Best of Soul Tour, Mario Biondi all’Auditorium

Best of Soul Tour, Mario Biondi all’Auditorium

mario-biondi
VignaClaraBlog.it

Una voce che, pur possedendo una sua spiccata originalità, richiama quella di Barry White, e un’affascinante miscela di jazz, blues e soul, senza disdegnare una “spruzzatina” di pop: questa è la ricetta vincente di Mario Biondi, che lunedì 24 aprile  torna in concerto all’Auditorium con il Best Of Soul – Tour, la tournée che segue l’uscita della raccolta “Best Of Soul” con cui l’artista festeggia i dieci anni dal celebre disco d’esordio “Handful of Soul”.

Dopo il successo dell’ultimo album “Beyond” certificato Oro e i sei dischi di platino conquistati negli ultimi quattro anni, con “Best of soul” Mario Biondi si conferma artista unico nel panorama musicale italiano, godendo da anni di grande stima anche da parte di pubblico e critica internazionali.

Una voce calda, profonda, sensuale, eppure limpida e sicura: Mario Biondi, all’anagrafe Mario Ranno, ha coltivato con cura e pazienza la sua passione musicale, a partire dagli ascolti fatti già in tenerissima età accanto al padre cantante, Stefano Biondi, in ricordo del quale Mario ha assunto l’attuale nome d’arte.

Tante diversissime esperienze sono valse a formare il grande artista d’oggi: dai cori in chiesa ai turni nelle sale di registrazione per etichette di nicchia, senza trascurare lo studio e il perfezionamento della lingua inglese, lui, catanese per nascita e per indole.

Appassionato di musica soul, dal 1988 apre alcuni concerti di interpreti ed autori del panorama internazionale, primo tra tutti Ray Charles.

Ma l’opportunità più grande gli si prospetta con la pubblicazione in Giappone del singolo “This is what you are”, che rimbalza sulla consolle di Norman Jay, celebre dj della BBC1, che – innamorato del pezzo – lo rilancia per tutta Europa. Da quel  momento prende il via il suo inarrestabile successo.

Visita la nostra pagina di Facebook
CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO