Quattro giorni di cogestione al Farnesina. Tra gli ospiti Di Battista, Torquati...

Quattro giorni di cogestione al Farnesina. Tra gli ospiti Di Battista, Torquati e Marino

quattro giorni organizzati in collaborazione con il dirigente scolastico e i docenti per una scuola che sa aprirsi anche alla società civile

liceo-farnesina
VignaClaraBlog.it

Al via quattro giorni di cogestione al Farnesina.  Dal 21 al 24 febbraio gli studenti del Liceo di via dei Giochi Istmici saranno impegnati nell’organizzazione di eventi di didattica alternativa nell’ambito dei quali si terranno diversi appuntamenti con personalità del mondo politico, imprenditori ed esperti di social media.

Al dare il via agli incontri col mondo politico sarà Alessandro Di Battista, trentanovenne parlamentare di spicco del Movimento 5 Stelle ed ex allievo del Farnesina, dove si è diplomato, che sarà fra gli studenti martedì 21 febbraio.

Mercoledì spazio alle attività di orientamento universitario tenute dagli atenei romani.

Giovedì 23 si torna in sede e a parlare di impegno politico sarà Daniele Torquati, trentaquattrenne esponente PD locale, attuale capogruppo in XV Municipio dopo esserne stato il presidente per tre anni. Anche lui è un ex Farnesina.

Le giornate di cogestione – per quanto riguarda la politica – si chiuderanno venerdì 24 febbraio con l’intervento di Ignazio Marino, ex sindaco della capitale che parlerà del caso Roma, una “città ingestibile”.

Dalla politica ai social. Non solo politica ma anche imprenditoria, social e un mix di ambedue terranno impegnati gli studenti, in particolar modo quando Nicolò Bardi, cofondatore di Tutored, start up orientata al mondo universitario che sta spopolando fra gli studenti italiani ed europei, racconterà la storia del social network da lui creato grazie al quale gli universitari si scambiano online appunti, consigli sui corsi e domande di esame.
E a seguire gli studenti del Farnesina incontreranno anche i community manager di alcune pagine Facebook  molto seguite.

Ma non è ancora tutto, perchè non sarebbe cogestione senza i corsi autogestiti. Vere e proprie sessioni di apprendimento tenute dagli stessi studenti che potranno frequentare seminari di recitazione, fisica, musica elettronica, leadership e scrittura creativa. E non mancherà il classico cineforum.

Per Giovanni Crisanti, rappresentante degli studenti  al Consiglio di Istituto, si tratta “di una grande occasione per noi studenti in quanto consente di farci parte attiva della nostra formazione scolastica. Saranno quattro giorni organizzati in collaborazione con il dirigente scolastico e i docenti per una scuola che sa aprirsi anche alla società civile”.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO