Si scontra con un cinghiale: morto un centauro sulla Cassia

Si scontra con un cinghiale: morto un centauro sulla Cassia

inviolatella-borghese
VignaClaraBlog.it

Tragico incidente mortale questa notte in via dell’Inviolatella Borghese, sede dell’omonimo parco urbano e ubicata all’inizio della Cassia poche centinaia di metri dopo la fine di Corso Francia.

Una stradina buia, di notte pochissimo frequentata visto che si inoltra nel Parco di Veio per circa cinquecento metri finendo davanti ad alcune villette.

Lì, poco dopo le 23 della scorsa notte, un uomo di 50 anni a bordo del suo scooter Honda, forse diretto o forse proveniente da una delle villette, si è scontrato con un cinghiale che  razzolava lungo la strada in cerca in cibo.

L’impatto è stato devastante. L’uomo è stato scaraventato a terra battendo violentemente la testa ed è deceduto sul colpo.

Il suo corpo è ora all’Ospedale Villa San Pietro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. A condurre le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente è la Polizia Locale di Roma.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via dell Inviolatella Borghese, Roma, RM, Italia

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Vorrei sapere ora cosa dicono i benpensanti adirati per l’uccisione di un cinghialetto qualche settimana fa…
    Probabilmente, la colpa del centauro è stata quella di aver infastidito il cinghiale…povere bestie!!!!
    Mi domando quando l’Amministrazione deciderà di intervenire contro la proliferazione incontrollata di questa specie che dopo aver distrutto tutto il sottobosco, sta provocando seri danni e oggi anche perdite umane.

  2. Colui che ha sparato al cinghiale è un irresponsabile, tanto quanto l’amministrazione che non ha preso finora provvedimenti. Non è possibile morire per un cinghiale in città. Era da immaginare che sarebbe potuto accadere un incidente, visto che uno ne era stato avvistato a Via Baldo degli Ubaldi (!). In Francia, sulle montagne vicino ai centri abitati, le amministrazioni posizionano dei contenitori attaccati sugli alberi che con un dispositivo a tempo erogano a pioggia mangime di notte. Gli animali “imparano” e non hanno motivo così, di notte, a frequentare le strade degli umani. Dubito si troverà una soluzione simile da noi ma una soluzione deve essere trovata a tutti i costi e anche subito, domani ! Non è possibile che la vita di un uomo valga meno di quella di un cinghiale !

LASCIA UN COMMENTO