Manifesti blasfemi nelle pensiline Atac, preso uno degli autori

Manifesti blasfemi nelle pensiline Atac, preso uno degli autori

manifesti-blasfemi
VignaClaraBlog.it

Pochi giorni fa, creando sgomento e indignazione fra i romani, in numerose pensiline Atac della capitale erano comparsi dei cartelloni blasfemi con chiari riferimenti sessuali e fortemente offensivi.

Tutti puntarono subito il dito contro l’azienda dei trasporti che si difese con un comunicato dicendo che “nessuna autorizzazione è stata concessa nè del resto poteva essere concessa da Atac trattandosi di spazi nella piena disponibilità, in base ad un contratto vigente da molti anni, della società Clear Channel che ha  già provveduto a presentare denuncia  all’autorità giudiziaria mentre tutte le unità in cui sono risultate presente tali scritte blasfeme sono state oscurate, fotografate per prova e rimosse“.

E oggi uno degli autori è stato individuato e denunciato.

Lo comunica la Questure di Roma con una nota nella quale si spiega che ” Le indagini, affidate agli agenti della Digos della Questura, sono partite a seguito della segnalazione ricevuta dalla Polizia Roma Capitale da parte dei dipendenti Atac, che hanno trovato lo scorso 1°luglio in diverse zone di Roma, dei manifesti a sfondo religioso con allusioni e scritte”.

“Visionando i filmati di una delle telecamere della Questura, posizionata in zona centrale, i poliziotti hanno notato due giovani nell’atto di affiggere dei manifesti in una fermata. L’attività degli investigatori, anche tramite il monitoraggio della rete internet, ha permesso di individuare lo pseudonimo di una persona nota negli ambienti internazionali della “Street Art”.

“Da ulteriori accertamenti, sono emersi determinanti riscontri che hanno condotto all’individuazione di un 28enne romano; nella sua abitazione gli agenti hanno trovato, e sequestrato, un poster e vario materiale cartaceo”.

Il giovane è stato pertanto denunciato per “offese a una confessione religiosa mediante vilipendio” e affissione abusiva di manifesti. Sono in corso attività investigative per la completa identificazione anche dell’altro individuo.

Visita la nostra pagina di Facebook
CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. C’è solo da commentare che l’autore di questa m…a è certamente un homo erectus, non ancora, e ben lontano da, homo sapiens.

  2. PS suggerirei di costringere, per punizione, l’intelligentone a replicare i suoi capolavori, ma con tema musulmano, e ad affiggerli, che so, al Cairo.

LASCIA UN COMMENTO