Home TEMPO LIBERO Agghiaccianti apparizioni al Teatro Ciak

Agghiaccianti apparizioni al Teatro Ciak

teatro-ciak-roma

In scena fino a domenica 12 maggio al Teatro Ciak (via Cassia, 692, a Tomba di Nerone), “La Donna in Nero” è l’ultima occasione della stagione per vedere uno spettacolo della compagnia dello Stabile del Giallo.

In un’ora e quaranta minuti (più l’intervallo) i due eccellenti protagonisti –  Giuseppe Pambieri e Nicola Paduano – accompagnano gli spettatori in un viaggio agghiacciante in cui, fra nebbia, paludi ed apparizioni improvvise, si va via via smarrendo il senso comune e diventa reale l’irreale, prende gradualmente ma inesorabilmente forma l’oscurità strisciante che si annida nella quotidianità sonnolenta di un piccolo paese e della quale (quasi) nessuno osa parlare.

Il viaggio parte da Londra ed inizia con la morte di una vedova eccentrica e una successione testamentaria, per approdare in una località remota dell’Inghilterra, fino ad una casa isolata, in cui tutte le porte si aprono tranne una…

Tratta dal bestseller di Susan Hill, adattato per il teatro da Stephen Mallatratt, questa ghost-story si lascia apprezzare e semina costantemente inquietudine e brividi, non solo per la bravura dei due attori in scena, capaci di interpretare (e anche scambiarsi) tutti i ruoli, incluso quello del narratore, ma anche per la struttura e l’impronta che il regista Raffaele Castria ha saputo dare alla drammaturgia, alternando il racconto della vicenda con la sua rappresentazione (di molto) successiva, in un intreccio continuo di teatro e metateatro che porterà il pubblico, e gli stessi interpreti, ad un finale davvero sorprendente.

A contribuire alla riuscita di questo spettacolo, poi, concorrono gli effetti sonori e musicali, che, inseriti nei momenti giusti, aggiungono suspense alla suspense; applausi anche per Susanna Proietti, che cura con sicurezza i costumi e l’allestimento scenico.

Ottimo il lavoro, come di consueto, da parte dei tecnici dello Stabile del Giallo, una compagnia dal talento genuino, solido ed artigianale che è sempre in grado di proporre scene assai significative e suggestive, non soltanto grazie alla parola, ai gesti e ai movimenti, ma anche attraverso l’utilizzo sapiente degli oggetti presenti sulla scena e l’attenzione che riserva ai particolari.

Così, con queste ingegnose accortezze, che vengono da un background più che trentennale, un baule può diventare un calesse o uno scompartimento ferroviario; come, del resto, un soprabito, una zoppia appena accennata e un’intonazione della voce leggermente differente forniscono l’informazione e il convincimento immediato che, anche se l’attore è il medesimo, il personaggio è un altro.

Oltre a questo spettacolo, ci piace segnalare che martedì 30 aprile (con inizio alle ore 21) il Teatro Ciak ospiterà “Centomila, Uno, Nessuno – La Curiosa Storia di Luigi Pirandello”, una pièce scritta e diretta da Giuseppe Argirò in cui Giuseppe Pambieri proporrà un viaggio ironico e appassionato nell’universo dello scrittore siciliano.

Giovanni Berti

NdR: Le rappresentazioni de “La Donna in Nero” (previste fino al 12 maggio) sono in scena da giovedì a sabato alle ore 21, mentre la domenica e giovedì 9 maggio iniziano alle ore 17. I biglietti sono in vendita su https://www.ticketone.it/ e al botteghino del teatro (aperto da martedì a sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19; la domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 17). Per ogni altra informazione si può contattare il numero 06/ 33 249 268 .

1 commento

  1. Bellissimo il teatro, ben organizzato. Qualche problema nel sentire a partire dalla quinta fila in poi. Sarebbe opportuna una rivisitazione dell’audio in sala. Per il resto nulla da eccepire

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome