In sette scuole del XV un progetto per la salute della vista

In sette scuole del XV un progetto per la salute della vista

guarda-che-bello

Guarda che bello: nelle scuole del Lazio, di Roma e in sette scuole del Municipio XV arriva  il progetto di educazione alla salute della vista promosso dal Consorzio Ottico Italiano – Gruppo GreenVision.

L’iniziativa gode del patrocinio di AIMO (Associazione Italiana Medici Oculisti) e sostiene il progetto benefico Ridare la luce, a favore dei Paesi africani dove più gravi sono i problemi visivi

Non è facile far comprendere ai bambini l’importanza della cura dei propri occhi e convincerli a tenere in ogni occasione comportamenti corretti. Oltre al fastidio di indossare gli occhiali alcuni bambini possono considerarli un accessorio che li fa sentire diversi.

Ma tenere sotto controllo la vista fin dai primissimi anni di età è importante per diagnosticare i più comuni difetti, dalla miopia al cosiddetto occhio pigro, che se affrontati per tempo sono trattabili senza conseguenze.

Il progetto Guarda che bello arriva in 328 scuole laziali – e fra queste sette scuole del XV – mettendo gratuitamente a disposizione di insegnanti e famiglie attività giocose e strumenti didattici per portare l’attenzione dei bambini sul mondo di luce e colori che si apre ai loro occhi e sensibilizzarli sui corretti comportamenti visivi.

Attraverso una guida per gli insegnanti, con spunti per attività didattiche da svolgere in classe, un libro per le famiglie scritto da Annalisa Strada e illustrato da Studio Bozzetto e 4 divertenti brevi cartoon sempre di studio Bozzetto, il progetto fa comprendere in modo giocoso l’importanza dei comportamenti per la salvaguardia della vista.

Inoltre in alcune scuole selezionate si terrà il Vision Day, un evento che grazie alla sinergia di ottici e oculisti del territorio farà familiarizzare i piccoli studenti con le tematiche del progetto sensibilizzandoli all’importanza della prevenzione.

Durante i Vision Day infatti i bambini parteciperanno allo screening gratuito della vista che mette in evidenza alcuni parametri essenziali per l’individuazione di eventuali problematiche oculistiche. La lezione sarà supportata da un cartone animato interattivo, un racconto intervallato da giochi didattici, domande e quiz.

E veniamo al XV, ecco le scuole partecipanti

La Storta
Scuola dell’infanzia Amaldi in via G.Adami

La Giustiniana
Scuola dell’infanzia Il Bruchetto in via Silla

Fleming
Scuola primaria Gesù e Maria, via Flaminia
Scuola primaria Ferrante Aporti, via Antonio Serra

Ponte Milvio
Scuola primaria Malvano in via Giacomo Malvano

Vigna Clara
Scuola dell’infanzia Mengotti in via Mengotti

Cassia Antica
Scuola primaria Little Star Daycare in via Cassia Antica

1 commento

  1. Bella iniziativa…La potrebbero estendere alle scuole del xv ma più in periferia, dove ci sono molte più famiglie ‘semplici’ che non possono permettersi di pagare uno screening oculistico privato.

LASCIA UN COMMENTO