Fleming, alla Ferrante Aporti il tempo pieno è part-time

Fleming, alla Ferrante Aporti il tempo pieno è part-time

ferrante-aporti
VignaClaraBlog.it

A causa della rottura della rete fognaria nei pressi della scuola materna Ferrante Aporti di via Serra, al Fleming, dal 31 gennaio a data sconosciuta i piccoli alunni sono costretti ad uscire alle 14.15 anzichè alle 16.30.

Se ciò può far piacere a loro non lo fa invece ai genitori che lavorando a tempo pieno non sanno come barcamenarsi e chiedono comprensione e alternative per coprire le due ore di buco.

E’ quanto ci scrive Valentina Foti, rappresentante di classe della Scuola, che ha voluto pubblicamente esternare le difficoltà di mamme e papà in attesa che dalla Scuola, o dal XV Municipio, qualcuno tenda loro una mano.

“Spett.le Redazione Vignaclarablog.it, in qualità di rappresentante di classe della Scuola Infanzia F.Aporti, vorrei mettervi al corrente del comunicato di uscita anticipata pubblicato sul sito del Municipio XV per lavori urgenti alla rete fognaria”.

ferrante-aporti-uscita-anticipata
avviso sul sito del XV

“Sebbene il comunicato lasci intendere che il provvedimento sia scaturito da un accordo tra gli intervenuti alla riunione di lunedì 30 gennaio convocata  dal Presidente del Municipio XV con  l’Assessore alle Politiche Scolastiche,  la Dirigenza scolastica dell’IC Nitti, i rappresentanti del Consiglio di scuola e i genitori delle sezioni della scuola dell’infanzia, ci tengo a precisare che i genitori della scuola di Infanzia, tramite i propri rappresentanti, hanno subito non condiviso la decisione di chiusura anticipata visto che gli organi di governo della scuola non hanno manifestato alcuna disponibilità ad offrire soluzioni alternative per le due ore di minor frequenza”.

“Dalla lettura della circolare 144 dell’IC Nitti – sottolinea la rappresentante di classe – alla Primaria della Ferrante Aporti, attraverso il potenziamento del personale, è stata garantita la piena regolarità del servizio. Sebbene giuridicamente la scuola d’infanzia non rientri nell’obbligo scolastico, non può accadere che i genitori, lavoratori full time che hanno ragionevolmente scelto il tempo pieno, si vedano ora costretti a fronteggiare tale situazione con mezzi propri per un periodo di tempo neanche non definito.”

Una soluzione però ci sarebbe stata ma, a detta di Valentina Foti, non è stata autorizzata. Pare infatti, stando al suo racconto, che “le associazioni sportive private che già svolgono attività ricreative extrascolastiche nella palestra della Ferrante Aporti si siano rese disponibili a intrattenere i bambini dalle 14.15 alle 16.15 a fronte di un modesto importo. Ma di fatto – sostiene Valentina – la scuola non ha autorizzato tale iniziativa.”

Dateci una mano. E’ questa la richiesta dei genitori che la rappresentante di classe ha voluto affidare alle nostre pagine rivolgendosi alla scuola e alle istituzioni.
“Dateci – conclude Valentina – delle soluzioni organizzative alternative per accogliere e intrattenere i nostri bambini dalle 14.15 alle 16.30”.

AGGIORNAMENTO – La risposta della Preside: clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Vorrei specificare che invece l’autorizzazione c’è stata ad autorizzare la palestra della scuola primaria. Pertanto sarebbe il caso che prima della pubblicazione di una notizia non vera qualcuno dovrebbe accertarsi della sua veridicità…

  2. Gentile Alessio, da lun 31 ad oggi i bambini sono usciti tutti tutti alle 14.15 anche coloro che avevano lasciato delega (come me) per attività in palestra che non sono state autorizzate come si paventava. Non ho nessun motivo per dire cose non vere che sto vivendo sulla mia pelle da una settimana. Invito la redazione a chiamare l’ associazione sportiva (forniró numeri di telefono) o la scuola per accertare la veridicità. Spero che altri genitori rispondano .

  3. Gli organizzatori della pregevole iniziativa hanno riferito a tutti i genitori che la dirigente scolastica ha negato l’autorizzazione specificando che : ” della scuola dell’infanzia a lei non importava niente”.

  4. Invece purtroppo alcuni genitori sono stati informati dagli organizzatori della pregevole iniziativa che la dirigente scolastica ha negato l’autorizzazione a quella lodevole iniziativa così motivando: ” a me della scuola dell’infanzia non me ne frega niente”. La gravità della situazione che si sta venendo a creare e i notevoli disagi sofferti dall’utenza dovrebbero trovare ampia risonanza affinché vengano tutelati gli interessi delle famiglie e dei minori

  5. Confermo quanto riportato da Valentina F. La superficialità e la noncuranza da parte della dirigenza scolastica e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale delle esigenze delle famiglie degli alunni della scuola dell’infanzia è davvero esecrabile. Le legittime aspettative degli utenti della predetta scuola sono state del tutto pretermesse e ingiustificato e ingiustificabile rimane il diniego della Dirigente Vitaliano alla soluzione prospettata dai docenti ( prof. Camarda)

  6. Caro Alessio vorrei precisare che dal 31 gennaio ad oggi la scuola non ha dato alcuna autorizzazione all’utilizzo della palestra per i bambini della materna nonostante le reiterate richieste a gran voce dei genitori .Stasera circolano voci che forse da lunedì…..mah… speriamo non siano solo voci perché da una settimana stiamo vivendo un vero disagio !! Mi auguro che la richiesta di aiuto da parte di tante famiglie del quartiere trovi favorele risposta

LASCIA UN COMMENTO