Quando i vandali si accaniscono a Ponte Milvio

Quando i vandali si accaniscono a Ponte Milvio

targa donne resistenza ponte milvio
VignaClaraBlog.it

Un palo piegato in due, la lastra di marmo a pezzi, il pannello danneggiato. Ennesimo atto vandalico contro la targa posizionata a giugno 2015 a Ponte Milvio, all’inizio della pista ciclabile, dedicata al valore delle donne durante la Resistenza romana.

Inaugurata il 4 giugno 2015, imbrattata con svastiche a fine settembre, ripulita poco dopo dal XV Municipio, il 5 novembre 2015 era stata nuovamente deturpata. A ripulirla ci pensarono i volontari di Retake Roma. Ma questa volta i vandali hanno fatto di più.

targa donne resistenza ponte milvio
palo danneggiato

Il pannello è danneggiato e sbilenco. Il palo che sorregge la targa di marmo è stato piegato in due, la targa, dedicata alla partigiana Adele Bei, è a pezzi e qualcuno l’ha parzialmente ricomposta sulla spalletta della ciclabile.

targa donne resistenza ponte milvio
la lastra a pezzi

 

Visita la nostra pagina di Facebook

Ponte Milvio, Roma, RM, Italia

CONDIVIDI

3 COMMENTI

  1. Ponte Milvio è ponte storico, dedicato agli antichi romani… oltre che zona antichissima e storicamente calcata da grandi personaggi.
    Chi invece lo “dedica” ad altri incorre in errori grossolani, e quindi continuerà ad essere esposto a rancori anche recenti che possono provocare vandalismi (anche se forse la vera deturpazione è tutta quella selva di pali e ferri inutili costruiti attorno)
    Almeno il ponte moderno più in fondo l’hanno sapientemente dedicato alla “musica”…

    • Spero che stia scherzando!!! Oltre ad essere viziato da un’argomentazione a dir poco ridicola secondo la quale tutte le strade di Roma potrebbero essere dedicate solo a Giulio Cesare e a Marco Aurelio, il suo commento è, mutatis mutandis, sulla stessa falsariga di quando tristemente ci tocca sentire: “Se non voleva farsi stuprare, non doveva mettersi la minigonna!”.
      Come nel caso di uno stupro, il criminale è lo stupratore e non la donna (in qualsiasi modo si sia vestita), allo stesso modo in questo caso i criminali sono i vandali e non chi ha dedicato la pista ciclabile al coraggio di quanti, a volte sacrificando la propria vita, hanno lottato per donarci una vita da donne e uomini liberi.
      Fare tesoro del loro prezioso dono è compito che spetta a tutti.
      Giuseppe Reitano
      (Coordinatore SEL XV Municipio)

LASCIA UN COMMENTO