Sabato 20 maggio è “La notte dei musei”

Sabato 20 maggio è “La notte dei musei”

la_notte_dei_musei_2017

Sabato 20 maggio è “La notte dei musei“. Tra mostre e aperture straordinarie, assieme ad altre trenta città europee, anche Roma avrà la sua notte bianca dedicata alla cultura e all’arte.

Occasione buona per una full immersion nella cultura tra musei civici e statali e spazi aperti in via straordinaria dalle 20 alle 2 di notte (con ultimo ingresso all’una). Tutto gratuitamente, o al prezzo simbolico di un euro.

Fra le tante istituzioni che apriranno le loro porte al pubblico anche la Camera dei Deputati (dalle 20 alle 2 con ultimo ingresso all’una e mezza) e il Senato della Repubblica (dalle 20 alle 24).

Da non perdere però alle 20.30, nella sala della Protomoteca in Campidoglio, il concerto gratuito del baritono Christoforos Staboglis e del pianista Sotiris Louizos.

E ancora, spigolando all’interno del vasto programma, segnaliamo le mostre gratuite “Oltre ogni ragionevole dubbio” e “L’anima del Gotico Mediterraneo” nella Reale Accademia di Spagna nel complesso conventuale di San Pietro in Montorio; la mostra “Yoko Ono e Clair Tabouret – One day I broke a mirror“, aperta al prezzo di un euro fino a mezzanotte, presso l’Accademia di Francia – Villa Medici; la Casa di Goethe, pagando un euro di ingresso; l’Accademia D’Ungheria nel Palazzo Falconieri, gratis fino a mezzanotte con visite guidate alla mostra “Mettici la faccia! Artisti critici d’Ungheria dagli anni sessanta ad oggi” dalla collezione del Ludwig Museum di Budapest.

E alla possibilità di vedere le collezioni, di entrare in prestigiosi palazzi con una varietà di offerta nell’architettura, nell’arte, nella scienza e nella storia tali da poter soddisfare ogni studio e curiosità, si aggiunge una ricca kermesse di concerti, intrattenimenti e spettacoli.

Infine, com’è ormai di moda, anche un contest fotografico: con l’hashtag #NDMroma17 sarà possibile parteciparvi su Instagram: le tre immagini più belle saranno premiate con la visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis, “L’Ara com’era“.

Per il programma completo, che potrebbe essere suscettibile di qualche variazione, cliccare qui. Per info: 060608.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO