Il mistero del parcheggio di Ponte Milvio

Il mistero del parcheggio di Ponte Milvio

parcheggio ponte milvio 2
VignaClaraBlog.it

Messo a gara il 12 aprile 2016, aggiudicato il 5 ottobre dello stesso anno, assegnato al vincitore  a inizio febbraio 2017, ad aprile inoltrato il parcheggio di Ponte Milvio continua misteriosamente a restare senza gestione, eccezion fatta per quella dei parcheggiatori abusivi.

La storia

Aperto al pubblico il 7 agosto 2009, era stato dato in gestione alla cooperativa Il Granellino di Senapa che si era aggiudicata la gara e che poi tre anni dopo vinceva la seconda, continuando così a gestirlo fino a luglio 2015.

Scaduta la concessione, il parcheggio diventava gratuito e subito preda dei parcheggiatori abusivi finchè il 12 aprile 2016 il XV Municipio lo rimetteva in gioco.

Il nuovo bando prevedeva un canone annuo, posto a base gara al rialzo, pari a 100mila euro e una concessione di tre anni. La gara scadeva il 16 maggio 2016.

Elezioni, ballottaggio, insediamento della nuova amministrazione, vacanze estive, presa d’atto e prioritizzazione dei problemi aperti fanno si che la commissione esaminatrice si riunisca solo il 5 ottobre e in quella sede viene deciso il vincitore della gara.

Si tratta della cooperativa sociale Connie Parking Scafati, con sede nel comune di Scafati in provincia di Salerno e specializzata in gestione di parcheggi e di autorimesse, che rispetto agli altri partecipanti, il cui rialzo è andato da un minimo del 6% ad un massimo del 73%, ha sbaragliato tutti offrendo ben 217mila euro l’anno con  un rialzo del 117%.

Per espletare tutti i passi successivi e giungere all’assegnazione dell’area occorrono poi altri quattro mesi precisi. Si giunge così a febbraio 2017, quando il parcheggio viene formalmente dato in gestione alla cooperativa.

Veniamo ad oggi

Stop ai parcheggiatori abusivi, l’area tornerà ad essere disciplinata, basta parcheggi “lunga sosta” di chi ci lascia l’auto o il camper per settimane, finalmente troverà posto chi deve andare al mercato, all’ufficio postale, all’Asl.

Queste le considerazioni ricorrenti alla notizia che il parcheggio sarebbe tornato ad essere correttamente gestito. Ma il tempo passa.

E ne passa tanto, un altro mese abbondante. Bisogna arrivare a metà marzo quando sul sito del XV Municipio si apprende che il parcheggio sarebbe stato oggetto nei giorni successivi di lavori di adeguamento, comprensibilmente propedeutici all’apertura.

avviso

Tutto a posto dunque?

Niente affatto. Perchè ad aprile inoltrato di quei lavori non s’è vista traccia, del nuovo gestore non c’è ombra, il parcheggio è sempre libero – si fa per dire, visto il presidio H24 degli abusivi -.

Nel frattempo continua la “lunga sosta” di chi lascia il proprio mezzo per giorni e giorni rendendo così più difficile fruire l’area agli utenti della Asl, dell’Ufficio Postale e degli esercizi commerciali di zona.

Risponde il XV

Sul mistero del parcheggio abbiamo interpellato Stefano Simonelli, presidente del XV Municipio.

Sono consapevole del ritardo in corso e dei problemi connessi alla “deregulation” – dichiara a VignaClaraBlog.it – e stiamo sollecitando quotidianamente il concessionario ad effettuare quanto prima quei lavori necessari e propedeutici alla messa in esercizio regolare del parcheggio“.

Si tratta di un servizio molto importante per la mobilità della zona e per chi deve usufruire delle attività commerciali e degli uffici pubblici – aggiunge il presidente sottolineando che, in caso di ulteriore ritardo, il Municipio è pronto “ad assumere quanto prima tutte le iniziative a tutela dei diritti e delle necessità della cittadinanza che, a causa di questo ritardo non imputabile all’amministrazione, è vessata dai parcheggiatori abusivi e non riesce ad usufruire di un servizio pubblico in modo corretto“.

Di più non può dirci, quindi chi vivrà vedrà in attesa delle prossime novità.

Di certo ad oggi sono solo le tariffe: per la sosta diurna, cioè la fascia oraria 07-19, il costo sarà di 0,50 euro per ora e frazione per le prime due ore, e di 1 euro per ogni ora e frazione successiva.
Nella fascia serale, dalle 19 alle 24, il costo passa a 1 euro per ora e frazione, mentre nella fascia notturna, dalle 24 alle 7, sarà di 2 euro per ora e frazione.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. ottima ricostruzione, ma manca un punto non trascurabile:
    da luglio 2015 ad aprile 2016 ( 10 mesi ) cosa ha fatto il Municipio ?

  2. Il parcheggio va a fare il paio con la casetta di via del Podismo. O sbaglio?
    Ma ci saranno pure delle clausole nel contratto per la gestione del parcheggio e se non vengono rispettate (leggasi lavori necessari), si rescinde e si riparte con un secondo bando, sperando si concluda con un po’ più di celerità ed escludendo l’attuale vincitore dimostratosi inadeguato.

  3. E’ comunque un elemento rassicurante il fatto che la cooperativa che si è aggiudicata il bando abbia una buona esperienza nel settore e non sia (almeno ad una superficiale analisi sul web) implicata in scandali o altre porcherie.

  4. Singolare che qualcuno trovi “rassicurante” l’assegnazione ad una impresa di Scafati che fa un’offerta al rialzo del 117%!!!!! Considerate che le tariffe sono fissate dal Municipio e non modificabili. Se le rapportate alla capienza non so proprio come sia possibile pagare 217.000 Euro di canone ed avere un utile considerato anche che è richiesta la vigilanza H24. Se invece di sentirsi rassicurati si indagasse seriamente su tale aspetto forse qualche spiegazione di cosa sta succedendo potrebbe uscire fuori.
    E complimenti al Presidente Simonelli che come al solito mostra tutta la sua competenza! Del resto è lo stesso che dice che parla tutti i giorni con i Vigli! Si vede che invece di stare per strada stanno al telefono con lui visto che nessuno li vede più da mesi!

  5. Concordo pienamente con Paolo.
    Il parcheggio non può essere gestito seriamente con quel canone e quei vincoli imposti dal Municipio.
    Come al solito la politica ha preferito accontentare il popolino imponendosi sul libero mercato e sulla qualità dei servizi, obbligando a tariffe fuori mercato (addirittura più economiche dei parcheggi su strada pubblica! una follia!) e a servizi di vigilanza del tutto inutili in alcuni orari.
    Non sarebbe stato meglio imporre al concessionario un restyling di quella orrenda fetta di asfalto, magari con la creazione di aiuole fiorite? Oppure non sarebbe stato meglio consentire tariffe ragionevoli in cambio di servizi migliori (ad esempio la cura e la pulizia della piazza?) o di un canone maggiore? .
    Guardate piazza Cavour, è un gioiello, è l’emblema dell’efficienza e della positiva realizzazione di interventi in partenariato pubblico-privato senza preconcetti e pregiudizi idioti dove addirittura il cittadino romano, da sempre e da tutti additato come il colpevole del degrado, improvvisamente ritrova in se stesso sprazzi di Civiltà.

  6. Complimenti al presidente Simonelli per l’autorevolezza e la tempestività del suo comportamento.
    Marcella Mariani

  7. Provando a fare i calcoli basati su di una occupazione media del 50% dei 90 posti disponibili, sulle tariffe imposte dal Municipio ed inserendo come costi di personale 72.000 € l’anno (3 persone a 2.000 € mese) e 100.000 € di costi di impianti e gestione l’utile sarebbe di circa 21.000 €.

    Ovvio che aumentando l’occupazione media l’utile sale notevolmente.
    Con una occupazione media del 60% dei posti l’utile sale a 103.000 €
    Con una occupazione media del 70% dei posti l’utile sale a 185.000 €

  8. ottimo articolo e come sempre grazie per le informazioni che ci date sul quartiere

    una cosa mi lascia perplesso: il costo del parcheggio
    se io dovessi lasciare la mia auto dalle 19 alle 07 del mattino successivo (che penso sia un periodo di sosta medio per chi usa la macchina per andare a lavorare) dovrei pagare ogni giorno circa 20 euro che è un importo altissimo
    per cui a tutti gli effetti quello diventerebbe il parcheggio di chi si ferma per ASL, Posta o commissioni brevi o per chi la sera si vuol fare la serata e gustarsi la movida

    per i residenti non si è pensato a nulla?

  9. D’accordissimo con Paolo, offerta a dir poco sospetta. Purtroppo con gare di questo tipo non si fa che agevolare realtà “opache” a discapito di società oneste. E a pagarne il conto poi, come si è visto, sono gli abitanti di zona e in generale tutti i romani.

  10. Trovo davvero inconcepibile che nei bandi di gara non sia previsto per il vincitore l’ obbligo INDEROGABILE di realizzare la funzione ( che sia un parcheggio, un negozio, un giardino o qualsivoglia altro….) per cui si è vinta la gara stessa, pena la revoca della concessione …..altrimenti non è più una concessione ma una vendita ….a basso costo!!!!! Possibile che non ci siano mezzi efficaci per tutelare la proprietà dell’area dai capricci del concessionario di turno? Si faccia per lo meno tesoro di questa esperienza di insopportabile ritardo per prevedere anche mezzi efficaci di coercizione ad agire nei prossimi bandi di gara!!!!!!!!!!!!Antonella Buono

  11. In data 15 luglio scrivevo come indicato qui di seguito………….ad oggi 20 aprile 2017 il parcheggio è ancora in balia del caos e degli abusivi…….VERGOGNA !!! ……anzi VERGOGNATEVI VOI CHE AMMINISTRATE IN QUESTO MODO LA CITTA’ ED ANCHE CHI VI HA VOTATO !!!

    ALESSANDRO D’ARMINI 17 luglio 2015 at 14:27

    ……VERGOGNA…!!! una delle (poche) cose che funzionava bene, (parcheggio a tariffe popolari, 0,50 cent. l’ora).
    Chi mi conosce sa che mi sono personalmente speso, per quanto di mia competenza ed anche oltre, per realizzare in tempi brevi quest’area e per destinarla a parcheggio per le auto dei cittadini del municipio.
    Poi l’idea della cooperativa che fu della Giunta in carica nel 2009, e delle tariffe popolari. Tutte cose e provvedimenti ottimi che furono di esempio ad altre situazioni presenti in città.
    Ragionare con il buon senso e pianificare con capacità, questo è quello che chiedono i cittadini a chi li governa , di qualunque colore siano.
    Ma adesso il parcheggio è chiuso e Ponte Milvio avrà 90 posti auto in meno !!!
    Chapeau !!!
    Chi di dovere faccia qualcosa subito , perchè se si vuole ed io lo so, si può fare un provvedimento immediato e non certo ….girare la palla all’Atac , altrimenti quell’area finisce come le strisce blu e cioè una “gabella” da dare al Comune .
    Credo che ci vuole poco per capire che sia più bello , più utile, più giusto e più onesto il reintegro nel mondo del lavoro di 5 persone in difficoltà, che con il loro servizio garantivano l’apertura del parcheggio H24.
    Con convinzione oggi da cittadino, mi aspetto un provvedimento di qualcuno in Comune addiritttura in giornata !!!
    Alessandro D’Armini
    Ingegnere dei Trasporti

  12. nell’ambito della politica della trasparenza nei bandi pubblici non è apparso subito una anomalia che una cooperativa di Scafati partecipi e vinca con un aumento che solo questo dato avrebbe dovuto comunicare alla procura il fatto
    Caro sindaco si aspetti una visita della Guardia Di finanza per un sequestro di tutti gli relativi. Di questo sia certo per motivi soggettivi

  13. Il precedente parcheggio aveva un grande problema gia’ ampiamente segnalato su Vignaclarablog:spesso la coda di vetture in attesa del verde provocava il blocco della circolazione sul viale a causa dell’assenza di corsia di inserimento .Addirittura era comparso un cartello brutalmente “inchiodato” su in albero.E stato tenuto conto di questo problema o si continuera’ ad assistere a strombazzamenti e relativo inquinamento acustico e ambientale?

LASCIA UN COMMENTO