Cassia, sabato inaugurazione della via Francigena nell’Insugherata

Cassia, sabato inaugurazione della via Francigena nell’Insugherata

via Francigena

Sabato 16 gennaio, alle 11.30, in via Cassia 1081 verrà inaugurato il percorso storico-rurale della Via Francigena all’interno dell’Insugherata, una vera e propria greenway che attraversa la splendida natura di questa riserva naturale, unica nella capitale, costeggiando il fosso dell’Acqua Traversa e passando accanto al Bosco di S.Spirito.

La Via Francigena, da tutti riscoperta in Italia, ad oggi risultava ancora inaccessibile da Roma Nord per una serie di problemi connessi al fatto che sulla carta il tracciato dell’antica via entra ed esce anche in aree private, come ad esempio l’ingresso di via Cassia 1081.
Ma finalmente sarà possibile accedervi grazie alla realizzazione del progetto che ha fatto seguito al protocollo d’intesa firmato tra l’Ente Roma Natura, gestore dell’Insugherata, e la Fondazione Baroni Onlus che ha messo a disposizione 100mila euro.

L’annuncio del progetto venne dato in un’affollata conferenza stampa tenutasi a luglio 2014. La soddisfazione dei presenti era palpabile perché i lavori avrebbero preso il via il 1 settembre e si sarebbero conclusi nel giro di cinque-sei mesi; per l’inizio del 2015 la Riserva dell’Insugherata avrebbe così avuto il suo sentiero, lungo circa 13 chilometri, con tabellonistica, un’area accoglienza con tavoli e panche realizzati con il legno dei pini donati al Vaticano, la sistemazione del ponticello che scavalca il Fosso dell’Acqua Traversa, e, lungo il percorso, pannelli illustrativi e “totem” dotati di Qr-Code.

Ma nel nostro paese i conti senza l’oste non tornano mai ed è così che fra mille difficoltà burocratiche, trattandosi di far passare il tracciato su aree private alcune delle quali è stato arduo pure rintracciarne i proprietari, e difficoltà logistiche, il progetto, realizzato a cura di RomaNatura, è stato concluso negli ultimi mesi del 2015, in tempo comunque per l’appuntamento con il Giubileo e a beneficio di chi percorre a piedi l’antico itinerario della fede in direzione S.Pietro ma anche dei cittadini romani e degli amanti della natura.

Il progetto di valorizzazione e fruibilità del percorso sabato mattina sarà presentato da Maurizio Gubbiotti, Commissario straordinario dell’Ente Regionale RomaNatura; Giovanni Bastianelli, Direttore Agenzia Regionale Turismo della Regione Lazio; Franceso Rutelli, Presidente dell’Associazione Priorità Cultura; Giuseppe Signoriello, Presidente della Fondazione Giovan Battista Baroni Onlus; Daniele Torquati, Presidente Municipio XV.

Appuntamento dunque a sabato prossimo, in via Cassia 1081, quando la Francigena nell’Insugherata accoglierà i primi “viandanti” ufficiali. Al termine del’evento sarà infatti possibile effettuare una visita guidata sul percorso accompagnati dai Guardiaparco, i naturalisti e le associazioni del territorio, con arrivo a via A. Conti (lato Trionfale). La partecipazione è a richiesta.

9 COMMENTI

  1. Chiedo alla redazione se l’ingresso da via Cassia 1081 sarà sempre aperto.
    Il progetto è stato realizzato? In particolare:
    -) Sentiero con tabellonistica
    -) Area accoglienza con tavoli e panche realizzati con il legno dei pini donati al Vaticano,
    -) Sistemazione del ponticello che scavalca il Fosso dell’Acqua Traversa,
    -) lungo il percorso, pannelli illustrativi e “totem” dotati di Qr-Code

    Grazie.
    Saluti.

  2. bello ma, la sola idea di vedere sfilare i soliti politicanti (primo fra tutti Rutelli) mi provoca disagio. Rimanderò la visita alla settimana successiva!

  3. Gentile LucaV, ci riferiscono che è stato realizzato più o meno tutto, dall’area accoglienza alle tabelle, dai pannelli ai totem alla sistemazione del ponticello. All’inaugurazione se ne saprà ancora di più, compresa la questione “accesso al 1081” che come noto è un’area privata all’interno della quale c’è l’ingresso all’Insugherata.

    Cordialità
    La Redazione

  4. sono un abitante di un condominio che affaccia nel parco dell’insuperata,questa apertura al pubblico mi terrorizza,poiché dove arriva l’uomo muore la natura….questa è storia.

  5. Un grazie alla redazione per la pronta risposta. Purtroppo non potrò essere presente all’inaugurazione, teneteci informati!
    Grazie ancora.

  6. Rutelli uno degli autori dello scempio nella zona di Grotarossa/Parco del Veio dove costruiscono e distruggono il verde per non parlare delle tante zone d’ombra sugli scavi archeologici poi chiusi per far urbanizzare le zone vicine!!!

  7. Sig. Marchetti non sono d’accordo. Le ville e i parchi di Roma, dalla caffarella a villa Ada per non contare luoghi poco fuori del raccordo anulare come la tenuta di castel di Guido o alcune zone del parco di Veio dove passa la francigena smentiscono la sua affermazione. Per fortuna che questi luoghi sono fruibili a tutti più facilmente altrimenti chissà che fine farebbero. Ci andrò sicuramente.

LASCIA UN COMMENTO