Home ATTUALITÀ XX Municipio: il Gruppo del PD lancia una sfida alla maggioranza sulle...

XX Municipio: il Gruppo del PD lancia una sfida alla maggioranza sulle Commissioni Consiliari

A monte della riunione del Consiglio che si terrà domani, Giovedì 12 alle ore 10, con all’ordine del giorno la composizione delle commissioni consiliari, riceviamo e pubblichiamo questo comunicato stampa di Alessandro Sterpa, Capogruppo PD al XX Municipio. Il dibattito è aperto.

comunicato-stampa.jpgRoma, 11 giugno 2008 – Dopo l’elezione del Presidente del Consiglio ed il voto sulle linee programmatiche del Presidente Giacomini, in questi giorni nel Municipio Roma XX si sta sviluppando il confronto tra i gruppi politici per la costituzione delle Commissioni del Consiglio che – nei prossimi cinque anni – prepareranno i lavori del Consiglio. Purtroppo in questi giorni assistiamo ad un dibattito tutto chiuso nelle stanze del Municipio e, davvero, molto lontano dai temi caldi del nostro territorio. Oggi, 11 giugno, nella riunione dei Capigruppo si è provveduto alla definizione dell’assetto delle Commissioni e domani il Consiglio voterà questa proposta. Il gruppo del Partito Democratico non condivide né il metodo, né le proposte fatte dai gruppi del PDL e de La Destra in questi giorni.

I due Gruppi politici che sostengono il Presidente Giacomini propongono infatti di articolare il lavoro delle Commissioni – così come è accaduto in precedenza – su 8 commissioni, composte da 7 consiglieri l’una, organizzate sulle seguenti aree:

  • Affari sociali
  • Cultura e Sport
  • Bilancio, decentramento, regolamento e personale e sicurezza
  • Lavori pubblici
  • Urbanistica e Parchi
  • Mobilità
  • Scuola
  • Commercio

Tale proposta appare deludente e poco attenta alle priorità del nostro territorio. Siamo infatti convinti che il dibattito sulle Commissioni debba sfuggire dalle vecchie logiche della spartizione politica all’interno delle varie forze e componenti della maggioranza, ma debba essere invece un’occasione per razionalizzare l’azione politica e rendere più efficiente quella amministrativa, selezionando le priorità del governo locale, accorpando le competenze, eliminando gli accavallamenti delle stesse e riducendo, cosa di non poco conto, i costi in carico al Comune di Roma per la loro attività.

Tali costi non si concretizzano, infatti, nei soli gettoni di presenza per i Consiglieri (per i quali c’è un tetto massimo di 15 che, comunque, ogni mese ogni Consigliere raggiunge). L’attività delle Commissioni ha un costo ulteriore per quanto riguarda il personale amministrativo che assiste (che è dunque sottratto ad altri compiti) e per il fatto che il Comune di Roma rimborsa ai datori di lavoro dei Consiglieri le ore di lavoro durante le quali si svolge la Commissione (l’eletto, infatti,  percepisce egualmente lo stipendio da parte del proprio datore di lavoro).

Soprattutto, però, l’obiettivo che crediamo debba guidare la formazione delle Commissioni sia quello di rendere più efficiente l’azione delle Commissioni per far sì che il Consiglio municipale lavori tanto e lavori bene. Per queste ragioni, il Gruppo del PD lancia una propria proposta che domani presenterà in Aula come emendamento alla proposta di PDL e La Destra e sulla quale chiediamo il sostegno (oltre che, ovviamente, l’opinione, le critiche ed i suggerimenti) di tutti i cittadini del XX Municipio.

La proposta prevede che le 8 Commissioni ordinarie previste siano razionalizzate e ridotte a quattro e che siano istituite due Commissioni speciali per seguire i due temi che riteniamo rappresentino le vere priorità per il governo del Municipio XX. Il senso dell’urgenza, alla base della costituzione di queste ultime due, deve essere così forte che il lavoro delle Commissioni speciali dovrà concludersi entro 9 mesi, con una verifica alla scadenza dei primi 5 mesi di attività.

Le quattro Commissioni ordinarie da noi proposte sono:

Servizi sociali (che includa i servizi alla persona, alla famiglia, la cultura, lo sport, centri anziani, sanità, piano regolatore sociale, immigrazione, integrazione e mediazione sociale, trasporto scolastico, “progetto speciale 10 asili in 10 anni” per lanciare un progetto di incremento degli asili e delle scuole materne del Municipio nei prossimi 10 anni, scuola, manutenzione scuole, programmazione interventi di ammodernamento dei plessi; strutture sportive a servizio delle scuole)

Governo del territorio (Urbanistica, Parchi e riserve naturali, Ama, aree verdi, attività produttive, lavori pubblici con esclusione della manutenzione scolastica, stradale e la segnaletica)

Affari interni (Bilancio, regolamento, decentramento, personale, Commercio ed attività produttive)

Mobilità (trasporto pubblico locale, progetto Metropolitana a Roma nord, rete ferroviaria, mobilità privata, lavori pubblici legati alla viabilità, marciapiedi, polizia municipale stradale, segnaletica).

Le due Commissioni speciali invece sono:

Sicurezza, abusivismo edilizio e qualità urbana:  La Commissione deve istruire il lavoro, di concerto con la Polizia municipale, l’Ufficio tecnico e quello Sociale del Municipio e l’ASL Roma E, sull’emergenza dei numerosi “residence” presenti nel nostro territorio dove vivono stipati decine di immigrati in abitazioni di pochi metri quadrati; deve costruire con l’AMA un piano di interventi per migliorare la qualità urbana dei nostri quartieri e coordinare l’attività municipale relativa all’arredo urbano, marciapiedi e segnaletica stradale. Competenza anche sulla riqualificazione delle stazioni delle linee ferroviarie statali e regionali, compresi i rapporti con RFI (gruppo FS) e Regione Lazio; in particolare l’assegnazione degli spazi nelle stazioni.

“Ponte Milvio di tutti”: La Commissione, di concerto con Polizia Municipale, Ufficio tecnico e Ufficio Commercio deve predisporre un piano per razionalizzare la viabilità, la destinazione degli spazi pedonali e stradali dell’area intorno a Piazzale Ponte Milvio divenuta oggi semplicemente difficile durante la sera e la notte per i residenti. Con la partecipazione attiva dei commercianti, la Commissione deve preparare un piano per migliorare e rendere ancora più accogliente Ponte Milvio.

Resta inteso che le due commissioni speciali avranno il dovere di confrontarsi e di chiedere il contributo intellettuale e professionale di tutti, coinvolgendo nei lavori di commissione i comitati dei cittadini, le associazioni ed i blog locali avendo questi ultimi acquisito un importante livello di rappresentatività della pubblica opinione e delle istanze dei cittadini che non può essere assolutamente sottovalutato.   

Chiediamo a tutti i cittadini di partecipare a questo dibattito sulle Commissioni consigliari utilizzando i Blog locali, che inviteremo a pubblicare questo comunicato, oppure scrivendo al Gruppo del PD al Municipio Roma XX all’email gruppopdromaxx@libero.it. Nel contempo chiediamo al Centrodestra (PDL e LD) di non votare domani in Consiglio municipale la “vecchia proposta” sulle Commissioni e di aprire un nuovo tavolo di discussione sul tema con il PD e l’IDV e di accettare la nostra sfida, partendo dalla proposta che facciamo oggi.

Alessandro Sterpa, Capogruppo PD Municipio Roma XX

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome