Home ARTE E CULTURA Le nostre interviste: VignaClaraBlog a colloquio con Giovanni Floris

Le nostre interviste: VignaClaraBlog a colloquio con Giovanni Floris

Proseguono le interviste di VignaClaraBlog, questa volta con Giovanni Floris, giornalista di punta della RAI. Lo incontro negli studi di Ballarò, poco prima dell’inizio della trasmissione.

Affabile ma pungente, dietro la naturale simpatia, il sorriso e l’ironia di Giovanni Floris c’è un giornalista che, senza pregiudizi ideologici e senza timori reverenziali, è bravo nel giovanni-floris.jpgporre agli ospiti di Ballarò le domande giuste, per capire e approfondire temi e posizioni, senza giri di parole, andando sempre al fondo delle cose con un linguaggio diretto e semplice.  Ballaró è entrato ormai con discrezione nelle case degli italiani come  l’appuntamento fisso del martedì sera e Ballarò è Giovanni Floris e Giovanni Floris è Ballarò, cioè ricerca, indagine, provocazione ma soprattutto informazione. Un’identificazione forte dunque, che fa di Ballarò un fiore all’occhiello del palinsesto dell’informazione RAI e di Giovanni Floris un giornalista affermato. Proviamo a conoscerlo un po’ di più.

Giovanni, chi è Giovanni Floris ? So che sei nato e cresciuto a Roma, nel quartiere di piazza Bologna, che  sei sposato ed hai un figlio di 3 anni ed uno in arrivo. Nelle tue biografie si legge che hai lavorato, vissuto e viaggiato molto all’estero. Ma quale rapporto hai con Roma ?  E’ la mia città, la città dove sono nato, cresciuto e dove mi sono formato. Scuole alla Brasile, poi alla Lanciani, poi liceo al Tasso e Università alla Luiss. Militare ad Ascoli e poi a Castro Pretorio, poi l’Agi sulla Nomentana, la Rai a Saxa Rubra e poi in Prati: tutta una vita tra piazza Bologna Salario e Trieste, con qualche puntata fuori mano a Prati e sulla Flaminia:  se non avessi amato viaggiare quanto lo ho amato, sarei cresciuto in un fazzoletto di pochi chilometri quadrati !

Come sai io rappresento un “blog di quartiere” dedicato alla zona di Vigna Clara. La conosci ? Quali sono secondo te i suoi pregi ed i suoi difetti ?  Certo che la conosco. Pregi: i ristoranti (oltre che gli abitanti: ci vivono molti amici miei…). Difetti: il traffico.

Ed ora parliamo di Floris giornalista. Dopo dopo la laurea hai vissuto e studiato due anni a Perugia, poi sei stato inviato RAI in  Indonesia, Giappone, Cina, in Cile, Argentina, Brasile, in Svezia, hai vissuto e lavorato negli Stati Uniti: quale di queste esperienze ti ha segnato di più ? Dovrei dire l’esperienza americana, ma in verità i ricordi più emozionanti sono quelli legati al periodo delle inchieste in Asia: un mondo che non avrei mai avuto l’opportunità di conoscere se non fosse stato per il mio lavoro.

Il giornalismo è passione, è pancia prima della testa, è voglia di darsi da fare (che accende anche me, piccolo cronista da strada di questo blog). Ma fare giornalismo oggi è una missione per cui vale ancora la pena studiare, sudare, sgomitare, bruciare tutto il proprio tempo, insomma crederci ? Sì certo, ma ci sono dei ma: sgomitare non è solo sgradevole, il più delle volte è inutile se non dannoso. Diverso è farsi valere, voler ottenere quanto ti spetta. Un’altra cosa: il giornalismo non è “pancia”. E’ si voglia di fare, ma è anche capacità di realizzare, rigore nel rapporto con la notizia e con la realtà dei fatti. Si inizia per “pancia”, ma si lavora di testa.

Giovanni, quant’è importante oggi l’informazione ? E’ sempre stata importante. Più sai, più puoi.

Sinceramente io non sopporto i blog che parlano dei blog, ma  l’avvento di questo strumento che rende semplice pubblicare ciò che si vuole, motivati solo dalla passione e dal desiderio di farlo, sta attirando fortemente l’attenzione della stampa in quanto l’esplosione dei blog è il fenomeno che conta oggi di più nel web. Non resisto quindi dal chiedere la tua opinione…. I blog sono una realtà importante, come ogni realtà in cui si può dare la propria opinione e conoscere quella degli altri.

Ballarò, da dove nasce questo nome ? Un’idea del direttore di raitre Paolo Ruffini, che è siciliano di Palermo. Ballarò è infatti un quartiere – mercato di Palermo. Un quartiere popolare.

Grazie Giovanni per aver dato a VignaClaraBlog ed ai suoi lettori l’opportunità di conoscerti meglio. Il tuo staff ti reclama, la trasmissione sta per iniziare e ti attende la tua platea mentre a me invece attende solo una poltrona (ma del pubblico). Buon lavoro Giovanni.

Forse non tutti sanno che Giovanni Floris è nato a Roma ed ha 40 anni. Giornalista dal 1995, ha svolto il praticantato alla Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia. Ha lavorato nella carta stampata e in un’agenzia di stampa prima di essere assunto dal Giornale radio Rai, per il quale ha seguito da inviato i principali avvenimenti ballaro-la-redazione.jpgeconomici, di politica estera e di cronaca. Conduttore di programmi radiofonici come Baobab e Radioanch’io, ha vinto nel 2000 il “Premio Saint Vincent”. Nel 2002 è stato nominato corrispondente Rai da New York, dopo essersi distinto nelle cronache dei fatti dell’11 settembre. Conduttore di Ballarò, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, gli sono arrivati importanti riconoscimenti fra i quali l’assegnazione del Telegatto nella categoria “Talk show ed approfondimento” ed il “Premio Flaiano” per la migliore conduzione televisiva. Qui lo vediamo circondato dalla sua instancabile e preziosa redazione.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome