45 giorni con tutto quello che comporta per il pagamento delle bollette e soprattutto la figuraccia fatta con la Findomestic che mi ha bloccato la carta di credito non avendo onorato dei pagamenti e alla quale poco importa se Poste Italiane non consegna la posta.
Dall’inizio dell’anno ad oggi la posta è stata consegnata nove volte!!!! Nel reclamo inoltre chiedevo che fossero presi al più presto dei seri provvedimenti, di cui ci fosse un riscontro tangibile, per non essere costretto a rivolgermi nuovamente ai Carabinieri e a tutte le autorità competenti per far valere i miei diritti.
NON HA RISPOSTO NESSUNO. Posso essere sconcertato?
Grazie dell’ospitalità e, aspettando suggerimenti per eventuali altre azioni nei confronti di poste italiane invio distinti saluti…alla prossima. Michele

NdR: Cercando sul web abbiamo comunque notato che Michele non è l’unico a lamentarsi. Vedi questo articolo

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. ….e sabato scorso per un problema sulla linea telecom l’ufficio postale è stato chiuso. Gli impiegati o meglio un impiegato/a che camminava carponi dietro il bancone per non farsi vedere. Una domanda ma è possibile che l’ufficio postale chiuda completamente al pubblico? E se qualcuno voleva notizie sui prodotti finanziari delle poste? (motivo per cui mi ero recato all’ufficio postale).
    Non credo che le informazioni viaggino su linea telecom?

  2. caro michele hai perfettamente ragione. se posso darti un consiglio presenta una denuncia per interruzione di pubblico servizio (art. 340 cod. pen.), facedno present eprorpio le tue giuste considerazioni. forse non servirà a niente, ma almeno si incominceranno a smuovere le acque.

  3. Infatti anche secondo me la denuncia , di uno solo poi,non serve a niente. Ce ne già una …. I reclami pure servono a poco. L’ultimo è appunto di Sabato scorso; anzi la signorina che ha risposto quasi non voleva neanche riceverlo. Pensavo ad un’altra forma di protesta che potrebbe essere anche un’altra denuncia ma firmata da più persone o scrivere una bella lettera all’amministratore delegato della società o a qualcuno che abbia potere di controllo su poste italiane. Più siamo è meglio è. Se vuoi/ volete possiamo provare a fare qualcos’altro. A presto

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome