Home ATTUALITÀ Sicurezza: comitati municipali della municipalità

    Sicurezza: comitati municipali della municipalità

    VignaClaraBlog Comunicati stampaRiceviamo da Ludovico Todini Capogruppo di An del XX Municipio e Giovanni del Prete, Consigliere del III municipio, il seguente comunicato stampa che pubblichiamo.
    SICUREZZA:  ISTITUIRE COMITATI MUNICIPALI PER LA LEGALITA’ E MAXIPATTUGLIONI IN CITTA’
    Il XX Municipio già da molti anni ha chiesto l’istituzione dei ‘Comitati Municipali per la Legalità ‘ quali strumenti idonei, a livello territoriale, per la verifica e la soluzione dei problemi legati alla questione sicurezza”.
    Al Comitato Municipale dovrebbero partecipare il Municipio e le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, allargata al mondo dell’associazionismo e del volontariato, al fine di stabilire ed organizzare le priorità di intervento. Non ovunque vi sono i medesimi fenomeni di illegalità o turbamento dell’ordine pubblico.
    Altre città italiane hanno provveduto a decentrare competenze in materia di sicurezza, consentendo il coordinamento locale per la soluzione di questioni particolari, unitamente ad una massiccia presenza di pattuglie per il controllo del territorio in grado di presidiare la città e preservare l’incolumità dei cittadini.

    Visita la nostra pagina di Facebook

    3 COMMENTI

    1. Devo dire che queste richieste mi trovano parzialmente d’accordo.
      Sono personalmente d’accordo sulla istituzione di forme di cooperazione più attiva tra i xxx che si occupano della sicurezza del territorio ed i cittadini.

      Rimango perplesso sui MAXIPATTUGLIONI che associo personalmente e mal volentieri alle recenti Guardie padane della Lega al nord, peraltro risoltesi in una buffonata come ha evidenziato un servizio della trasmissione televisiva “Le Iene” ed a ben più fastidiose “Squadracce” di lontana memoria.
      Vedi servizio delle iene: http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2007/04/10&id=2813&categoria=&from=iene

      Forse non è questo l’intento dei due consiglieri ma, nel comunicato stampa, dei MAXIPATTUGLIONI non si parla.

    2. Gentile Dr. Azzali,
      ha ragione sul fatto che non si sia spiegato bene il senso dei MAXIPATTUGLIONI.
      Tento di essere maggiormente esaustivo, a scanso di sgradevoli equivoci. Ogni parola, frase o pensiero è sempre da intendersi nell’ambito delle competenze attribuite dall’ordinamento giuridico, quindi quello della Repubblica Italiana, agli organi preposti, per il perseguimento ed il mantenimento della libertà e democrazia. Quindi Maxipattuglioni di Polizia, Carabinieri, Finanza, Polizia Municipale, Esrcito, cioè solo di coloro che sono preposti al mantenimento dell’ordine pubblico, della sicurezza, della LEGALITA’. Niente guardie padane, ronde o iniziative private. E’ chiaro che la presenza massiccia delle Forze dell’Ordine rappresenta una sicurezza maggiore, almeno percepita.
      Spero di aver chiarito il legittimo dubbio. Sul tema, ci mancherebbe altro, si può continuare a dissentire.
      Cordialmente
      Ludovico Todini

    3. La risposta è esaustiva e completa ed elimina ogni mio dubbio in merito all’iniziativa. VignaClaraBlog.it mette il suo blog a disposizione per dare voce all’iniziativa e per eventuali azioni di “promozione”.

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome