Vigna Clara, la prima Little Free Library d’Italia compie un anno

Vigna Clara, la prima Little Free Library d’Italia compie un anno

VignaClaraBlog.it

foto-1.jpgLa piccola casetta dipinta come fosse una zebra e con il sostegno che sembra la zampa di un elefante se ne sta appollaiata sull’unica microscopica collinetta nel parco di Via di Villa Lauchli. E’ la prima Little Free Library d’Italia e il 1 giugno 2013 compie un anno; un’occasione per festeggiare il suo “compleanno” e il grande successo che ha ottenuto.

L’idea è dell’ infaticabile Giovanna Iorio, insegnante – ma anche autrice di poesie e racconti – della Marymount International School che dopo aver importato dagli USA l’iniziativa delle LFB ora si appresta, con un piccolo evento, a festeggiare la nascita e la diffusione delle piccole librerie.

Nel nostro paese cominciano ad essere una dozzina; due a Roma, entrambe nella zona Nord (Inviolatella Borghese e Tomba di Nerone), quattro nella zona di Milano, due a Trento e altre cinque finalmente al sud, in Puglia a Cavallino (basta andare sulla home-page di www.littlefreelibrary.org per conoscere la posizione di tutte le LFL nel mondo).

Ecco quella nei giardini di Tomba di Nerone, inaugurata il 5 dicembre 2012

Ed ecco quella nel parco di via di Villa Lauchli che ora compie un anno

Per quest’ultima, il 4 giugno, alle ore 9, si svolgerà un piccola festa nel Parco Didattico dell’Inviolatella Borghese a cui possono partecipare tutti quelli che lo desiderano; a festeggiare un anno di vita della LFL saranno alcuni poeti che leggeranno brani e poesie e poi i “ragazzi” che seguono il blog di Giovanna (Amici di letture e di leggerezza) che per l’occasione hanno allestito alcuni pannelli didattici.

Individuati, con l’aiuto del Comitato Robin Hood, quali sono gli alberi più comuni nel parco e quali le specie animali (dagli acquatici alle nutrie) i ragazzi hanno allestito delle tabelle che nel corso dell’evento verranno sistemate all’interno dell’inviolatella (per l’occasione Giovanna ha anche creato un blog “collettivo” che raccoglierà foto, video e notizie su tutte le LFL: littlefreelibraryitaly.blogspot.it).

p5160003.jpg

Il Parco Didattico dell’Inviolatella così finalmente diventerà un poco “più didattico” dal momento che il progetto iniziale di trasformare quel piccolo rudere che affaccia sul laghetto in una casa del parco, centro visita o postazione per l’osservazione degli uccelli non è andato in porto.

Chi dopo il 4 di giugno andrà all’Inviolatella, oltre a prendere gratuitamente un libro dalla LFL, potrà anche scoprire che in quel parco, sottratto alla mafia e al degrado, ci sono pioppi, querce, salici, olmi, aceri, pruni ma anche “alieni” come la robinia e l’ailanto; e poi animali come la nutria, il germano reale, la gallinella d’acqua, l’airone cenerino, la biscia d’acqua e il rospo comune.

Un microscopico “bioparco” da proteggere e salvaguardare ad ogni costo dove portare soprattutto i bambini affinché imparino sul campo il rispetto e l’amore per la natura.

L’appuntamento è il 4 giugno alle ore 9 all’Inviolatella Borghese, in via di Villa Lauchli.

Francesco Gargaglia

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Complimenti a Robin Hood: il parco si avvia a diventare didattico- un bel caso di compiti assolti volontoramente in sostituzione di chi aveva l’obbligo.

LASCIA UN COMMENTO