XX Municipio: inaugurata la nuova sede in via Flaminia 872

XX Municipio: inaugurata la nuova sede in via Flaminia 872

Speciale Elezioni 2016

Oggi alle 12 tagliato il nastro: il XX Municipio arriva nel cuore del suo territorio

Inaugurazione XX MunicipioAlla presenza di oltre 200 cittadini, di Marco Pomarici, presidente del consiglio comunale,  di Alfredo Antoniozzi assessore capitolino al patrimonio e di alcuni assessori e consiglieri municipali, Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio, ha inaugurato oggi la nuova sede del Municipio.

Idee Regalo

.

[GALLERY=382]

“Dopo 40 anni di permanenza nel quartiere Prati nel XVII Municipio la sede del Municipio XX di Roma torna nel cuore del suo territorio in via Flaminia 872″ ha dichiarato Giacomini, orgoglioso di aver raggiunto questo traguardo ad un anno dalla sua elezione.

[GALLERY=383]

“Questa scelta amministrativa di spostamento della sede oltre ad avvicinare gli uffici ai cittadini del Municipio ha prodotto diversi benefici” ha poi aggiunto Giacomini secondo il quale tra i principali è bene annoverare “un risparmio di 350mila euro l’anno di affitto, 96 posti auto, più un altro maxi parcheggio antistante e maggiore spazio per gli uffici e per gli impiegati e quindi un migliore servizio ai cittadini”

[GALLERY=384]

Tante le domande. Noi gli abbiamo chiesto quando e quali uffici saranno qui trasferiti. “Nel giro di 10 giorni tutti gli uffici di via Poma e di via Sabotino saranno qui in via Flaminia” ci risponde il presidente. Solo questi? “No, penso di poter trasferire qui anche gli uffici dei Servizi Sociali attualmente in via Cassia 472 o, in alternativa, aprire un nuovo ufficio anagrafico di cui la cittadinanza sente molto la necessità. Deciderò nei prossimi giorni”

[GALLERY=385]

Una banda degli alpini ha accompagnato la cerimonia. Perché proprio gli alpini? “ottenere questa sede – ci ha detto Giacomini sorridendo – e’ stata una scalata in montagna di un anno”.

[GALLERY=386]

Tante le congratulazioni. Diversi presenti hanno positivamente sottolineato come a due passi dalla nuova sede si trovi via Caprilli con gli uffici del XX Gruppo di Polizia Municipale, il cui comandante, d.ssa Rosa Mileto, era presente alla cerimonia con un nutrito gruppo di Vigili Urbani. Questa vicinanza, a detta di tanti, faciliterà molto i rapporti fra uffici amministrativi e Polizia Municipale tutto a beneficio della comunità.

[GALLERY=387]

E dal punto di vista collegamenti? ” Due linee di autobus, una fermata proprio davanti l’ingresso e la stazione ferroviaria a due passi garantiranno un facile e comodo raggiungimento della sede” ci dice ancora Giacomini.

[GALLERY=388]

Accompagnati dal Presidente abbiamo visitato la sede: ben 3293 mq coperti ma purtroppo abbiamo visto solo ampie stanze vuote. “Vi inviterò fra due settimane a trasloco effettuato, così potrete documentare su VignaClaraBlog.it a tutti i cittadini del nostro territorio il completamento dell’operazione ed il pieno raggiungimento di questo importante traguardo per l’intera comunità”.
Su questo invito, che non mancheremo di rispettare, salutiamo Gianni Giacomini. Oggi è il suo gran giorno, dopo quello delle elezioni. (red.)

.

VignaClaraBlog.it

45 COMMENTI

  1. XX Municipio: inaugurata la nuova sede in via Flaminia 872…

    Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio, ha inaugurato oggi la nuova sede del Municipio alla presenza di oltre 200 cittadini, di Marco Pomarici, presidente del consiglio comunale, di Alfredo Antoniozzi assessore capitolino al patrimonio…

  2. Che bel bagno di folla per il nostro dispender automatico di sorrisi!
    Via cassia antica intanto è sempre chiusa, a via mastrigli continua l’emergenza sanitaria e la famosa trasparenza sugli atti è, e rimane una chimera.
    W Giacomini!

  3. Che bravo che sei Simone…. sempre pronto a criticare appena si raggiunge un obiettivo dicendo che gliene mancano altri…. vero ma intanto è tanto difficile dire bravo ad una persona che in 1 anno è riuscito a riportare la sede del XX nel suo territorio dopo 41 anni??

    Casomai io avrei detto bravo Giacomini ma oggi l’inaugurazione la dovevi spostare come orario. bastava un’ora…. tantopiù che nè il Sindaco nè 3/5 di Giunta nè quasi tutto il Consiglio erano presenti in quanto, presumo, ai funerali di Rita Brunella.
    Questa è una caduta di stile….

  4. Gianni, hai ragione.
    Bene Giacomini male Giacomini.
    Bene per la nuova sede. Male per non aver voluto spostare l’orario.
    Per cinismo o per Antoniozzi senior ? vallo a sapere.
    Bene/Male però pure i 3/5 di Giunta ed i consiglieri assenti.
    Bene per aver doverosamente optato per il commiato alla loro collega.
    Male per non aver preso ufficialmente posizione contro il cinismo di cui sopra.
    Il timore di lesa maestà ha serrato loro la gola ?

  5. Eretico … hai una proprietà di linguaggio che ti contraddistingue … non c’è che dire … complimenti !
    G.M.T.

  6. Caro Gianni, mi sembra decisamente poco dopo un anno dal mandato aver prodotto questi (miseri) risultati. Se avessi avuto gli stessi ritmi produttivi le garantisco che la mia azienda mi avrebbe cacciato da mesi.
    Ma Giacomini è cosi’ gentile e sorridente…. come si fa a cacciare uno cosi ??

    Parliamoci chiaro, i risultati di questa giunta sono sotto gli occhi di tutti, tanta teoria e poca, pochissima pratica. Non sono riusciti neanche nella missione impossibile di issare un tricolore da dieci euro sulla torretta valadier, figuriamoci il resto.

    p.s. prima che qualcuno pensi che la mia sia propaganda pro domo PD: alle ultime elezioni ho votato Sterpa per il XX e al comune Todini (altro desaparecidos che dopo il voto si è dato alla macchia. Bravo Ludovico!)

  7. Buongiorno a tutti,
    la cosa interessante che vorrei far notare è un’altra,e cioè come un edificio di proprietà di una società a partecipazione sia regionale che comunale ( Risorse per Roma) venga venduto ad un noto costruttore romano, ( Bonifaci) come li chiamano a roma un “palazzinaro” legato all’amministrazione del Sindaco Alemanno, chiaramente attraverso un asta pubblica,per poi essere affittato nuovamente al Comune??
    Non vi sembra l’ennesimo sperpero di denaro pubblico??
    Perchè una pubblica Amministrazione deve vendere un immobile per poi riaffittarlo?
    le risposte a me sembrano semplici…a voi??

  8. Si dice che il buon giorno si vede dal mattino , finalmente ci siamo tolti quell’impiccio di municipio ,tanto scomodo per arrivarci e per parcheggiare o nooooooooooooo.
    Questo e’ un buon inizio , grazie presidente Giacomini .
    luisa .

  9. Ma Daniele, Bonifaci legato all’amministrazione Alemanno? E tutto quello che ha potuto fare con la giunta Veltroni lo vogliamo nascondere come al solito? Suvvia!

    Io capisco inoltre le critiche da chi ha votato a sinistra, ma normalmente il centrodestra governa 5 anni (purtroppo hanno questo vizio…) e quindi i risultati andrebbero osservati dopo questo periodo, non dopo 1 anno.

    Certo, che si doveva e poteva fare di più lo penso anche io, ma dipende anche dai campi e dalle tematiche: non tutto va male, non tutto va bene.
    Insistiamo su cosa va migliorato (in modo costruttivo), complimentiamoci su cosa è stato fatto.
    Avere finalmente una sede nel XX Municipio mi sembra un miraggio che non mi aspettavo ormai a breve…

  10. Secondo voi ,con il cambio della sede da via Carlo Poma a via Flaminia , il presidente : con questa mossa ha fatto risparmiare dei soldini ai cittadini di Roma xx , una cuoriosita’ a via Carlo Poma quanto si pagava d’affitto ?
    adesso quanto si paga d’affitto ?
    mi rispondete vi prego !!!!!!!!!!!
    Non mi rispondete con frasi fatte del tipo se si risparmia se li rifregano i politici …..
    luisa Z

  11. Pierluigi non so quanti anni hai ma forse sei un giovane che non conosce la fase storica di Roma chiamata “il sacco di Roma”. Roma è stata sempre e lo è ancora in mano ai cosiddetti palazzinari, oggi più elegantemente costruttori, che hanno fatto sempre il bello ed il cattivo tempo qualunque colore politico abbia governato e governi. Non farti bendare gli occhi dalla facile propaganda, non è questione di Veltroni od Alemanno, la politica romana è stata sempre condizionata dal cemento, anche oggi, prova ne è lo scellerato piano di parcheggi nel nostro municipio fatto da Veltroni e poi avallato in pieno da Alemanno. .
    Aldilà delle frasi generiche, prchè non espliciti meglio cosa si doveva e si poteva fare meglio nel nostro municipio visto che lo pensi anche tu ?
    Ed infine un suggerimento: se vuoi essere un cittadino attivo, chi governa va controllato e pungolato ogni minuto di ogni giorno del suo mandato, non ogni cinque anni. Il tempo delle cambiali in bianco con scadenza quinquennale è passato, oggi dobbiamo essere tutti attivi. La dimostrazione è data dal fatto che grazie all’attivismo dei cittadini alcuni sconsiderati parcheggi interrati sono stati respinti al mittente, cioè l’attuale sindaco.
    Ugo

  12. Concordo con Ugo, il monitoraggio ha senso se viene fatto con continuità, non ogni 5 anni. E vale per chiunque sia chiamato a governare.

  13. Signora Luisa … mi scusi … maaaa … LEI lavora al CAF … fè o al XX° Municipio !?! Difende a spada tratta Giacomini senza rendersi conto della inaudita situazione di compra-vendita della nuova sede municipale. Non so se ha recepito le giuste osservazioni di Daniele: Edificio di proprietà di una società a partecipazione sia regionale che comunale ( Risorse per Roma) venduto ad un noto costruttore romano, ( Bonifaci). Soprattutto mi deve spiegare perchè una pubblica Amministrazione deve vendere un immobile per poi riaffittarlo? Restando in attesa di un suo cortese cenno di risposta La saluto cordialmente.
    G.M.T.

  14. Per Luisa: sì, l’amministrazione municipale risparmia con questo cambio.
    Da quasi un milione di euro che paga attualmente, andrà a pagare 650.000 euro.
    Inoltre finalmente le due sedi distaccate a Prati (via Poma e via Sabotino) verranno unificate e poste nel nostro Municipio.

    Ugo, guarda che non intendo “firmare le cambiali in bianco”.
    Anzi ti dirò che sulla Cassia Antica (tanto per fare un esempio) mi sarei mosso in maniera diversa.
    Riguardo ai PUP, invece, sono stato in parte d’accordo in parte no.
    Ciò non toglie che quando viene fatta un’azione positiva non mi sembra giusto e corretto rispondere “ma non hai ancora fatto questo”. E che diamine!

    Riguardo ai palazzinari sappiamo bene quanto è stato permesso loro in passato in tutta Roma. I segni sono ben visibili. Spero solo che non continui questo andazzo diventato normalità…

  15. dico solo una cosa: la sede di risorse per roma è stata venduta a Bonifaci a dicembre 2007… quando non aveva ancora versato gli oneri concessori per l’obbrobbio sulla via flaminia…. chi governava allora??
    boh……

  16. per eretico:

    penso che sia una questione personale.
    il fatto che all’inaugurazione della sede, tanto cara a Giacomini, non si siano presentati penso che sia molto più forte di un comunicato stampa.

  17. Partecipazione: parola cara i cittadini, ma meno a certi amministratori; quelli che credono di avere avuto una cambiale in bianco e ti dicono “giudicami tra cinque anni”. éer fortuna c’èI NTERNET e su INTERNET Vigna Clara BLOG.

  18. Pierluigi, la verità va sempre detta per intero. E’ vero, il Municipio paga 650000 euro ma li paga ad un signore che a sua volta da anni ne deve 10 milioni al Comune. Tu l’avresti fatto questo affare, pagheresti l’affitto di casa tua ad un tuo debitore che ti deve 15 volte il tuo affitto di un anno? Non avresti preteso invece di scalare il tuo affitto dal debito? Siamo concreti per favore!
    E per quanto riguarda le cose che andavano fatte e fatte meglio non sei un tantino troppo indulgente pensando solo a Via Cassia Antica ? Come se via Mastrigli fosse solo un problema secondario, come se il bilancio partecipato non fosse mai esistito, come se il parcheggio di ponte milvio non fosse lì terminato e chiuso da marzo in attesa di essere aperto, come si piazza Ponte Milvio fosse un’isola pedonale di cui non preoccuparsi anzichè quella bolgia che è, come se la trasparenza fosse solo una tigna di cittadini curiosi ed impiccioni, come se, come se come se… vuoi che continui ? Posso andare avanti ad oltranza. Soffermati su ciò che ti accade intorno, non volare sempre alto.
    ciao.
    Ugo

  19. Gianni, la penso al contrario.
    Non essere andati all’inaugurazione è stato notato da pochi.
    Chi s’è messo a contare chi c’era e chi no ?
    Un comunicato stampa, di quelli che normalmente lorsignori fanno anche per dire che oggi piove quando piove, avrebbe invece fatto il giro delle agenzie.
    Dire che il re era nudo quel giorno, privo cioè della sua corte, sarebbe stato troppo imbarazzante ?
    Non rispondano a noi.
    Rispondano ad esempio a Francesca, una delle figlie di Rita Brunella, che ha lasciato su questo blog un messaggio toccante.

  20. Bravo Eretico,

    Francesca ha visto chi c’era e chi non c’era…. il resto non conta.
    Non si deve fare politica sulle disgrazie.
    come ho detto è una questione personale….

    p.s. fidati che molta gente si è accorta chi non c’era e (io per primo) ho chiesto il perchè avendo la risposta ovvia. per tutti noi.

    Per Rosanna,
    lo sai che Bonifaci ha depositato la Fideiussione per tutta la sede di via Flaminia? fino ad oggi aveva versato solo 800.000 euro… mentre gli oneri concessori saranno versati entro dicembre 2009. quindi si può dire che il Comune ha scelto una precisa strategia volta ad incassare tutto in fretta dal sig. Bonifaci… dopo tanti anni non mi sembra male…

  21. Ugo, mi sembra tu NON voglia leggere bene… Se io scrivo “tanto per fare un esempio” significa che ce ne sono altre di cose, ma non è che qui, parlando della sede del municipio, dobbiamo tirare fuori tutto quello che non va e tutto quello che va.
    Non la finiamo più altrimenti.
    Tu dimostri una continua faziosità presente nel modo di affrontare la politica, che non condivido.
    Per me sono problemi assurdi sia via mastrigli che il parcheggio di ponte milvio, sicuramente: ma è questo il luogo?
    E riguardo a Bonifaci, come leggo subito sopra da Gianni, a quanto pare sta iniziando a pagare.
    Sicuramente una novità rispetto al passato… ma probabilmente anche qui troverai qualcosa che non va…

  22. Sig. Ugo, se mi permette la aiuto a capire. Le stanno dicendo che se le rubano un panino e le lasciano le briciole, non deve lamentarsi. Perché affrontare i problemi tutti assieme? Perché voler sempre mettere tutto in relazione, contestualizzare? Perché cercare sempre di spostare l’attenzione su altro? Sig. Ugo, si concentri sulle sue briciole, non alzi la testa, non alzi neanche lo sguardo, non pensi al panino che non c’è più, non si distragga dalle sue meravigliose briciole e se le goda tutte, una ad una. E vedrà che vivrà molto più felicemente. Verso l’anoressia, ma col sorriso sulle labbra.

  23. Grazie Paolo, metafora perfetta, quanto la mia faziosità nel voler dibattere qualche piccolo “neo” di chi ci amministra .. ma già, questo non è il luogo adatto per farlo.. Chissà mai dove sarà il luogo adatto, lo chiedo a Pierluigi che comunque si è guardato bene dal dirmi se lui avrebbe pagato o no un affitto ad un suo debitore.
    Un debitore che secondo Gianni sta però pagando i suoi debiti. Ma con rispetto parlando, chi è Gianni per avere maggior credito di me ? Se fosse il tesoriere del comune di roma tanto tanto, altrimenti è uno come noi, un lettore che esprime le sue opinioni che valgono quanto quelle di un altro, o no ? Saluti, torno a concentrarmi sulle mie briciole.
    Ugo

  24. non c’è niente da fare… non c’è peggio sordo di chi non vuol sentire…
    briciole?? la sede del XX che sta da 41 anni fuori dal Municipio a 1.000.000,00 di euro l’anno sono briciole? boh….

  25. Mi stupisci Gianni.
    Sei scivolato su 2 bucce di banana.
    Perchè a non rispondere alle domande sei tu.
    Quindi il sordo non è Ugo….
    Perchè 1 milione di euro era l’ultimo canone da circa 2 anni.
    Non da 41…

  26. io non rispondo? e a quale domanda??
    sulla seconda era ovvio… anche perchè 41 anni fa non c’era l’euro… però tranquillo che prima di due anni fa era 900.000 euro e prima devi rapportarlo alla valuta e al valore della stessa nel tempo…
    altro che bucce di banana… io le butto nel cestino.. :)

  27. Al quesito indiretto postoti nel commento di Ugo.
    Se vuoi dialogare ascolta e leggi anche gli altri.

    Per inciso, per quanto riguarda la nuova sede.
    Di grazia, chi ha governato nel municipio 20 negli ultimi 20 anni?
    Un po’ d’indolenza anche da parte loro ce la vogliamo mettere ?
    la medaglia ha sempre due facce.

  28. Osservazioni, risposte e domande varie.

    -Domanda: tra XX Municipio e Comune di Roma a chi spetta cercare e individuare la sede del Muncipio?
    Credo all’amministrazione comunale che in 43 anni non l’ha fatto.
    Salvo una a Labaro in via Gemona del Friuli, una zona molto decentrata, e altre più piccole.

    -Giugno 2007 va desert l’asta del Comune di Roma, giunta Veltroni, per la vendita del palazzo che oggi è la nuova sede del Xx Municipio.

    -27 marzo 2007 il Comune di Roma, giunta Veltroni, vende l’edificio a Bonifaci con ua trattativa privata.

    -La nuova proprietà avrebbe dovuta versare nelle casse del comune in quel momento (27 marzo 2007) gli oneri concessori di circa 15 milioni di euro per costruire al nuova sede dle Muncipio. Non fu così. Ne versò solo 2 milioni.

    -La giunta Veltroni voleva affidare ad esterni la progettazione della nuova sede. Ora invece tutto il progetto per la sede definitiva sarà elaborato dai tecnici dle Municpio e del dipartiemnto. Risultato:risparmio nei costi.

    – La vecchia sede del Municipio non solo aveva un affitto maggiore di questa nuov aina attesa della definitiva ma a via Poma gli uffici no nerano a norma di legge (la 626 sulla sicurezza), saltava l’elettricità e ci pioveva dentro. Sui costi del vecchio e dle nuovo affitto, quindi per il valore dell’attuale risparmio, si leggano l’articolo e i commenti qui sopra.

    -I parcheggi della nuova sede. All’inaugurazione Giacomini ha detto che oltre ai 96 postio auto del parcheggio della sede si sarà di fronte un parcheggio di 4 piani. Intanto si può usare come fatto per l’ianugurazione quello dle Centro Euclide che è gratis le prime 2 ore. In Prati i parcheggi c’erano ma trovarne uno libero era un impresa e se ci si riusciva c’er ail solito parcomentro da pagare.

    Saluti

    Angela

  29. Dimenticavo, una curiosità.

    Passo con la mia automobile davanti alla nuova sede del XX Municipio. Nel piazzale con il montacarichi erano a lavoro alcuni operai. Di sabato pomeriggio.
    Un sogno?Un miraggio?No, almeno per una volta, tutto vero.

    Angela

  30. Il simpatico Marzullo ha colpito ancora.
    Fatti una domanda e datti una risposta: è il suo tormentone notturno.
    E Angela si è domandata:
    tra XX Municipio e Comune di Roma a chi spetta cercare e individuare la sede del Municipio?
    E Angela si è data la risposta :
    Credo all’amministrazione comunale che in 43 anni non l’ha fatto.
    Una risposta ovviamente assolutoria per le decine di uomini del centrodestra che hanno governato il Municipio 20 in 43 anni.
    Ai quali stranamente non spettava, chissà mai perchè, cercare una casa municipale nel territorio di competenza.
    Ego te absolvo in nomine patris…..

  31. Stamane parto alla ricerca dell’URP e, colto da una botta di inusitato ottimismo passo alla nuova sede…hai visto mai che l’abbiano già trasferito?

    No, un cortese usciere mi informa che non c’è ancora nessuno e che gli uffici sono ancora tutti nelle loro sedi originali. L’unico trasloco effettuato finora è quello della presidenza. Ma non deve essere andato un gran che, se Giacomini era impegnatissimo a telefonare da dentro una vettura di servizio ferma nel parcheggio (deserto).

    Per quel che è dato intravedere l’operatività non si avrà ancora per molto tempo… (parcheggio del piazzale di Ponte Milvio docet…)

    Sor Chisciotte

  32. cara angela,

    credo che un conto siano le convinzioni personali, legittime. Altro è la disinformazione fatta in maniera scientifica.

    gli oneri concessori non si pagano quando qualcuno acquista qualcosa. Li paga chi costruisce e ovviamente può rateizzare la spesa. lo può fare chi costruisce su un lotto di mille metri o caltagirone se edifca milioni di metri cubi.

    la sede presa in affitto è stata venduta da risorse per roma. una società municipalizzata che aveva due sedi.

    il comune di roma si è posto il problema della sede quando ha deciso assieme al municipio di cambiare la destinazione d’uso degli immobili sulla flaminia da alberghiera a residenziale. ripeto: assieme al municipio che ha dato parere favorevole alla trasformazione. Personalemente non ho condiviso il percorso e non ero ancora consigliere.

    in ogni caso il costruttore avrebbe dovuto realizzare la sede a scomputo degli oneri concessori. Ciò non è avvenuto solo perchè le successive direttive comunitarie hanno imposto le gare sopra un certo importo. tale iniziativa raccolta dal segretario generale ha causato il blocco di gran parte delle opere a scomputo nella città.

    per questa ragione la sede diventa una opera pubblica. Con l’ultimo bilancio dell’amministazione Veltroni viene finanziata la nuova sede del municipio. infatti l’amministrazione individua 14 milioni (risorse pubbliche) per l’opera.

    il bilancio della giunta alemmanno, approvato pochi mesi fa, taglia il finanziamento portandolo a 10 milioni. Sinceramente spero che con i prossimi esercizi di bilancio le risorse per la sede non subiscano ulteriori tagli perchè ciò significherebbe rimanere in affitto da bonifaci per decenni!!!

    non è mai esistita una ipotesi Labaro da parte del comune di roma. Non esistono atti che si riferiscono a questa eventualità e perciò le chiedo di chiarire. Le chiedo anche di dimostrare che il municipio era contro la progettazione esterna. Lei ha fatto delle affermazioni e pertanto dovrebbe essere in grado di chiarire.

    ma i 3 piani di parcheggio di cui le ha parlato giacomini sono realizzati? saranno pubblici? non penso.

    ora, in estrema franchezza, credo che la scelta di giacomini abbia dei punti di merito. andiamo nel nostro territorio e paghiamo di meno. bene, però il contratto è per 4 anni. La mia preoccupazione consiste nel fatto che probabilmente non basteranno 4 anni per realizzare la nuova sede. Lo sa che se così fosse noi finiremmo nella stessa situazione di via poma? sotto sfratto a pagare quello che in 4 anni avremmo dovuto risparmiare!

    Visto che è così informata spiega a tutti i frequentatori del blog che fine farà via sabotino? parliamo di un immobile comunale che sarà affidato all’associazione di un dirigente del pdl appena eletto al parlamento europeo. Così è almeno quello che mi hanno confidato colleghi della maggioranza. Date voi un giudizio.

    punti di merito a parte, ora le elenco le mie perplessità:

    1- non capisco la ragione per la quale ci si è ostinati ad andare in affitto da bonifaci.
    il pd ha proposto un anno fa di fare un censimento degli immobili che potessero avere i requisiti. ha proposto un bando aperto a privati. Nulla. solo poche settimane fa mi è stato risposto che non c’era il tempo. sottolineo che la proposta è di un anno fa.

    2-il consiglio e le commissioni continuano ad essere all’oscuro di tutta la vicenda gestita in modo solitario da pochissime persone. il pd chiede un consiglio straordinario e giacomini non si presenta. in quella sede nessuno sapeva nulla e mentre molti della maggioranza ci spiegavano che non era importante conoscere e che bastava fidarsi del presidente, l’assessore sacerdote (persona pacata ed equilibrata) interveniva a sostegno delle perplessità dell’opposizione.

    3- il pd continua a non ricevere la documentazione relativa nonostante la richiesta di accesso agli atti. su questo tema credo serva trsparenza, non violazioni continue del regolamento del consiglio comunale e municipale.

    4- si è fatta una finta inaugurazione con un candidato a tre giorni dal voto. Una sceneggiata elettorale con tanto di banda e fanfare quando a pochi km di distanza avveniva altro. Credo che la politica si debba porre dei limiti e non scendere nel disumano.

    5- visto che parliamo di un evento epocale per la nostra comunità, perchè non affiancare alla bontà delle scelte anche la trasparenza?

    potrei continuare…….

    marco tolli
    consigliere municipio xx

  33. Cons. Tolli, grande intervento! Estremamente chiaro nell’esposizione, preparato sulle questioni amministrative e con i fatti (circostanziati) separati dalle opinioni. Grazie per la serietà.
    Sono certo che la Sig.ra Angela risponderà alla richiesta di chiarimento di alcune affermazioni da lei fatte, con la stessa serietà.

  34. Le parole del consigliere Tolli mi fanno sorgere un dubbio: ma che razza di contratto di locazione è stato firmato?

    Quelli ad uso abitativo sono di 4+4 anni o – se “agevolati” – 3+2;
    quelli ad uso non abitativo sono 6+6 anni;
    quelli ad uso non abitativo alberghiero sono 9+9 anni;

    Questo contratto di “soli” 4 anni, di che tipo è?

    Grazie

    Sor Chisciotte

  35. Caro Eretico,
    la mia non era una domanda retorica o marzulliana. Ma proprio una domanda per sapere a tra Comune e Municpio ha le competenze e il potere di identificare e decidere la sede di un Municipio. Molto semplice.
    Dato che non lo so. Chiedo se qualcuno dei lettori è documentato e informato. I Municipi non hanno così tanti poteri come spesso i cittadini immaginano rivolgendosi a questi. Vorrei quini capire proprio quanta se e quanta parte di responsabilità effettiva hanno avuto Comune di Roma e XX Municipio nei 43 anni di lontananza della sede del municpio dal suo territorio. Cosa ben diversa dal voler assolvere a tutti i costi il centrodestra del XX Muncipio. Qui i tratta di capire come stanno realmente le cose.

    Ecco perchè vorrei saperlo. E lo verrei sapere ancora adesso dato che nessuno ha ancora risposta a questa mia doanda, compreso il consigliere Tolli che per il lavoro e la responsabilità che ha in XX Municipio dovrebbe sapere la risposta.

    Proprio perchè non conosco queste competenze, inizo la frase successiva alla domanda (quella che tu leggi come una risposta ma che invece non lo è), la inizo con un “credo”. Laddove il verbo “credere” esprime la mia opinione, il mio immaginare, il mio dubbio., il mio ritenere eventuale e probabile. Conoscendola dai post di VCB pensi che Angela se conoscesse la risposta avrebbe usato il verbo credere o piuttosto avrei scritto una bella frase chiara e netta e più efficace senza il “credo”? (Questa sì che è una domanda retorica).

    Angela

  36. Caro Cons.Tolli,
    grazie per tenere in così grande considerazione le opinioni e le affermazioni di un semplice cittadino. Un po’ meno però, a quanto pare, quelle del presidente del XX Municipio Gianni Giacomini a cui lei invece dovrebbe fare opposizione.
    E sì, perché quanto da me affermato è stato più volte detto, scritto e ripetuto da Giacomini. Forse non sugli atti ufficiali che lei, Tolli, chiede a me se conosco nello stesso momento in cui si lamenta per non riuscire da consigliere ad accedervi (perché quindi dovrei averne accesso io, un semplice cittadino,?). Dichiarazioni apparse sui vari organi di stampa, VCB compreso, e durante lo stesso discorso all’inaugurazione della nuova sede del XX Municipio. La maggior parte dei cittadini hanno questi mezzi di informazione per conoscere quanto avviene. Non partecipano a sedute di consiglio o commissioni, non leggono i documenti ufficiali (molti, diciamo la verità, non avrebbero neanche gli strumenti per comprenderli al 100%). Mezzi di informazione che i politici ben conoscono se sono sempre pronti a inviarli comunicati stampa senza che gli vengano chiesti dai giornali.
    E qui noto un fatto “curioso” nessun comunicato stampa dell’opposizione del XX Municipio è stato emesso sull’inaugurazione della nuova sede o per smentire le affermazioni di Giacomi, magari con le stesse osservazioni che lei mi ha fatto qui sopra. Quindi, ancora grazie perché dimostra ancora di più attenzione a un singolo cittadino, io in questo caso. Forse mi dirà che stiamo nel regime dell’Imperatore Berlusconi e dei suoi scagnozzi Giacobini in XX e Alemanno al Campidoglio che pilotano l’informazione annullandone la libertà. Però, sa Tolli, ho chiesto a un paio di amici giornalisti che seguono la Cronaca di Roma e mi hanno confermato che sul tema inaugurazione della nuova sede del XX Municipio l’opposizione non ha emesso nessun comunicato. Non censura “berloscogiacominalemanniana”, quindi, ma voluta scelta del silenzio stampa da parte del Pd (per rimanere al suo partito). Del resto, quanto ho scritto nel mio post, l’ho già scritto e letto in precedenza proprio su VCB senza che nessuno rispondesse negandolo. Neanche lei, ma forse le saranno sfuggiti questi post.

    Tuttavia, lei mi accusa di “disinformazione fatta in maniera scientifica”. Addirittura! A parte che come le ho detto e come le dimostrerò tra poco non ho l’intenzione di fare nessuna disinformazione scientifica o meno, davvero crede che tanto può un commento di un cittadini su un giornale on line? Capperi, così mi monto la testa e prendo la sua affermazione come un complimento personale. Angela una specie di Beppe Grillo de noantri del XX Municpio?! Già, perché quando in questa come in altre occasioni i lettori di VCB hanno scritto post con affermazioni sbagliate, parziali, che diffondono sospetti e, quindi, che di fatto facevano “disinformazione” per usare le sue stesse parole, lei non si è sentito in dovere di intervenire accusandoli di “disinformazione scientifica”. Evidentemente quelle per lei erano “considerazioni personali, legittime” (uso sempre le sue parole iniziali del post). Strano modo di procedere e anche di considerare i cittadini: c’è chi può parlare e chi non può parlare, chi disinforma e chi esprime considerazioni personali. Il criterio sembra essere solo questo: la critica che quei cittadini fanno al centrodestra (opinioni) o al centrosinistra (disinformazione).
    Ma come le dicevo non faccio disinformazione. Se così appaiono le mie affermazioni accusi la mia fonte di disinformazione, cioè la stampa e Giacomini. La redazione di VCB mi scuserà allora se mi trovo per necessità costretta a citare la concorrenza, riportando le testuali parole di Giacomini (sullo stesso argomento del mio commento) dal giornale di quartiere “ZONA CASSIA” del 15 maggio 2009 pag.7:

    Il Presidente del Municipio Roma XX, Gianni Giacomini, rilascia alla redazione questa dichiarazione in risposta all’intervista sulla nuova sede dle Municipio sulla Flaminia al capogruppo dell’opposizione in consiglio municipale, apparsa nello scorso numero di ZONA: “Nonostante le promesse e le pubblicazioni, una giunta comunale dello stesso segno che ha governato Roma per 17 anni non ha provato la casa dei cittadini, il Municipio, entro i suoi confini. Il 28 dicembre 2007 venne venduta dalla passata amministrazione comunale (Veltroni, ndr) la palazzina in via Flaminia 872 di proprietà di Risorsa per Roma con una trattativa privata, i quanto l’asta del giugno 2007 andò deserta. Per quanto riguarda gli onere concessori, impegno della proprietà per costruire la nuova sede del Municipio, di circa 5 milioni di euro, andavano versati nelle casse del Comune di Roma in quel momento, ma così non fu e rimasero nelle mani della proprietà, che versò solo 2 milioni di euro nelle casse del Comune. Per di più, sempre la passata amministrazione comunale voleva affidare ad esterni la progettazione delle nuova sede. Non appena sono diventato Presidente mi sono opposto e ora tutto il progetto per la sede definitiva sarà elaborato da tecnici del Municipio e del Dipartimento, con notevole risparmio nei costi. A oggi tutti gli oneri concessori sono stati versati. Riguardo alla scelte “obbligatoria” della sede provvisoria, aspettando che si costruisca la definitiva, dico che (…) non è stata individuata nessun altra sede possibile, se non in un quartiere molto decentrato come Labaro, a via Gemona del Friuli, oppure altre sedi individuate sono più piccole, a via Flaminia c’è la metratura sufficiente a ospitare tutti gli uffici di via Poma, via sabotino e via Cassia, resta fuori la Polizia Municipale. Dovevamo restare e via Poma? Dove gli uffici non sono a norma di legge (la 626), ci piove dentro e salta l’elettricità? Ci sono molti parcheggio in Prati? No nmi risulta e poi molti sono a pagamento! A via Flaminia ci sono 96 posti. Noi stiamo pagando un affitto molto alto a via Poma perché è finita a locazione già da molto tempo (…)”>

    >.

    Queste le parole di Giacomini. Se sono false, se ha fatto disinformazione, accusi lui non me. Non sono la sola cittadini ad averle lette su Zona e, ripeto, anche altrove. Le sono sfuggite? Allora le consiglio di mettere più attenzione nella sua rassegna stampa per vigilare meglio sulle informazioni false e tendenziose che la maggioranza mette in giro. Fare opposizione è anche questo, oltre agli atti ufficiali. Tanto più nella società veloce, fluida, della rete e dell’informazione in cui viviamo. Tanto più (per chi crede di esserlo) se viviamo in un regime privo di libertà.

    Rientrerà nei suoi compiti di opposizione, caro Tolli, verificare che il parcheggio multipliano di fronte alla nuova sede del XX Municipio verrà costruito (chi ha mai detto che già c’è?) e se sarà o meno a pagamento (ricordo che in Prati c’è il parcomentro). Lei afferma di non pensa che si realizzerà e che sarà gratuito. In base a cosa? A una sensazione personale o a un sospetto fondato su dati certi? In questo secondo caso sarebbe corretto e interessante informare anche noi cittadini, non crede? Io sono solita fidarmi e poi giudicare a cose fatte o non fatte, senza pregiudizi iniziali. Così come vedremo tra 4 anni se le sue paure sul mancato rispetto di questa scadenza per la nuova sede diventeranno realtà.

    Poi, mi scusi consigliere, ma si decida: prima dice che faccio disinformazione, poi mi dà della “così informata” tanto da chiedermi di “spiegare” io “a tutti i frequentatori del blog che fine farà via Sabotino”. Troppa fiducia riposta in me, caro Tolli. Non lo so, né ho mai detto di saperlo. Anzi, il problema non me lo sono mai posto e poco mi interessa. Sicuramente non ci sarà più la sede del XX. Invece lei torna a insinuare, a dire il peccato ma non il peccatore. Scrive: “un immobile comunale che sarà affidato all’associazione di un dirigente del pdl appena eletto al parlamento europeo. Così è almeno quello che mi hanno confidato colleghi della maggioranza. Date voi un giudizio”. Certo che dò un giudizio, ma su di lei, che spiffera on line una confidenza dei suoi colleghi della maggioranza senza avere a quanto pare a sostegno dell’affermazione quegli stessi atti che fino a poco fa ha chiesto a me e al Consiglio del XX Municipio riguardo alla nuova sede. E senza avere il coraggio di fare il nome dell’associazione e del dirigente del Pdl appena eletto alle Europee. Pensandoci bene, lei non ci dice neanche il peccato fino in fondo. Bel modo di fare (dis)informazione e opposizione!

    Il Pd del XX un anno fa, scrive Tolli, aveva chiesto un censimento degli immobili che potessero avere i requisiti per la sede provvisoria e gli è stato risposto che non c’era il tempo. E lo credo bene che non c’era tempo. Ma lei lo sa quali sono le condizioni dell’ufficio patrimonio del Comune? Qualunque cittadino che ha avuto direttamente o indirettamente a che fare con la richiesta di un immobile comunale, dal negozio alla casa popolare, conosce il pasticcio di gestioni comunali scellerate che hanno lasciato in graduatoria cittadini con 10 punti (cioè con lo sfratto eseguito=che sono in mezzo a una strada) per anni ed anni, che hanno comprato case in altri comuni per sbatterci ed abbandonarvi a se stessi i romani, che non conoscono neanche tutti gli immobili del Campidoglio. Basti pensare alle assegnazioni degli ultimi anni da qualche mese all’esame della Procura o alle nuove graduatorie per le case popolari che hanno al contrario in questo ultimo anno permesso a cittadini di avanzare anche di 1.000 punti e non vedere più come un miraggio la casa. In questa situazione un censimento sarebbe andato alle calende greche e la sede sarebbe rimasta ancora in Prati con tutte le spese annesse e connesse.

    Saluti

    Angela

  37. Non era un’affermazione ma una domanda, dice Angela.
    Che strana domanda una domanda priva di punto interrogativo.
    Strana anche perchè sulla stessa viene poi costruito un intero teorema per dimostrare l’indimostrabile.
    Che se il municipio ha una sede nel suo territorio dopo 43 anni anzichè prima è tutta colpa solo del comune.
    I nostri baldi governanti locali no, loro non c’entrano.
    I nostri baldi per 43 anni sono stati come le 3 scimmiette.
    Non vediamo, non sentiamo, non parliamo.
    Non tocca a noi occuparci di una sede migliore.
    Mah.
    Era dunque solo una domanda?
    Bravissima.
    A rigirar le cose.

  38. “Non era un’affermazione ma una domanda, dice Angela”, scrive Eretico.
    Peccato che Angela, non ha mai detto questo. Rileggiti il post con maggiore attenzione e per favore non rigirate tu le cose.
    Ho detto di aver fatto una domanda a cui segue un’affermazione che iniza con un verbo credere che sottolinea proprio il mio dubbio.
    Te l’ho spiegato nel mio commento ma tu interpeti la mia spiegazione come un teorema per dimostare l’indimostrabile. Quando io invece spiego solo perchè quella è solo una domanda seguita da un dubbio. Ti spiego perchè lo vorrei sapere. Non voglio dimostrare nulla nè ho dimostro nulla di diverso da questo. Ma solo capire per poter megio giudicare. Tanto è vero che scrivo: “Cosa ben diversa dal voler assolvere a tutti i costi il centrodestra del XX Muncipio. Qui i tratta di capire come stanno realmente le cose”.

    Mi dispiace che tu non voglia nè capirmi nè credermi. O dovrei dire che vuoi capire solo quello che preferisci e per questo anche se ti spiego la mia posizione continui ad attribuirmi pensieri non miei?

    Noto poi che neanche tu evidentemente sai rispondere alla mia domanda, dato che anche questa volta lo fai.
    Forse a te non interessa capire e sapere chi ha e quale misura ha/ha avuto competenze, potere, responsabilità in materia. A me, per avere un quadro più completo, corretto ede saustivo della situazione.

    Ti saluto caro Eretico

    Angela

  39. Queste schermaglie dialettiche, almeno a me, cominciano a dar noia.
    E’ possibile chiedere un po’ di moderazione a questi lettori e lettrici eloquentissimi che si dilettano in esercizi lessicali ? grazie.

  40. Beh, in effetti a volte i commenti lunghi (compresi i miei) se non si sta attenti a scriverli rischiano davvero di annoiare. Ma c’é un trucco molto facile: appena si manifestano i primi segnali di una crescente noia, saltare al commento successivo :) oppure cambiare articolo o anche spegnere il pc e fare altro.

    Rispetto all’avvincente diatriba in atto, se posso, mi sembra che siate finiti a picchiarvi fuori dal ring… metaforicamente, s’intende.
    E’ vero che Angela non ha mai scritto quelle parole, ma la sua mi sembra proprio sia stata una domanda retorica, con quel “credo” che significa “ritengo”. Ma non ci vedo nulla di strano; quindi, perché poi negarlo dissimulando una richiesta di informazioni che, francamente stento a intravedere?
    Io penso che l’uso della retorica, se adoperata come modalità del linguaggio di contorno a un impianto fondato sulla logica, sulla dialettica, sia assolutamente consentito e spesso può rivelarsi molto utile. Il punto è non abusarne affinché il tutto non diventi banale e melenso. E in questo senso, Angela, il suo immediatamente successivo intervento (quello de “..Un sogno? Un miraggio?..”) non aiuta…
    Saluti

LASCIA UN COMMENTO