Vigna Clara, manifestano al grido di “Stop killing Rohingya Muslim”

Vigna Clara, manifestano al grido di “Stop killing Rohingya Muslim”

stop-killing1
VignaClaraBlog.it

Nella mattina di lunedì 11 settembre, un centinaio di persone hanno pacificamente dimostrato in piazza Giochi Delfici, a Vigna Clara, contro le operazioni militari in corso in Birmania a danno della minoranza musulmana dei Rohingya; operazioni che, a detta dell’Alto Commissario Onu per i diritti umani, Zeid Ra’ad al-Hussein, “appaiono come un chiaro esempio di pulizia etnica“.

In Myanmar, un’altra brutale operazione di sicurezza è in corso nello Stato Rakhine e questa volta, apparentemente su una più ampia scala“, ha affermato Zeid in un intervento pronunciato in apertura della 36esima sessione del Consiglio Onu per i diritti umani.

L’operazione, apparentemente in reazione agli attacchi del 25 agosto contro posti di polizia, è chiaramente sproporzionata e priva di rispetto dei principi fondamentali del diritto internazionale”, ha sostenuto Zeid sottolineando che “poiché il Myanmar ha rifiutato l’accesso agli esperti di diritti umani, la situazione attuale non può essere ancora pienamente valutata, ma sembra un esempio da libro di testo sulla pulizia etnica“.

stop-killing2Al grido di “stop killing Rohingya Muslim” i manifestanti – volutamente radunatisi in piazza Giochi Delfici visto che l’Ambasciata della Birmania è a pochi passi – esattamente all’inizio di via Cortina d’Ampezzo – hanno voluto così dimostrare la loro solidarietà a favore della minoranza musulmana dei Rohingya.

La manifestazione, svoltasi pacificamente e controllata a distanza da funzionari e agenti del Commissariato di Ponte Milvio, si è poi conclusa nel giro di un paio d’ore.

Visita la nostra pagina di Facebook
CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO